BALCANI

MAFIJA: Belgrado criminale

Nel vuoto politico seguito alle recenti elezioni, Belgrado è attraversata da una serie di omicidi che riportano alle cronache criminali di dieci anni fa. Nostra intervista a Stevan Dojčinović, giornalista investigativo serbo Alle 14 del 3 luglio scorso, nella periferia di Belgrado, Radojica Joksović, 32 anni, è stato ucciso dall’esplosione …

Leggi tutto

Yankee go home! Europa contro Stati Uniti per il futuro della Bosnia

Italia, Francia, Germania, Belgio e Svezia, lo scorso maggio hanno scritto un documento comune riservato che per la prima volta mette sotto accusa in modo netto l’operato dell’Alto rappresentante internazionale in Bosnia Erzegovina, Valentin Inzko, accusato di essere parzialmente succube degli interessi di Washington. Matteo Tacconi rivela i contenuti del …

Leggi tutto

ALBANIA: Edi Rama è un figlio di …

-Ma chi dice il contrario? Guarda zio Kole che io sono d’accordo con te! Anche io penso che la dittatura di Hoxha sia stata un periodo di soprusi sulla popolazione, per non parlare poi di quella marcia e schifosa classe politica che se ne stava a difendere i suoi privilegi …

Leggi tutto

BOSNIA: Socialdemocrazia allo sbando

Sembra giunta ad una fase cruciale la crisi interna del Partito Socialdemocratico (SDP), la principale forza politica non-nazionalista in Bosnia-Erzegovina e attualmente parte della maggioranza di governo. L’evento che dà la miccia alle polveri è l’abbandono del suo vice-presidente Željko Komšić, figura di spicco della politica bosniaca. Dal 2006 Komšić …

Leggi tutto

KOSOVO: Verso la piena sovranità, tra attese e dubbi

A Pristina si attende l’inizio dell’autunno: il Kosovo, indipendente dal 2008, tra pochi mesi probabilmente camminerà sulle proprie gambe, e a confermare questa notizia sarebbe stato pochi giorni fa, il Ministro degli Esteri austriaco Micheal Spindelegger , durante una riunione tenutasi a Vienna, dove il Gruppo di Supervisione Internazionale – International …

Leggi tutto

BOSNIA: Ribaltone socialdemocratico, ed è subito crisi

L’anno scorso, la Bosnia Erzegovina dovette aspettare circa quindici mesi per la formazione di un nuovo governo. Ne sono bastati poco più di quattro per ripiombare nella crisi istituzionale, scaturita nelle ultime settimane con la traumatica rottura dell’alleanza tra SDP (Partito Socialdemocratico, multietnico) e SDA (Partito d’Azione Democratica, conservatore bosgnacco). …

Leggi tutto

BOSNIA: Srebrenica, inflitti 142 anni di prigione ai carnefici. Ma a Mladic si intitolano strade

 Il tribunale della Bosnia Erzegovina ha emesso la condanna più grande della sua storia: 142 anni di prigione, inflitti a quattro imputati per crimini contro l’umanità, compiuti nel luglio ’95 nella municipalità di Srebrenica. La sentenza di primo grado emessa dai giudici della più alta corte bosniaco-erzegovese condanna gli imputati …

Leggi tutto

SERBIA: Messa al bando l'estrema destra

Buone notizie da Belgrado. In Serbia la Corte costituzionale ha deciso la messa al bando dell’organizzazione ultranazionalista di estrema destra ‘Obraz’ (Onore), accusata di attività violenta diretta all’abbattimento dell’ordine costituzionale, e all’incitamento all’odio razziale, etnico e religioso. L’Alta Corte, come hanno riferito le agenzie, ha accolto una richiesta in questo …

Leggi tutto

SERBIA: Vuk Jeremic eletto presidente dell'Assemblea Generale ONU. Continua la marcia diplomatica di Belgrado

Continua l’offensiva diplomatica di Belgrado. Vuk Jeremić, già ministro degli esteri serbo negli ultimi cinque anni di governo Tadic-Cvetkovic, è stato eletto presidente dell’Assemblea Generale dell’ONU, con 99 voti, contro gli 85 raccolti dal suo principale sfidante, il lituano Dalius Čekuolis. Prende il posto di Nassir Abdulaziz al-Nasser, rappresentante del Qatar. La carica, pressoché simbolica, è affidata a …

Leggi tutto

SERBIA: Nikolic, il nuovo gaffeur dei Balcani

DA BRUXELLES. Come record non c’è male – nel giro di pochi giorni, il nuovo presidente della repubblica serba, Tomislav Nikolic, è riuscito ad alienarsi le simpatie di Georgia, Croazia e Bosnia-Erzegovina. Toma è sulla buona strada per divenire il nuovo gaffeur dei Balcani? Riconoscere le repubbliche separatiste georgiane Il 26 maggio, durante …

Leggi tutto

SERBIA: Tadic sarà il nuovo premier

La politica serba è densa di sorprese. L’ex presidente serbo e leader del Partito Democratico (DS), Boris Tadic, sarà con tutta probabilità il nuovo primo ministro. In Serbia, il 6 maggio scorso, si è infatti votato sia per il rinnovo del Parlamento che per il presidente della Repubblica. La poltrona …

Leggi tutto

SERBIA: Il presidente di destra della Serbia

Contro ogni probabilità, contro ogni previsione, il partito radicale di destra in Serbia ha vinto le elezioni presidenziali. Il candidato moderato democratico pro-europeo, il beniamino delle democrazie occidentali, ha perso, e non di poco. Sono state offerte diverse spiegazioni per questo sorprendente esito elettorale: 1) bassa affluenza al secondo turno …

Leggi tutto

LA GUERRA IN CASA #5: L’assedio di Vukovar, la Stalingrado croata

La battaglia di Vukovar dura tre mesi e segna il record di diserzioni nella storia dell’esercito jugoslavo: la stessa durata dell’assedio è stata attribuita all’incertezza di ufficiali ancora troppo legati al modello federale di difesa per accettare di radere al suolo una città jugoslava. Oltre che alla disperata difesa organizzata …

Leggi tutto

Turbofolk! Quando la musica tiene insieme i Balcani

A venti anni dallo scoppio della Jugoslavia federale e socialista e a quasi dieci dalla scomparsa ufficiale della stessa parola Jugoslavia, c’è ancora qualcosa di “jugoslavo” nei Balcani? La risposta è affermativa, alla faccia delle insofferenti pulsioni etnonazionaliste. L’Economist nel 2009 ha efficacemente chiamato “jugosfera” l’insieme delle tante comunanze che …

Leggi tutto

KOSOVO: Ecco dove si addestrano i ribelli siriani

I miliziani del Consiglio Nazionale Siriano, in arabo al-Majlis al-Watani al-Suri, che si oppongono al regime di Bashar al Assad verranno addestrati in Kosovo. Rivela l’Associated Press che il giorno 26 aprile, di ritorno dagli Stati Uniti, una delegazione del CNS ha fatto tappa a Pristina per prendere accordi in …

Leggi tutto

SERBIA: Bye Bye Tadic, ma qualcosa di buono resta

Pubblichiamo questo articolo di Matteo Tacconi, giornalista esperto di Europa orientale, collaboratore di Europa quotidiano e di numerose riviste di settore. Una firma importante cui ci fa sempre piacere dare voce, al di là della difformità d’opinione che anzi non può che giovare – crediamo – al lettore. Boris Tadic …

Leggi tutto

BOSNIA: Segregazione scolastica, un tribunale dice basta alla divisione fra croati e musulmani

Adesso basta. È quello che ha detto il tribunale di Mostar in merito all’odiosa questione “due scuole sotto lo stesso tetto” (dvije škole pod jednim krovom). Il tribunale della capitale erzegovese, che ha giurisdizione su tutto il cantone dell’Erzegovina-Narenta, ha infatti stabilito che il fenomeno rappresenta una violazione della legge …

Leggi tutto

MACEDONIA: I neonazisti greci la rivogliono, intanto continuano i problemi con la minoranza albanese

La questione del “nome“* che inasprisce da anni i rapporti tra Macedonia e Grecia è tornata alla ribalta sulle cronache europee dopo gli eventi degli ultimi giorni che si uniscono ad altri avvenimenti interni al piccolo stato dell’Europa sudorientale. Qualche giorno fa l’Unione dei Giovani Agricoltori Greci aveva offerto un’opportunità …

Leggi tutto

La Serbia è morta, lunga vita alla Serbia

Boris Tadić, pilota campione di manovre in retromarcia (foto Betapress/Nenad Petrović)

RUBRICHE: Opinioni & eresie Di fronte agli esiti elettorali serbi, piuttosto scontati, mi riesce difficile comprendere il pacato ottimismo che vige tra gran parte degli osservatori occidentali: ai loro occhi, pare di capire, ogni giorno rubato ai conflitti armati è un nuovo inno elevato alla democrazia. Ora, se è così, …

Leggi tutto

BOSNIA: Buon (non) lavoro

di Alfredo Sasso DA SARAJEVO- Alla vigilia del 1º maggio, su internet circolava un’immagine intitolata “1st May in Bosnia”, che ironizzava sull’assenza di manifestazioni per la Festa del Lavoro in Bosnia-Erzegovina, a differenza di ciò che avviene in molti paesi europei. Altrove la gente scende in piazza, in Bosnia invece …

Leggi tutto

CROAZIA: Davvero Europa?

di Antonio Lukic A più di 20 anni dalla guerra, dopo una recessione che ha visto il PIL in calo per più di un anno, cos’è la Croazia oggi? Iniziamo l’analisi a partire dal referendum per l’ingresso nell’UE, il secondo referendum nella storia della Croazia dopo quello per l’indipendenza di …

Leggi tutto

LA GUERRA IN CASA #4: Interludio internazionale, le potenze banchettano con il corpo della Jugoslavia

di Luca Rastello   Il 6 settembre 1991, diciannove giorni dopo l’agonia di Vukovar, prendono avvio i lavori della Conferenza internazionale di pace presieduta da Lord Carrington all’Aia. La diplomazia tedesca presenta un piano di pace che prevede il riconoscimento simultaneo dell’indipendenza delle sei repubbliche che compongono la Federazione e …

Leggi tutto

SERBIA: L'arresto di Abazi divide l'opinione pubblica

di Valentina Di Cesare Hasan Abazi, Presidente del sindacato SPMK Industrial Union (Kosovo), è stato arrestato lo scorso  28 marzo nel sud della Serbia mentre era in viaggio verso la capitale croata in vista di una riunione delle  federazioni sindacali europee, EMF, EMCEF e ETUF-TCL. La polizia serba avrebbe trattenuto …

Leggi tutto

LA GUERRA IN CASA #3: La guerra in Krajina, dal testo al contesto

di Luca Rastello #0: I conflitti jugoslavi, introduzione a una truffa #1: Darko il cecchino # 2: Alla conquista di Vukovar La storia di Darko si snoda sullo sfondo dell’assedio di Vukovar (agosto-novembre 1991), culmine della guerra fra Croazia e quanto rimaneva della Federazione jugoslava dopo la dichiarazione d’indipendenza delle repubbliche settentrionali (la …

Leggi tutto

MONTENEGRO: Resoconto da un paese gay-friendly

Nelle ultime settimane si sono susseguite una serie di interessanti e importanti notizie provenienti dal Montenegro in relazione alla situazione della comunità LGBT. La più importante organizzazione LGBT del paese ha presentato una iniziativa a favore del riconoscimento delle unioni tra persone dello stesso sesso e il governo montenegrino ha …

Leggi tutto

SERBIA: Vojvodina, l'autonomia negata

di Christian Eccher In Vojvodina vivono più di 25 nazionalità e proprio questo elemento fa sì che la regione si distingua dal resto della Serbia. Non a caso, durante il socialismo, la Vojvodina era autonoma; da un giorno all’altro, Milošević cancellò l’autonomia e trasferì a Belgrado tutte le competenze politiche …

Leggi tutto

MACEDONIA: L'incantesimo spezzato. Scontri tra macedoni e albanesi, sale la tensione e l'Europa sta a guardare

Il sedicente “Esercito per la liberazione dei paesi albanesi occupati”, un’organizzazione finora sconosciuta, ha minacciato  di attaccare postazioni militari e della polizia in Macedonia. Tale ultimatum al governo macedone è stato pubblicato sul quotidiano di Skopje, Dnevnik, e testimonia l’alto livello di tensione che si respira nel Paese. Nella notte …

Leggi tutto

BOSNIA: Diverse memorie di un passato comune, lo stesso sogno di un futuro diverso

Photo: Flickr / Chun Lam

di Ilaria Vianello Sarajevo ha ricordato l’anniversario dell’inizio dell’assedio, il 6 Aprile 1992, data convenzionalmente accettata per il più lungo assedio nella storia bellica moderna. L’installazione delle 11.541 sedie rosse nella famosa Ulica Maršala Tita è stato l’evento mediatico più seguito, ma oltre a quest’ultimo diverse sono state le esibizioni …

Leggi tutto

BOSNIA: Il tragicomico balletto attorno al trono del Partito socialdemocratico

di Alfredo Sasso “Zeljko Komsić si è dimesso dalla vicepresidenza dell’SDP”. La notizia, lanciata nella giornata di lunedì 19 marzo dal canale Tv1, è stata sorprendente e inattesa. Željko Komsić è una figura-chiave della scena politica bosniaca. Dal 2006 è rappresentante della comunità croato-bosniaca presso la Presidenza collettiva della Bosnia-Erzegovina. …

Leggi tutto

MACEDONIA: Scontri tra albanesi e macedoni

Una perla nei Balcani, ma la perla è frutto dell’impurità che si deposita nella conchiglia. Questa è la Macedonia, minuscola repubblica dalle grandi contraddizioni, bellezza che si deposita tra le rughe dei vecchi, nelle pieghe delle città, negli accenti delle parole. Accenti diversi di lingue diverse. In Macedonia convivono due …

Leggi tutto

KOSOVO: La doppia sovranità dei territori serbi, tra Belgrado e Pristina quattro anni di scontri

Trascorsi ormai quattro anni dall’indipendenza, la situazione in Kosovo rimane difficile ed i rapporti tra la popolazione albanese e la minoranza serba improntati alla sfiducia. E l’area dove attualmente si concentrano le maggiori tensioni interetniche è la parte settentrionale della regione in cui si è praticamente instaurata una “doppia sovranità” …

Leggi tutto

La parabola di Novi Sad

Le chiatte provenienti dal nord scivolano rapidamente lungo il fiume e scompaiono alla vista dopo aver virato verso sud per seguire l’ansa che costeggia la collina su su cui è situata l’enorme fortezza austriaca di Petrovaradin, eretta circa tre secoli fa a difesa del confine fra l’impero asburgico e quello …

Leggi tutto

KOSOVO: I serbi del nord e il referendum della discordia

di Valentina Di Cesare “Accettate le istituzioni dell’autodeterminata Repubblica del Kosovo?” Questo il quesito  a cui hanno risposto i cittadini di quattro comuni delle provincie settentrionali del Kosovo, zone in cui vive una consistente minoranza serba e rom. Il referendum autoconvocato dai serbi, ha coinvolto circa 35000 elettori  ottenendo la …

Leggi tutto

SERBIA: Fascisti di tutti i paesi, unitevi!

di Filip Stefanović Mercoledì 1 febbraio, presso il Parlamento di Belgrado si è tenuto un incontro tra i leader dei principali movimenti neofascisti serbo, italiano e russo. Ad ospitare l’incontro è stato Dejan Mirović, sostituto segretario generale del Partito Radicale Serbo. I Radicali sono un partito nazionalista che ha avuto …

Leggi tutto

BOSNIA: 20 anni di Republika Srpska: dal sogno di Karadžić alla realtà di Dodik

Lo scorso 9 gennaio, a Banja Luka, si sono celebrati i vent’anni della proclamazione della Republika Srpska: una proclamazione anticostituzionale e criminale. La nascita della Republika Srpska risale al 9 gennaio 1992, quando le guerre balcaniche erano agli albori e quel mito chiamato Jugoslavia cominciava il proprio suicidio. Radovan Karadžić …

Leggi tutto

Commemorare le foibe, o il nazionalismo

Argomento delicato quello delle foibe. In questa Giornata del Ricordo riproponiamol’intervista fatta allo storico del colonialismo italiano, Angelo Del Boca, autore, tra l’altro, di “Italiani brava gente” in cui, con estremo rigore storiografico, si illustrano le reponsabilità storiche (gravissime) degli italiani e di come, fin dalla sua nascita, l’Italia si …

Leggi tutto

BOSNIA: Nominato il nuovo premier

Si chiama Vjekoslav Bevanda, nato a Mostar nel 1956, è un economista, ha 55 anni, è un esponente del principale partito dei croati di Bosnia (l’Unione democratica croata, Hdz), è già stato ministro delle Finanze dell’entità croato-bosgnacca tra il 2007 e il 2011, e ha ricevuto l’incarico di formare il …

Leggi tutto

E-BOOK: Nella mente di Marte, riflessioni sul concetto di guerra giusta. Di Silvia Padrini

CONSULTA ON-LINE SCARICA PDF Pubblichiamo il quarto e-book della nostra collana (as)saggi. Una collana di saggistica che propone agilissimi testi pur senza rinunciare alla precisione e all’approfondimento. Così è questo “Nella mente di Marte”, una riflessione sul concetto contemporaneo di guerra giusta. Come scrive l’autrice, Silvia Padrini, negli ultimi decenni …

Leggi tutto

JUGOSLAVIA: Tito alla conquista dello spazio

Anche negli ultimi giorni, sui quotidiani dei paesi dell’ormai lontana Jugoslavia, campeggia il noto volto del Maresciallo il cui carisma non affatto sembra affievolirsi. Stavolta, la miccia jugonostalgica è stata innescata da due documentaristi sloveni: Žiga e Boštjan Virc, i quali hanno pubblicato su youtube il trailer “Houston, we have …

Leggi tutto

CROAZIA: Benvenuta nell'Unione

E la Croazia è il ventottesimo Paese membro dell’Unione Europea. Dopo un lungo e travagliato percorso di adesione finalmente Zagabria si è decisa lasciandosi alle spalle, con il referendum di ieri, i fantasmi del nazionalismo. 

Leggi tutto

CROAZIA: Domani il referendum per aderire all'Unione Europea

Domani la Croazia sarà chiamata a ratificare, attraverso un referendum, l’adesione all’Unione Europea. Un passo importante per il Paese che vent’anni fa ha conquistato l’indipendenza e che dopo un lungo percorso, carico di contraddizioni, è giunto all’appuntamento europeo con un certo ritardo rispetto a quanto preventivato. Oggi l’Unione Europea ha …

Leggi tutto

CROAZIA: Sanader e Unicredit, rapporti pericolosi

di Matteo Zola da Narcomafie Ivo Sanader aveva tentacoli ovunque, ed eccone un altro dal nome importante: Unicredit. Delle vicende dell’ex premier croato, Ivo Sanader, ci eravamo già occupati (qui e qui e anche qui e soprattutto qui) ma vale la pena fare un breve riassunto. Sanader comincia la sua …

Leggi tutto

SERBIA: Arrestato Dobrosav Gavrić, uccise la tigre Arkan

di Matteo Zola Dobrosav Gavrić è stato catturato a Città del Capo, comparirà in tribunale il mese prossimo con l’accusa di traffico di droga. Gavrić è stato condannato nel 2006 a trent’anni di carcere per avere ucciso Zeljko «Arkan» Raznatovic, il famigerato capo delle milizie paramilitari serbe denominate “tigri”. La …

Leggi tutto

SERBIA: Tra le barriere e l'Europa

di Valentina Di Cesare Quali sono le “barriere” reali o presunte ad ostacolare i cosiddetti “negoziati tecnici” tra la Serbia e il Kosovo? Barriere reali o solo simboliche? Barriere che si innalzano al di sopra di tutto o barriere che col tempo si sgretoleranno? E’ quello che in molti si …

Leggi tutto

CROAZIA ELEZIONI / 5: Kukurikù, il pranzo è servito

di Nicolò de Fanti Dall’ alto dei suoi 378 metri si possono ammirare le frastagliate coste dell’isola di Cres scomparire nel mare blu cobalto del golfo del Quarnaro, Kastav, cittadina medievale di diecimila anime, nell’altopiano che scende dolce verso Rijeka , un passato che parla anche italiano, è la sede …

Leggi tutto

CROAZIA ELEZIONI / 4 – L'eredità di Ivo Sanader

di Gaetano Veninata e Matteo Zola L’arresto di Sanader In fuga come un criminale comune. Una corsa in auto di 500 chilometri attraverso Croazia, Slovenia e Austria. Poi, al casello della galleria dei Tauri, lungo l’autostrada che dalla Carinzia porta a Salisburgo e alla Germania, ecco ad attenderlo le pattuglie …

Leggi tutto

CROAZIA ELEZIONI / 3 – Croazia criminale. Intervista a Francesco Strazzari

Francesco Strazzari, professore associato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa dove insegna Relazioni internazionali, professore aggiunto alla Paul H. Nitze School of Advanced International Studies – SAIS – The Johns Hopkins University dove insegna Economia dei conflitti. Tra le sue pubblicazioni: Notte Balcanica, Il Mulino, 2008;  Guerre alla Finestra. Rapporto di …

Leggi tutto

MONTENEGRO: Traffico d'armi, l'attentato alla metropolitana di Londra e l'esplosivo balcanico

Il 9 settembre scorso il giovane giudice albanese Skerdilajd Konomi viene ucciso con un’autobomba a Vlora, sua città natale. Il giudice Konomi era uno dei pochi, in Albania, a indagare su traffico d’armi e crimine organizzato. Una morte, quella di Konomi, che secondo il settimanale albanese Klan rappresenta la morte dello stato …

Leggi tutto

CROAZIA ELEZIONI / 2 – L'Hdz dalla Jugoslavia al malaffare

di Matteo Zola Le elezioni parlamentari del 4 dicembre si avvicinano ma prima di addentrarci nelle maglie del malaffare croato, dove albergano corruzione e mafia, occorre fare una rapida disamina delle forze politiche in campo. La fondazione Il partito protagonista della storia politica croata degli ultimi vent’anni è l’Hdz (Unione …

Leggi tutto

CROAZIA ELEZIONI /1 – Un voto per il cambiamento

di Nicolò de Fanti Il presidente croato Ivo Josipovic ha annunciato pubblicamente che la data delle prossime elezioni politiche in Croazia sarà quella del 4 dicembre 2011. Saranno cosi circa 4 milioni gli elettori chiamati ad eleggere la camera dei deputati che presumibilmente condurrà l’ex repubblica jugoslava a diventare il …

Leggi tutto

BOSNIA: Wahhabismo, antecedenti e sviluppi

L’attacco all’ambasciata USA a Sarajevo ha riportato l’attenzione sul ruolo del radicalismo islamico nella Bosnia odierna e sulla minaccia che può arrecare alla stabilità politica e alla convivenza civile. Vale la pena ricordare i due principali antecedenti: l’attentato alla caserma di Bugojno, città della Bosnia centro-occidentale, dove nel giugno 2010 …

Leggi tutto

Bosnia: wahabismo, antecedentes y evolución

di Alfredo Sasso 28 de octubre: Mevlid Jašarević se pasea armado con un fusil de asalto, en pleno centro de Sarajevo, tras haber disparado contra la Embajada delos Estados Unidos en la capital bosnia. El incidente duró cuarenta minutos  hasta que fundamentalista, procedente del Sandzak, fue herido por la policía en …

Leggi tutto

BOSNIA: Attentato all'ambasciata americana a Sarajevo. Si segue la pista islamista

di Giorgio Fruscione Venerdi 28 ottobre, ore 16 circa, l’ambasciata statunitense di Sarajevo viene attaccata a colpi di kalashnikov da un estremista islamico, terrorizzando per circa un’ora la sede diplomatica, nonchè la popolazione civile. L’attentatore si chiama Mevlid Jašarević, un ventrienne proveniente da Novi Pazar, capoluogo del Sangiaccato, regione della …

Leggi tutto

La via dei Balcani, tra la mafia e la guerra

di Matteo Zola In principio fu la via dei Balcani La storica via dei Balcani si snoda da Istanbul a Sofia, passando per Skopje e Belgrado, raggiungendo Zagabria e Lubiana, e da qui aprendosi verso l’Europa centrale. Tramite questa via transitavano (e transitano) tonnellate di narcotici provenienti dall’Afghanistan attraverso la …

Leggi tutto

Mafia albanese, un'epopea criminale

da Narcomafie C’erano una volta l’ondata migratoria albanese, la marea umana che scatenava il primo grande dibattito sull’immigrazione e ci bloccava sette anni sulla ratifica dei trattati di Schenghen. Oggi molta acqua è passata sotto i ponti e i centinaia di migliaia di albanesi che vivono, studiano e lavorano onestamente …

Leggi tutto

MAFIJA: Darko Saric latitante con passaporto croato

di Matteo Zola Darko Saric, superboss del narcotraffico di origine montenegrina, dal 2009 viaggerebbe con un passaporto croato rilasciato dal consolato croato di Tuzla, in Bosnia Erzegovina. Lo scrive Jutarnji List citando fonti dell’Interpol. Con questo documento, ottenuto sotto falso nome, Saric avrebbe recentemente attraversato la frontiera tra Croazia e …

Leggi tutto