Cosa succede in Bielorussia, tutti gli articoli. E in ordine

In seguito alle elezioni presidenziali tenutesi domenica 9 agosto, in Bielorussia imperversano le proteste contro il presidente Aleksandr Lukašenko: migliaia gli arresti e moltissimi i feriti, vittime della violenza indiscriminata delle forze dell’ordine. La popolazione, scesa in piazza alla chiusura dei seggi, chiede democrazia e cambiamenti politici.  Ma cosa sta accadendo nel paese? East Journal segue passo passo gli avvenimenti.

LE PREMESSE – prima delle elezioni

Lukashenko arresta un oppositore e scatena la protesta di piazza di Andrea Zambelli – 23 giugno 2010

Proteste e tensione sociale in vista delle elezioni presidenziali di Leonardo Scanavino – 16 luglio 2020

Continua la mobilitazione sociale contro Lukashenkodi Martina Urbinati e Leonardo Scanavino – 31 luglio 2020

 

LE ELEZIONI PRESIDENZIALI

East Journal commenta le elezioni in Bielorussia (diretta streaming) – 9 agosto 2020

Elezioni in Bielorussia: la capitale è in rivolta, l’opposizione non riconosce i risultati ufficialidi Martina Urbinati – 10 agosto 2020

 

CAPIRE LA BIELORUSSIA

Una rivolta auspicabile?di Matteo Zola

Svetlana Tikhanovskaya, la “donna debole” alla guida dell’opposizionedi Matteo Zola

Non è l’Ucraina. Perché le proteste in Bielorussia sono un’altra cosadi Martina Napolitano

Alle spalle delle donne. Tutti gli uomini dell’opposizionedi Matteo Zola

Perché le proteste possono giovare a Putindi Giovanni Catelli

Lukashenko si prepara alla capitolazione?di Giovanni Catelli

“Sono orgogliosa del mio popolo”. Svetlana Aleksievič invita i colleghi russi a “non tacere”di Martina Napolitano

La protesta delle donne bielorusse è una protesta femminista?di Laura Luciani

Perché l’opposizione questa volta ce l’ha fatta?di Amedeo Amoretti

Come cambiano i rapporti con i paesi balticidi Gianmarco Riva

Una “nuova” bandiera per capire le origini delle protestedi Guglielmo Migliori

 

CRONACHE DAL REGIME

14 agosto 2020 – Il regime dei manganelli (video e immagini)

17 agosto 2020 – Enorme manifestazione contro Lukashenko, ma le violenze proseguono (video)

24 agosto 2020 – Un consiglio di coordinamento per l’opposizione (video e immagini)

28 agosto 2020 – Putin pronto a intervenire mentre si susseguono gli arresti nel paese

30 agosto 2020 – Il 66° compleanno del presidente, tra arresti e violenza

01 settembre 2020 –  “Lukashenko, vattene!”, la classe operaia in sciopero

08 settembre 2020 – A un mese dalle elezioni, è giallo per una delle leader dell’opposizione

14 settembre 2020 – Il diario delle proteste in un documentario di ARTE.tv

15 settembre 2020 – “Se la Bielorussia crolla, la Russia sarà la prossima. Come Lukashenko minaccia Putin

21 settembre 2020 – Il discorso di Lukashenko sullo stato della nazione

 

Immagine: AP Photo / Dmitri Lovetsky

Bielorussia in protesta – I sostenitori dell’opposizione accendono i telefoni e sventolano la vecchia bandiera nazionale bielorussa durante una delle manifestazioni davanti al palazzo del governo in Piazza Indipendenza a Minsk, Bielorussia, mercoledì 19 agosto 2020. 

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

opposizione

BIELORUSSIA: Perché l’opposizione questa volta ce l’ha fatta?

L'opposizione unita ha messo in discussione la sopravvivenza del regime di Lukašenko. Marija Kolesnikova, ultima delle leader dell'opposizione sul suolo bielorusso, potrebbe giocare un ruolo importante. La strategia del governo sarà ancora in grado di funzionare?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com