ASIA CENTRALE

Novembre, 2015

  • 26 Novembre

    ASIA CENTRALE: Una nuova legge russa aumenta le difficoltà dei lavoratori immigrati

    Per molti lavoratori delle povere Repubbliche del Tagikistan e del Kirghizistan, emigrare verso la Russia è sempre stato l'unico modo per sopravvivere. Una nuova legge russa per controllare l'immigrazione rende però la loro situazione sempre più precaria e difficile

  • 17 Novembre

    KAZAKISTAN: Le due riforme economiche e sociali per il futuro

    Per fronteggiare il rallentamento dell'economia, il governo kazako ha varato un ambizioso piano di riforme economiche e sociali. Oltre a rafforzare la crescita, queste misure mirano ad innovare e sviluppare il Paese, con il fine di renderlo una delle economie più sviluppate del mondo.

  • 12 Novembre

    ASIA CENTRALE: La visita di Kerry e gli interessi USA nell’area

    Il Segretario di Stato USA John Kerry ha appena concluso un tour diplomatico in Asia centrale, durante il quale ha incontrato i cinque presidenti della regione. Durante la visita, Kerry ha parlato poco di diritti umani e molto di sicurezza e cooperazione economica, mostrando il rinnovato interesse statunitense per l'area.

Ottobre, 2015

  • 16 Ottobre

    KIRGHIZISTAN: Elezioni modello in Asia Centrale, all’ombra di Putin

    Le elezioni in Kirghizistan si sono svolte in modo regolare e hanno riconfermato il partito socialdemocratico al governo - che dovrà tuttavia cercare ora alleati. Una strana democrazia in Asia Centrale, all'ombra della Russia di Putin e dell'Unione economica euroasiatica.

  • 7 Ottobre

    TAGIKISTAN: Arrestato il ministro della difesa e bandito il partito d’opposizione

    La morte di dieci persone a settembre in due differenti assalti armati avvenuti pressi di Dushanbe, ha puntato i riflettori su quanto sta accadendo in Tajikistan. I dubbi sono emersi, soprattutto, quando la vicenda si è intrecciata con altre due notizie di estrema importanza: il mandato di arresto per il …

  • 6 Ottobre

    TURKMENISTAN: Felicità è avere più gasdotti

    Oggi completamente dipendente dal mercato cinese, il Turkmenistan sta pensando a come diversificare i propri acquirenti energetici. Un primo progetto è per un gasdotto che attraversi Afghanistan e Pakistan, fino all'India - ma i rischi di sicurezza sono alti. Un altro, con la collaborazione iraniana, bypasserebbe i due per raggiungere l'India via mare.

Maggio, 2015

  • 19 Maggio

    KAZAKISTAN: Elezioni, quando l'aggettivo "bulgaro" non basta

    Si sono svolte domenica 26 aprile in Kazakistan le elezioni anticipate che hanno visto la riconferma, più che scontata, del Presidente uscente Nursultan Nazarbayev. Degli oltre 9.5 milioni di elettori ammessi al voto, il 95,22% si è recato ad esprimere la propria preferenza, stando ai dati della Commissione Elettorale Centrale, ed …

  • 7 Maggio

    KAZAKHSTAN: Economia e successione al potere, le incognite dopo le presidenziali

    di Nikita Alexandrov Nel pomeriggio di lunedì 27 aprile Le Monde non dedicava alcuna riga alle elezioni presidenziali del Kazakhstan. Elezioni anticipate, frettolosamente organizzate e dall’esito scontato: “Nursultan ha fissato la data della sua rielezione” ironizzava lo scorso mese la Nezavisimaya gazeta. Nei circoli diplomatici di Astana e fra gli osservatori …

Febbraio, 2015

  • 20 Febbraio

    KAZAKISTAN: Cosa contiene l'accordo di cooperazione militare con l'Italia

    Da ROMA (Public Policy) – Nei giorni in cui le cancellerie europee sono in trattativa con i governi di Mosca e Kiev per una risoluzione della crisi in Ucraina, nel Parlamento italiano si discute l’approvazione di un accordo sulla cooperazione militare, che prevede anche lo scambio di armamenti ‘pesanti’, tra l’Italia e il Kazakhstan, una tra le repubbliche dell’ex …

  • 18 Febbraio

    UZBEKISTAN: Il popolo del lago e le sirene indipendentiste

    Il Karakalpakistan è tra le zone più povere di tutta quella che fu l’Unione Sovietica, il territorio di questa regione semi autonoma nel nord dell’Uzbekistan è dominato dallo scempio ambientale del Lago d’Aral. Dove una volta fu acqua oggi resta il deserto, la cui sabbia viene sparsa dai venti causando …

Gennaio, 2015

  • 12 Gennaio

    AFGHANISTAN: Termina la missione ISAF, rimangono 12mila soldati

    Si è ufficialmente conclusa la missione ISAF in Afghanistan , quella che aveva visto coinvolti quasi 60 mila militari provenienti da quaranta paesi. Era iniziata nel 2001 per iniziativa del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che aveva approvato l’intervento militare nel Paese con lo scopo di porre fine alla …

Ottobre, 2014

  • 28 Ottobre

    AFGHANISTAN: La lotta di Mariam e i diritti delle donne afghane

    «Mariam non è il mio vero nome» mi rivela la donna afghana che ho di fronte, il suo volto rimane impassibile. La incontro a Bologna, ad una conferenza organizzata da CISDA, Coordinamento Italiano di Sostegno alle Donne Afghane, si presenta come portavoce di RAWA: Revolutionary Association of the Women of …

  • 2 Ottobre

    HONG KONG: Quando va di scena l’armonia

    Chiunque conosca la storia cinese, sa che i fatti di Hong Kong non possono essere letti in un’ottica esclusivamente di breve periodo, dato che la Cina sembra muoversi secondo schemi antichi di secoli, quasi immutabili nel corso del tempo. Quello che accade nell’ex colonia britannica è una vera e propria …

  • 2 Ottobre

    HONG KONG: La rivolta dei giovani Hongkonger. E guai a chiamarli cinesi

    Una testimonianza da Hong Kong di Pietro Armati, giovane bergamasco che nella città cinese lavora da anni e che sta seguendo in prima persona le proteste di #OccupyCentral da HONG KONG – Non si capisce ancora quale possa essere la portata di tutto ciò, di sicuro c’é l’entusiasmo di far …

  • 2 Ottobre

    HONG KONG: Grande è la confusione sotto il cielo

    Quanto sta avvenendo ad Hong Kong si presta molto facilmente a facili schematizzazioni: da un lato la Cina antidemocratica ed autoritaria, dall’altro i giovani campioni della libertà. Oppure, invertendo le parti, da un lato l’autorità legittima e dall’altro i fomentatori del disordine. Tuttavia quando la posta in palio è il …

Settembre, 2014

  • 19 Settembre

    ENERGIA: Nella crisi ucraina spunta il Turkmenistan

    Come da più parti evidenziato, quanto recentemente successo in Ucraina non fa che ribadire, per l’ennesima volta, la necessità per l’Unione Europea di diversificare le sue importazioni energetiche. In questa situazione torna a far parlare di sè il Turkmenistan, che proprio nella crisi tra Mosca e Kiev potrebbe trovare una …

  • 10 Settembre

    ASIA CENTRALE: L'Uzbekistan guarda sempre più alla Cina

    L’Asia Centrale è in fermento. La nascita di nuove potenzialità economiche e politiche dopo lo sfaldamento dell’URSS, il crescente interesse delle grandi potenze, soprattutto USA e Cina, hanno creato un rimescolamento dei rapporti che, anche a breve termine, non lascerà in vita nulla, o quasi, degli „equilibrii prefabbricati” che caratterizzavano la regione ai …

  • 6 Settembre

    Tajikistan and the eagle dance

    Eagle is a bird of prey worshipped in several cultures. It’s present in Greek mythology and among Egyptians hieroglyphics, called Garuda as Vishnu’s horse by Indians and linked to God of thunder by Iroquois; eagle is maybe one of the animals richest of symbolism, in Tajikistan as well. Surrounded by …

  • 5 Settembre

    Lo sciamanesimo turco-mongolo e la sua eredità

    Lo sciamanesimo è stata la principale e più distintiva pratica culturale della civiltà turco-mongola delle origini. La stessa parola “sciamano” deriva infatti dall’altaico – cioè il gruppo linguistico a cui appartengono il turco, il mongolo e il tunguso – şaman, trapiantato per la prima volta nell’Europa nel ‘600 per indicare …

Agosto, 2014

  • 15 Agosto

    KIRGHIZISTAN: Cartoline da Bishkek

    Quando la mattina del 26 febbraio 2013 il volo TK 713 della Turkish Airlines atterrò a Bishkek, frenò più bruscamente del solito, e mi diede come l’impressione di uscire fuori pista. In realtà era  l’effetto ottico prodotto dalla velocità mentre fissavo le linee che delimitano la pista di atterraggio. Neanche …

  • 6 Agosto

    UZBEKISTAN: I karakalpaki e le rovine dell'antica Corasmia

    I karakalpaki sono senza dubbio una delle popolazioni meno note dell’Asia Centrale. Vivono nel Nord-Ovest dell’Uzbekistan, in cui costituiscono una repubblica autonoma. Parlano una lingua di ceppo turco. il loro numero è valutato fra i 390.000.e i 500.000. La capitale della regione è Nukus. Quasi mille chilometri in tutte le …

  • 4 Agosto

    ASIA CENTRALE: Si teme il vuoto di potere dopo il ritiro USA dall'Afghanistan

    I cambiamenti che avverranno entro quest’anno in Afghanistan con il ritiro della maggior parte delle truppe straniere, in primo luogo americane, suscitano agitazione e proccupazione in Asia Centrale. Ciò è apparso evidente nel corso della sessione del Consiglio dei ministri degli esteri dell’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (russo: „Shankhajskaja organizatsija …

  • 2 Agosto

    UZBEKISTAN: Le perle dell'Asia Centrale alla prova del ritiro USA

    Tra poco se ne andrà la maggioranza delle truppe straniere, soprattutto americane, dall’Afghanistan, lasciando un vuoto di potere che fatalmente si riverbererà anche sugli stati ex sovietici dell’Asia Centrale, in particolare su quello strategicamente più importante, l’Uzbekistan. Fra gli stati centro-asiatici confinanti con l’Afghanistan l’Uzbekistan possiede il più micidiale potenziale …

Luglio, 2014

  • 18 Luglio

    STAN-Project: alle porte d'Europa

    Un diario non va riattualizzato: tanto è successo nella regione degli stan dal nostro periodo di ricerca, dall’invasione delle milizie dell’Isis in Iraq, alla vittoria del partito di Erdogan nelle elezioni amministrative turche, dall’esplosione del conflitto ucraino alla svendita della maggiore industria di gas kirghisa alla Russia. A distanza di una manciata …

  • 11 Luglio

    STAN-Project: Kazakistan, oltre Borat e Nomad

    Non solo Borat. Se il Kazakistan è ai più conosciuto cinematograficamente tramite Borat, parodia del kazako medio antisemita che parte per l’America per apprenderne e rubare i modelli culturali occidentali, la filmografia ha offerto anche, in risposta a Borat, Nomad il film più costoso dell’area, 40 milioni di dollari. Commissionato …

  • 4 Luglio

    STAN-Project: Kirghizistan, quanto è vicina la Cina!

    “Qui non avete bisogno di alcuna registrazione, questo è un vero paese democratico!“ esulta l’oste a Bishkek, Kirghizistan. La lunga catena del Thian Shan sovrasta lo sguardo, si toccano i meno trenta gradi, l’aria è densa di cristalli di neve. L’arrivo in terra kirghiza è il meno tignoso di tutte …

Giugno, 2014

  • 27 Giugno

    STAN-Project: Uzbekistan, lontano dalla via della seta

    Già dalla sua mappa l’Uzbekistan rivela la prima delle sue originalità, con frontiere tracciate al righello, angoli concavi a delimitare il suo tracciato, linee perpendicolari che lo dividono dal Kazakistan. A ben vedere, la geografia naturale sembra aver avuto poco spazio nella divisione territoriale, rivelando l’artificiosità nazionale e una sua …

  • 26 Giugno

    Xinjiang: un mosaico di etnie

    Farfalle e trincee aveva parlato qui del museo di Urumqi, dove una vasta sala è riservata all’esposizione delle tredici maggiori etnie del Xinjiang. Nel post precedente si erano pubblicate le foto che ne ricostruicono i tratti e gli ambienti, ora vediamo di dare qualche informazione in più sul loro numero …

  • 19 Giugno

    Una Tienanmen di scarto, critica al giornalismo senza midollo

    Conoscere tutto è impossibile, un’impresa al di là delle possibilità umane. In una delle versioni della mitologia nordica Odino per bere alla fonte della conoscenza si cava un occhio e lo porge al gigante Mimir, custode della fonte, mentre due corvi vagano per il mondo con il compito di riportagli ogni giorno notizie. …

  • 6 Giugno

    TAGIKISTAN: Il Pamir è accerchiato. Cronache dal regno delle aquile

    Il Tagikistan è un paese di cui spesso Farfalle e trincee si occupa. Pur essendo abbastanza sperduto e sicuramente poco conosciuto questo paese centroasiatico si trova, geopoliticamente parlando, nel cuore dell’Eurasia. Qui tutte le contraddizioni dell’Asia Centrale vengono in supeficie, tanto più nel Gorno-Badakhshan, provincia autonoma nell’est del paese confinante con la Cina, l’Afghanistan …

  • 4 Giugno

    STAN-Project: Moynaq, requiem per un lago

    Mucche erranti in un paese di mare ricoperto di neve potrebbero sembrare elementi di una sognante scena felliniana. E’ questa è l’immagine che si ha arrivando a Moynaq, piccolo centro nella Repubblica del Karakalpakstan, Uzbekistan.  Il lago d’Aral – una volta il quarto più grande al mondo  – è scomparso, in …

Maggio, 2014

  • 26 Maggio

    CINA: Viaggio tra le tensioni del Xinjiang

    Ebbene si, sono scampato ad un attentato: 1° marzo 2014 – Kunming (Cina). Tre giorni prima di questa data stavo infatti litigando con una bigliettaia nella stazione dove sarebbero poi state accoltellate a morte diverse decine di persone. La Cina ha dichiarato che i responsabili, di questa ed altre azioni violente, sono …

  • 23 Maggio

    STAN-Project: Dicotomie turkmene

    Un centinaio di metri separa la frontiera iraniana da quella turkmena. Attraversare questo percorso è un salto intercontinentale tra donne dai tratti russi ed occhi asiatici, veli colorati e denti d’oro, che hanno il ruolo sociale del mercato, comprando tappeti iraniani ed importandoli nel loro misterioso paese. All’improvviso le donne …

  • 18 Maggio

    TAGIKISTAN: La danza dell’aquila

    L’aquila è un rapace venerato in molte culture. Presente nella mitologia greca e nei geroglifici egiziani, cavalcatura di Vishnu (col nome di Garuda) per gli indiani ed associata al Dio del tuono per gli irochesi; l’aquila è forse tra gli animali più pregni di simbologia, e lo stesso accade in …

  • 16 Maggio

    STAN-Project: 20.410 chilometri tra Asia ed Europa

    Accampamento, regione, terra di, appartamento, sono molteplici i significati di stan, suffisso di molti paesi centro-asiatici e al contempo parola diffusa in idiomi diversi. La grande nebulosa degli stan è più vasta di quanto si pensi e si estende dai Balcani all’Iran, dalla Turchia al Kazakistan, dalla Russia all’Iraq, definendo, …

Aprile, 2014

  • 28 Aprile

    ASIA CENTRALE: Nominato un nuovo inviato speciale UE

    Ad inizio aprile, Catherine Ashton ha annunciato la nomina di un nuovo Inviato Speciale dell’Unione Europea per il Centro Asia. Si tratta dell’ungherese Janos Herman, funzionario del Servizio Europeo per l’Azione Esterna (SEAE). Cosa è successo Lo scorso Febbraio, la Rappresentante Speciale (RSUE) per il Centro Asia, l’ambasciatrice tedesca Patricia …

  • 15 Aprile

    KIRGHIZISTAN: La Russia allunga le mani su gas e aeroporti

    La longa manu di Gazprom si allunga sull’Asia Centrale: il 10 aprile il gigante energetico ha annunciato, attraverso il suo presidente Aleksej Miller (viceministro dell’Energia), di aver rilevato il 100% delle azioni di KyrgyzGaz, l’azienda statale che gestisce il gas naturale del Kirghizistan. L’acquisizione, a cui il parlamento kirghiso aveva …

Marzo, 2014

  • 28 Marzo

    KIRGHIZISTAN: Buzkashi, davvero solo un gioco?

    di Cono Giardullo La festa 21 Marzo 2014. Equinozio di primavera. In Centro Asia semplicemente Nooruz. La festività ha origini persiane e significa in lingua farsi “Nuovo giorno”, poiché segna l’inizio del nuovo anno solare. Le ultime nevi si sono sciolte la settimana scorsa a Bishkek, e ho due possibilità …

Novembre, 2013

  • 11 Novembre

    TAGIKISTAN: Finita la scampagnata del voto si torna alla stagnazione democratica

    In Tagikistan si sono chiuse le urne elettorali, ed i risultati che ne sono emersi non hanno stupito nessuno. La quarta rielezione di Emomali Rakhmon a Presidente della Repubblica Tagika era assolutamente scontata, riuscendo a mettere d’accordo sia gli osservatori dell’OSCE che i corrispondenti russi sul fatto che, nonostante lo spoglio …

Ottobre, 2013

  • 17 Ottobre

    TAGIKISTAN: Tutto rientra nella norma, l’opposizione resta senza candidata

    L’avventura di Oynihol Bobonazarova, unica reale sfidante di Emomalii Rakhmon alle prossime elezioni presidenziali, previste per novembre, è già finita. La candidata dell’opposizione, sostenuta dal Parito Social Democratico e dal Partito della Rinascita Islamica, non ha infatti raggiunto il numero minimo di firme necessario per l’approvazione della candidatura, fermandosi a …

  • 1 Ottobre

    TAGIKISTAN: Presidenziali 2013, la scommessa è donna

    Le elezioni nei regimi comunisti non sono mai state particolarmente avvincenti, e se qualcosa è cambiato nell’Europa orientale post-comunista lo stesso non si può dire per l’Asia Centrale. Qui infatti non ci sono stati, con l’eccezione khirgisa, terremoti politici, niente avanzate dell’estrema destra e nessun tracollo neoliberista. In Asia Centrale …

Settembre, 2013

  • 22 Settembre

    TAGIKISTAN: Tra fondamentalisti islamici e signori della guerra

    Il Tagikistan, la più remota delle repubbliche centroasiatiche, sembra essere sempre più al centro di complessi giochi diplomatici tra le grandi potenze, soprattutto in virtù del suo estesissimo confine con l’Afghanistan. Questo interesse da parte di attori esterni potrebbe innescare una serie di reazioni a catena in un paese ancora …

  • 2 Settembre

    ASIA CENTRALE: Il deserto della dissidenza. Storia di un museo

    Quella della collezione Savitsky è una storia assolutamente affascinante, degna epopea d’altri tempi. Una vicenda poco nota, persa ai confini del deserto del Karakum, tra Turkmenistan ed Uzbekistan e per l’esattezza a Nukus, la capitale della regione uzbeka autonoma del Karakalpakstan, la stessa dove si trova anche il lago d’Aral, perlomeno la sua parte meridionale. …

Agosto, 2013

  • 29 Agosto

    ASIA CENTRALE: La marmotta atomica, ovvero la peste e l’eredità sovietica

    Il recente caso di peste bubbonica apparso in Kirghizistan è stato dichiarato dalle autorità sanitarie locali circonscritto, escludendo possibili future epidemie, tuttavia la vicenda riapre la spinosa questione dei lasciti tossici e biologici del fu impero sovietico in Asia Centrale. Proprio per via della peste kirghisa i media locali hanno messo in rilievo come in Kazakistan gli …

  • 27 Agosto

    KIRGHIZISTAN: torna la peste bubbonica, economia e turismo a picco

    Le autorità kirghise hanno dichiarato che la morte di un ragazzo di circa 15 anni, avvenuta nei pressi del lago Issyk-Kul, è dovuta al batterio responsabile della peste bubbonica. Ironia della sorte vuole che la zona in cui è avvenuto il contagio sia la stessa da cui originò l’epidemia che sconvolse l’Europa nel XIV secolo. …

  • 26 Agosto

    ASIA CENTRALE: Instabilità e contese regionali

    Le notizie che giungono dalla regione centroasiatica non fanno che confermare quanto si conosce già da molto tempo, ossia che una delle aree geopoliticamente più importanti del pianeta è completamente instabile. Tuttavia non è possibile fare a meno di fare i conti con l’Asia Centrale, posta tra Russia, Cina e Afghanistan, e per giunta a …

  • 21 Agosto

    KAZAKISTAN: Ripulito il sito nucleare di Semipalatinsk, un successo della cooperazione Usa-Russia

    Per 17 anni, dal 1996 al 2012, scienziati russi e statunitensi hanno collaborato segretamente per rimuovere centinaia di chili di plutonio e uranio da una ex base militare sovietica, situata nella steppa del Kazakistan orientale. È quanto riferisce il New York Times, citando un rapporto pubblicato la scorsa settimana dal …

  • 17 Agosto

    RUSSIA: I poveri fanno paura. Storie di emigrazione dall'Asia Centrale

    Le steppe centroasiatiche, un tempo percorse da tribù nomadi in cerca di nuovi pascoli per le loro mandrie, sono oggi percorse da sciami di emigranti in cerca di lavoro e di un futuro migliore. E la speranza si chiama Russia, anche per via della precedente appartenenza comune all’Unione Sovietica, tuttavia …

Luglio, 2013

  • 16 Luglio

    KAZAKHSTAN: Le ombre del caso Ablyazov e le furbate italiane

    La vicenda legata all’espulsione della moglie dell’oligarca kazako Ablyazov sta scuotendo la vita politica italiana, le responsabilità (gravi) non mancano e molti sono i torbidi. Farsi domande è il compito di chi fa informazione, le risposte spettano ad altri. Doveroso è mostrare quegli elementi che difficilmente possono essere derubricati a …

  • 16 Luglio

    KAZAKHSTAN: Altro che dissidente. Chi è Ablyazov, l'oligarca in fuga

    L’espulsione della moglie e della figlia del dissidente kazako Ablyazov è diventata uno scandalo nazionale. I giornali si rincorrono cercando di strumentalizzare la vicenda a favore di questa o quella parte politica. Ma la realtà è assai più complessa e molte sono le zone grigie. Cominciamo da lui, chi è …

  • 9 Luglio

    KAZAKISTAN: Un ponte a rischio di crollo

    Il colosso centroasiatico risulta a tutt’oggi essere un paese in bilico tra speranze future e promesse non mantenute; promesse ben rappresentate dalla presidenza kazaka dell’OSCE (Organization for Security and Co-operation in Europe ) nel 2010.  La sua posizione geografica ne fa un vero e proprio ponte tra est ed ovest, ma ne rende anche difficile la condotta …

  • 4 Luglio

    RUSSIA: Fallisce il lancio del "Proton", paura per la nube tossica

    DA MOSCA – A quanto pare, nel settore spaziale russo le cose vanno di male in peggio, provocando panico e smarrimento nelle stanze del potere. E anche preoccupazioni di carattere economico. Il fallito lancio del missile-vettore “Proton-M”, con tre satelliti “Glonass-M”, che la notte del 1° luglio è precipitato ed è …

  • 4 Luglio

    ASIA CENTRALE: Il rapimento della sposa in Kirghizistan, in gioco diritti ed identità

    La nuova legge che inasprisce le pene per il rapimento delle spose, dopo sei mesi dalla sua entrata in vigore a seguito di un lungo, e contestato, iter burocratico, può ormai essere ritenuta un importante punto di riferimento per le campagne dei diritti civili in Kirghizistan. La spinta verso l’approvazione …

Giugno, 2013

  • 20 Giugno

    ASIA CENTRALE: L’islam e le nuove generazioni, quale convivenza?

    La vita al tempo dell’Unione Sovietica per i musulmani dell’Asia Centrale non è stata facile. Dopo un inizio promettente, grazie alle politiche religiose di Lenin, le cose cambiarono radicalmente con l’avvento al potere di Stalin. L’URSS stalinista cancellò la larga libertà religiosa concessa all’islam, visto come il più pericoloso nemico …

  • 7 Giugno

    ASIA CENTRALE: La Via della Spada, l’eroina afghana inquieta Mosca

    Uno degli aspetti, forse sottovalutato, legati al ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan è quello della lotta al narcotraffico. La produzione di eroina in Afghanistan risulta, dalle ricerche del Federal Drug Control Service of the Russian Federation (FSKN), in costante aumento e si ritiene che la partenza statunitense del 2014 non …

  • 5 Giugno

    KIRGHIZISTAN: Contro la base americana

    DA MOSCA – Si prospettano nuovi cambiamenti in Asia Centrale, dove diversi attori, i paesi dell’area più le “grandi potenze” (Russia, USA, Cina) cercano di adattarsi nel modo più vantaggioso alla nuova situazione creata dal crollo dell’URSS e dal conseguente “vuoto” geopolitico. Questa volta l’iniziativa parte dal Kirghizistan il cui …

Aprile, 2013

  • 18 Aprile

    UZBEKISTAN: La guerra delle rotaie, la tensione corre sui binari dell'Asia centrale

    In Asia Centrale può accadere che costruire una linea ferroviaria che unisca due luoghi della stessa nazione diventi un problema internazionale, ed è proprio quello che sta avvenendo in Uzbekistan con la linea che, secondo le autorità, entro cinque anni dovrà unire la capitale, Tashkent, alla valle di Ferghana, valicando …

Febbraio, 2013

  • 15 Febbraio

    ASIA CENTRALE: Tra Russia e Cina, sottili equilibri e conflitti in potenza

    Parlare dell’Asia Centrale è sempre difficile perchè, citando Pirandello, è “uno nessuno e centomila”. Infatti se da un lato stiamo parlando di una regione ben precisa dall’altro le differenze tra le cinque repubbliche centroasiatiche sono talmente notevoli da rendere vano un discorso unitario. Ma l’Asia Centrale rischia di essere anche …

Gennaio, 2013

  • 31 Gennaio

    KIRGHIZISTAN: La Valle di Fergana, una bomba pronta ad esplodere

    Una delle regioni più calde dell’Asia Centrale torna a far parlare di sé, ed ancora una volta a causa di scontri etnici tra uzbeki e kirghisi. La Valle di Fergana, la regione più fertile e densamente popolata dell’Asia Centale, è un vero e proprio mosaico di etnie, e nemmeno l’ingegneria …

  • 14 Gennaio

    ASIA CENTRALE: Archiviato un temuto 2012 ci si prepara al futuro, incerto

    La fine del mondo prevista (?) dai Maya non c’è stata, così come non c’è stato in Asia Centrale il “contagio” delle cosiddette primavere arabe previsto da alcuni analisti e temutissimo dai regimi della regione. Il 2012 centroasiatico non ha infatti visto dimostrazioni di piazza, come invece successo in Russia, …

Dicembre, 2012

  • 27 Dicembre

    KAZAKISTAN: Zhaikmunai, gas, petrolio e segreti

    Cui prodest? A chi giova che Eni e Gazprom abbiano stretto un’intesa per la realizzazione del gasdotto South Stream? Perché, come ha sostenuto un anonimo ex dirigente del colosso degli idrocarburi, Eni si è «tagliata le palle» lasciando che fossero i russi ad imporre i prezzi del gas, invece di …

Novembre, 2012

  • 2 Novembre

    TAGIKISTAN: Calcio e potere, e il figlio del presidente

    Rustam Èmomalī ha giocato in attacco per i due volte campioni del Tagikistan dell’Istiķlol Dušanbe, squadra di cui è anche stato capitano, presidente, proprietario e fondatore. Nel novembre 2010 è stato nominato vicepresidente della federcalcio tagika e dal gennaio 2012 ne è presidente. Da febbraio fa parte del comitato di …

Ottobre, 2012

  • 15 Ottobre

    Nobel per la Pace all'Unione Europea, sono europeista e non lo accetto

    Chi scrive è europeista, culturalmente e politicamente. Poiché la comune identità europea è evidente agli occhi di chiunque abbia viaggiato un pochino nel vecchio continente, di chiunque abbia letto Joyce, Goethe, Pessoa, Milosz, Orwell, Baudelaire, Keats, Brecht, di chiunque abbia visitato San Vito a Praga, la Saint Chapelle a Parigi, …

Settembre, 2012

  • 18 Settembre

    UZBEKISTAN: Dagli Usa un possibile sostegno al regime di Karimov

    # PARTE QUARTA: Uzbekistan L’Asia Centrale si sta posizionando in attesa dalla fine della missione ISAF in Afghanistan nel 2014. Il ritiro delle truppe occidentali promette a questi paesi, soprattutto Kirghizistan, Tagikistan e Uzbekistan determinati vantaggi, sia di carattere economico che strategico. I tre paesi indicati sperano di beneficiare delle …

  • 14 Settembre

    TAGIKISTAN: Russia ed Usa tra basi in affitto e doveri da compiere

    # PARTE TERZA: Tagikistan La fine della missione ISAF in Afghanistan, con il ritiro delle forze NATO, degli americani ed altri, è prevista per il 2014, salvo complicazioni e imponderabili legati alla nuova presidenza americana, nonchè all’evolversi della situazione geostrategica generale. Anche dopo il ritiro dall’Afghanistan, è ovvio, gli americani …

Agosto, 2012

  • 29 Agosto

    KIRGHIZISTAN: La base di Manas tra russi ed americani, un punto della situazione

    # PARTE SECONDA: Kirghizistan In Asia Centrale gli americani, in sostanza, hanno una base militare, più esattamente il Centro di transito (Transit Center) delle Forze armate USA, situato sull’area dell’aeroporto internazionale “Manas” presso Bishkek, in Kirghizistan. Il Pentagono si serve di questa “facility” a partire dal 2001, però nel marzo …

  • 24 Agosto

    ASIA CENTRALE: Con gli Usa o con la Russia? Una questione di soldi

    # PARTE PRIMA – Afghanistan e Pakistan La situazione geopolitica e militare dell’Asia Centrale ex sovietica è destinata a modificarsi nei prossimi mesi e anni. Quell’area, che in passato fu il “cortile di casa” dell’URSS, si trova oggi ad essere contesa fra interessi dei russi (“protettori” tradizionali), degli americani (che …

Luglio, 2012

  • 26 Luglio

    TAGIKISTAN: Come far fruttare il buco nero afghano

    La capitale del Tagikistan ultimamente e’ al centro di un gioco diplomatico che si svolge su diversi tavoli, e Dushanbe sembra voler giocare la parte del baro. In Tagikistan infatti nell’arco di breve tempo si sono susseguite visite ufficiali di delegazioni russe, statunitensi ed indiane, tutte aventi come obiettivo la …

  • 19 Luglio

    ASIA CENTRALE: La base russa e le richieste "inaccettabili" del Tagikistan

    In Asia Centrale la Russia non ha problemi solo con l’Uzbekistan. Anche il Tagikistan, repubblica musulmana sunnita di lingua persiana, si mette di traverso. Sul suo territorio infatti, è dislocata la base militare 201, con 6.000 soldati la più grande base russa fuori dei confini della Federazione. La base è …

  • 13 Luglio

    UZBEKISTAN: A Tashkent presto una base statunitense?

    È da tempo ormai che la Russia di Putin/Medvedev guarda con sospetto all’Uzbekistan e ai suoi movimenti ritenuti “poco chiari”. L’Uzbekistan è sempre stato “un gatto che se ne va in giro per conto suo” (koška, kotoraja guljaet sama po sebe) ha scritto sul Moskovskij komsomolec Konstantin Zatulin, direttore dell’”Istituto …

  • 12 Luglio

    UZBEKISTAN: Tashkent esce dall'alleanza anti-atlantica. Le ragioni di un'insofferenza

    Nella nota inviata dal ministero degli Esteri uzbeko alla segreteria dell’Organizzazione del Trattato sulla Sicurezza Collettiva (russo ODKB, uso internazionale in inglese CSTO) sono spiegate in modo non convincente le ragioni dell’uscita dell’Uzbekistan dal trattato. Ricordiamo che il CSTO è l’organizzazione militare (da alcuni considerata un “anti-NATO”) costituita dalla Russia …

  • 5 Luglio

    UZBEKISTAN: Tashkent volta le spalle a Mosca, destabilizzando la regione

    L’Uzbekistan, con una decisione improvvisa ma non inaspettata, rischia di compromettere seriamente gli sforzi russi per ricreare una propria sfera di influenza in Asia Centrale, mettendo a repentaglio la stabilita’ stessa della regione. Il governo uzbeko ha infatti recentemente annunciato ufficialmente di non ritenersi piu’ membro della CSTO (Collective Security …

  • 4 Luglio

    UZBEKISTAN: Tashkent tra Russia, Usa e problemi dell’Asia centrale

    L’Uzbekistan ha informato la segreteria dell’Organizzazione del Trattato sulla Sicurezza Collettiva (acronimo russo ODKB, inglese CSTO), l’organizzazione militare guidata dalla Russia nell’ambito della CSI, che esso “sospende” la sua partecipazione all’attività di questa organizzazione. Una fonte diplomatica russa ha osservato che negli ultimi anni l’Uzbekistan ha spesso dimostrativamente rifiutato di …

  • 4 Luglio

    ASIA CENTRALE: Le conseguenze del ritiro americano dall'Afghanistan

    Riportando tutto a casa è il titolo di uno dei primi e più toccanti album dei Modena City Ramblers, una band che si autodefinisce combat folk, ma anche quello che l‘esercito statunitense si sta apprestando a fare in Afghanistan. E’ infatti ufficiale, almeno stando a quanto dichiarato da Barack Obama, …

Giugno, 2012

  • 20 Giugno

    KAZAKHSTAN: Zhanaozen, la sentenza. Tra repressione e assoluzione

    Zhanaozen è da mesi al centro delle attenzioni del regime kazako. Nel dicembre 2011, dopo mesi di proteste, gli operai della città petrolifera di  Zhanaozen, hanno scatenato una rivolta che a sua volta è stata seguita da una dura repressione poliziesca. La vicenda East Journal ha seguito nel suo svolgersi, è …

  • 9 Giugno

    KIRGHIZISTAN: Tra democrazia e fast food

    DA LONDRA. L’Asia Centrale, come si sa, non brilla certo per rispetto dei diritti umani e per i suoi regimi democratici. I richiami di organizzazioni come Human Rights Watch sono all’ordine del giorno e, come già scritto da East Journal, anche l’Unione Europea preme per una democratizzazione politica al fine di garantire …

Maggio, 2012

  • 18 Maggio

    UZBEKISTAN: Eccidio di Andijan, un anniversario interessatamente dimenticato

    di Pietro Acquistapace DA LONDRA – Ricorre in questi giorni l’anniversario di quella che è una delle pagine più nere della recente storia centrosiatica: ossia l’eccidio di Andijan. Tra il 12 ed il 13 maggio 2005 una folla di dimostranti attaccò la locale prigione per liberare 23 detenuti, scapparono poi …

Aprile, 2012

  • 26 Aprile

    TURKMENISTAN: La corsa futurista di Berdymukhamedov

    di Pietro Acquistapace Gurbanguli Berdymukhamedov si sta confermando come uno dei capi di Stato piu’ scenografici e retorici del pianeta. Sebbene l’era di Nyazov sia forse ineguagliabile, con statue dorate che ruotano con il sole ed una capitale che di notte cambia colore, l’attuale presidenta turkmeno dimostra di esserne il …

  • 20 Aprile

    MONGOLIA: Corrotti e corruttori, accuse reciproche tra governo e opposizione

    di Pietro Acquistapace A seguito di un’accusa per corruzione e’ stato arrestato Nambaryn Enkhbayar, ex Presidente della Repubblica mongola. Poche ora prima lo stesso aveva dichiarato ai cronisti la sua intenzione di rendere pubblico quanto in suo possesso, compresi documenti governartivi secretati per motivi di sicurezza nazionale, per dimostrare che …

  • 12 Aprile

    TAGIKISTAN: Il Nowruz tra business e speranza

    Si è celebrata in Tajikistan la terza giornata internazionale di Nowruz, il capodanno persiano, e si è tenuta la quinta conferenza regionale per la cooperazione economica in Afghanistan, in un contesto ricco di spunti per determinare il futuro politico-economico dell’area di influenza iraniana. Alla cerimonia svoltasi a Dushanbe, la capitale …

  • 10 Aprile

    KAZAKHSTAN: Astana divide et impera. Occhi puntati su Zhanaozen

    di Pietro Acquistapace East Journal torna ad occuparsi della triste vicenda di Zhanaozen, la città kazaka dove in dicembre, nel corso di scontri tra scioperanti dipendenti della locale industria petrolifera e la polizia, almeno 16 persone hanno perso la vita. E torniamo ad occuparci della vicenda in occasione del processo …

  • 6 Aprile

    TURKMENISTAN: Ashgabad e Bruxelles, un'amicizia dovuta

    di Pietro Acquistapace Nonostante sia considerato uno degli stati più oppressivi del mondo continuano le aperture del Turkmenistan verso un sistema politico pluripartitico. E’ notizia di pochi giorni fa che il governo turkmeno starebbe lavorando alla creazione di due partiti politici su basi economico-sociali: il primo partito rappresenterebbe i contadini …

Marzo, 2012

  • 29 Marzo

    KAZAKHSTAN: L'inno nazionale, questo sconosciuto. Tra Borat e Ricky Martin

    di Pietro Aquistapace Il Kazakhstan sembra avere decisamente problemi con il proprio inno nazionale durante le cerimonie sportive: dopo il recente pasticcio della Vida Loca di Ricky Martin suonata invece dell’inno kazako all’apertura di una manifestazione sciistica nel nord del paese, ci si mette ora anche il Kuwait a fare …

Febbraio, 2012

  • 15 Febbraio

    TURKMENISTAN: Elezioni presidenziali, la pittoresca farsa di Berdymukhammedov

    di Pietro Acquistapace In Turkmenistan si sono tenute le elezioni presidenziali, ma in quello che è uno degli Stati più repressivi e isolati del mondo, dove il culto della personalità è assolutamente di casa, la cosa non fa notizia. Si aspettano gli esiti della votazione, la seconda dall’indipendenza del 1991, ma …

  • 1 Febbraio

    "Lo sai che ci sono i coreani in Uzbekistan?"

    La mia ragazza torna a casa e mi dice: “Lo sai che ci sono i coreani in Uzbekistan?“. La guardo e penso che abbia bevuto, generalmente confonde la Slovacchia e la Slovenia, Samarcanda con Trebisonda, e i paesi in -stan sono per lei tutti uguali. Quindi “i coreani in Uzbekistan” mi lasciano …

Gennaio, 2012

  • 31 Gennaio

    KAZAKHSTAN: Arresti e repressione non fermano il declino di un regime al bivio

    di Pietro Acquistapace Le notizie che giungono dal Kazakhstan in questi giorni confermano quanto già scritto da EJ nelle settimane scorse: il colosso centro asiatico si sta rivelando in tutta la sua debolezza. E lo sta facendo colpendo chi può maggiormente mettere in luce le crepe del sistema, ossia i …

  • 21 Gennaio

    KAZAKHSTAN: Le elezioni addomesticate premiano Nazarbayev

    di Pietro Acquistapace In Kazakhstan si sono svolte quelle che, a detta del governo, sarebbero dovute essere le prime elezioni democratiche, prevedendo infatti l’ingresso in parlamento di un partito di opposizione. Al termine della tornata elettorale è arrivato il comunicato ufficiale dell’OSCE, diretto dallo stesso Kazakhstan nel 2010, affermante che …

  • 12 Gennaio

    KAZAKHSTAN: Tra veti ed espulsioni, Astana si prepara alle elezioni

    di Pietro Acquistapace Abbiamo già parlato del complesso momento che sta vivendo il Kazakhstan, alle prese con scelte di politica estera non indifferenti, e con un’identità che continua a essere sfuggente. Proprio dal paese centroasiatico giunge una notizia, in realtà due, che illumina ulteriormente la situazione kazaka. Il 6 gennaio il …

  • 4 Gennaio

    KULTURA: Tagikistan, dalla luce all'oscurità. Come il governo censura il teatro

    di Giovanni Bensi da Mosca – La rappresentazione del nuovo musical tagiko “La luce dell’istruzione” (“Nuri ma’rifat”) è stata permessa solo dopo che gli autori del copione hanno accettato di cambiare il titolo dello spettacolo e di eliminare alcune scene nelle quali suona una critica delle autorità, oltre che frequenti …

Dicembre, 2011

  • 29 Dicembre

    UZBEKISTAN: Disastri ambientali in Asia centrale, un problema globale

    di Vittorio Giorgi* Si è tenuta recentemente a Tashkent, capitale dell’Uzbekistan, la tavola rotonda “Current Problems of Environmental Safety and Health Protection: Role of Civil Society Institutions in Solving Them” organizzata dal “Movimento Ecologico dell’Uzbekistan”, nella quale si sono presi in esame i maggiori problemi ecologici della regione. Primo su …

  • 20 Dicembre

    KAZAKHSTAN: Strage di regime contro gli operai di Zhanaozen

    pubblichiamo stralci dell’articolo di Astrit Dakli, tratto dal blog del Manifesto “Est Est Est”, in appoggio all’approfondimento di Pietro Acquistapace per una giornata che vogliamo dedicare a questa tragedia circondata dal silenzio dei media internazionali. Altri approfondimenti sulle strategie energetiche e politiche in Asia centrale li trovate qui e qui  di …

  • 20 Dicembre

    KAZAKHSTAN: Gli scontri di Zhanaozen e gli interessi di Astana. L'alleato della Russia guarda a Oriente

    di Pietro Acquistapace Il giorno dell’anniversario dell’indipendenza ha coinciso in Kazakhstan con un gravissimo episodio che ha portato alla ribalta uno scontro sindacale che dura ormai da mesi e che vede come protagonista la compagnia petrolifera KazMunayGas. Il 16 dicembre, nella cittadina petrolifera di Zhanaozen, sono scoppiati scontri tra manifestanti e …

  • 19 Dicembre

    KIRGHIZISTAN: Intrighi di palazzo a Bishkek

    di Christian Eccher In una lunga e toccante cerimonia che ha avuto luogo il 1 dicembre scorso, Roza Otunbajeva ha lasciato – con un mese di anticipo rispetto al termine inizialmente previsto – la Presidenza della Repubblica del Kirghizistan al vincitore delle elezioni del 30 ottobre 2011, Almazbek Atambajev. Il …

  • 16 Dicembre

    TAGIKISTAN: Voce grossa contro Mosca e il razzismo russo

    di Pietro Acquistapace La vicenda dei due piloti imprigionati in Tagikistan, che aveva portato ad un duro scontro diplomatico tra il paese centroasiatico e la Russia, continua anche dopo la liberazione dei due prigionieri, mettendo in luce una realtà spesso passata sotto silenzio. Il parlamento tagiko ha infatti esortato, su …

  • 7 Dicembre

    TURKMENISTAN: Tra Aşgabat e il progetto Nabucco c'è di mezzo l'Iran

    di Pietro Acquistapace Il recente attivismo turkmeno in politica estera, e in particolare l’apertura alle proposte fatte dall’Unione europea in campo energetico, potrebbe portare nuova luce sulla “crisi iraniana”. Il Turkmenistan infatti sarebbe un decisivo fornitore del gasdotto Nabucco. Proprio la ripresa dell’interesse per questo progetto va collegata alla recente …

  • 2 Dicembre

    TURKMENISTAN: Aşgabat fa ingelosire Mosca, accordi sul gas con la Cina

    di Pietro Acquistapace Il Turkmenistan sembra deciso a diventare un attore di primo piano nello scenario energetico dell’area centroasiatica. È infatti notizia recente che il presidente turkmeno Gurbanguly Berdymukhammedov e il suo collega cinese Hu Jintao hanno firmato un accordo per l’esportazione verso la Cina di 65 milioni di metri cubi di …

Novembre, 2011

  • 23 Novembre

    La Rete vista da Mosca e Pechino: una risoluzione Onu propone "maggiore controllo in nome della sicurezza"

    di Pietro Acquistapace In nome della sicurezza al giorno d’oggi ci si può permettere praticamente di tutto. Il 14 settembre 2011, nel corso della 66esima seduta dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Russia, Cina, Uzbekistan e  Tagikistan hanno presentato una risoluzione proponendo l‘adozione di un “codice di condotta per la sicurezza delle …

  • 19 Novembre

    RUSSIA: Tra espulsioni e condanne si acuisce la crisi con il Tajikistan

    di Pietro Acquistapace Sale la tensione tra Russia e Tajikistan per un’oscura vicenda che vede protagonisti il pilota russo Vladimir Sadovnichy e il pilota estone Alexei Rudenko, condannati ad otto anni e mezzo (in prima istanza a 10 anni e mezzo) per contrabbando e violazione delle norme di volo e …

  • 11 Novembre

    UZBEKISTAN: Il fashion che non ci piace

    di Pietro Acquistapace Come si può leggere sul sito di Human Rights Watch, una campagna di mobilitazione è riuscita a far cancellare dal programma della settimana della moda di New York (che si terrà nella primavera 2012) la prevista sfilata della linea di abbigliamento di proprietà di Gulnara Karimova, primogenita …

  • 9 Novembre

    KIRGHIZISTAN: Adesione all'Unione doganale. Un altro passo verso l’eurasia?

    di Pietro Acquistapace L’Unione doganale E’ del 20 ottobre la notizia che il consiglio interstatale della Comunità economica eurasiatica ha approvato l’adesione del Kirghizistan all’Unione doganale della quale fanno già parte Russia, Bielorussia e Kazakhstan. L’Unione nasce il 2 aprile 1997, come evoluzione di un accordo dell’anno precedente tra Russia …

  • 9 Novembre

    TAGIKISTAN: Un paese in blackout

    di Massimiliano Ferraro da Ecoinchiesta In Tagikistan l’arrivo dell’inverno è sinonimo di blackout. Le mancanze pilotate di corrente a causa della scarsità di acqua a disposizione delle centrali idroelettriche sono una consuetudine, ma quest’anno il periodo del risparmio energetico è stato annunciato dalle autorità con eccezionale anticipo. Già a settembre, …

  • 4 Novembre

    KIRGHIZISTAN ELEZIONI: Vince Atambajev, a grandi passi verso la democrazia

    di Christian Eccher DAL NOSTRO INVIATO A BISKEK – Le elezioni presidenziali in Kirghizistan si sono svolte regolarmente lo scorso 30 ottobre senza incidenti e senza brogli significativi. La prima repubblica parlamentare nella storia dell’Asia centrale sembra decisa a portare a termine il processo di democratizzazione cominciato nell’aprile del 2010, …

Settembre, 2011

  • 19 Settembre

    MONGOLIA: Desovietizzazione? Sì, ma alla mongola

    di Pietro Aquistapace Ulaan Baatar in mongolo significa città rossa, e rossa UB lo era davvero. Capitale di uno stato formalmente indipendente ma di fatto legato a filo doppio a Mosca, anche per via del tradizionale “non amore” verso la Cina (ci si chieda perché i mongoli non vanno in …

  • 13 Settembre

    MONGOLIA: Una sovranità a rischio

    di Pietro Acquistapace   La Mongolia è uno dei paesi al mondo con la più bassa densità abitativa. In un territorio grande quasi 5 volte l’Italia vivono circa 2,8 milioni di persone, di cui due terzi nella capitale Ulaan Baatar, comunemente detta UB. Proprio questo squilibrio rischia in futuro di …

  • 5 Settembre

    UZBEKISTAN: Un social network per scovare i dissidenti

    di Massimiliano Ferraro Immaginate uno dei regimi più repressivi del mondo, da sempre sulla lista nera per il mancato rispetto dei diritti umani, che improvvisamente decide di impegnarsi a promuovere la libertà di informazione attraverso i social network. Sembra una follia, eppure è ciò che sta accadendo proprio in questi …

Luglio, 2011

  • 5 Luglio

    ECONOMIA: L'Uzbekistan cerca investimenti stranieri, ma l'Europa è tiepida

    di Pietro Acquistapace Navoiy è la capitale dell’omonima provincia situata nel sud-ovest dell’Uzbeksitan, ricca di gas naturale e giacimenti di metalli preziosi. Dal 2 dicembre 2008 per decreto del Presidente Karimov è anche centro della Navoiy Free Industrial Economic Zone (FIEZ). Proprio in quest’area il governo uzbeko ha deciso di …

  • 1 Luglio

    UZBEKISTAN: Diritti umani, libertà d'espressione e lavoro minorile. L'Unione Europea resta a guardare

    di Pietro Acquistapace In occasione dell’incontro, tenutosi a Tashkent il 23 e 24 giugno, tra funzionari EU e rappresentati del governo uzbeko Human Rights Watch pone all’attenzione dell’opinione pubblica come a tutt’oggi, nonostante i numerosi ammonimenti dell’EU, siano almeno 13 le persone detenute nel paese per la loro difesa dei …

Maggio, 2011

  • 7 Maggio

    Mongol Rally, un'avventura attraverso l'Asia centrale

    Pubblichiamo una lettera del nostro Pietro, collaboratore di East Journal e attento osservatore dell’Asia centrale, in cui l’interessato ci racconta di un suo originale progetto di viaggio. Un viaggio di cui East Journal ha già ottenuto l’esclusiva e di cui pubblicherà il diario di bordo. Un viaggio avventuroso per regioni …

  • 3 Maggio

    TAGIKISTAN: La nuova via della droga

    Il nostro Massimiliano Ferraro ha pubblicato su Limes una analisi sulle nuove rotte del narcotraffico, che sempre più si indirizzano dall’Afghanistan verso l’Asia centrale. Un contenuto che ci sentiamo di riproporre, con il consenso dell’autore, lieti che qualcuno del nostro gruppo abbia trovato ospitalità in una così prestigiosa testata. di …

Aprile, 2011

  • 21 Aprile

    TAGIKISTAN: Ucciso il comandante dei ribelli musulmani

    di Massimiliano Ferraro   Sembrava un guerriero d’altri tempi ed è morto nell’unico modo possibile per uno come lui: combattendo fino alla fine. Abdullo Rakhimov, meglio noto come Mullo Abdullo, comandante della milizia musulmana attiva in Tagikistan, è rimasto ucciso in un raid delle forze governative lo scorso 15 aprile. …

  • 12 Aprile

    TURKMENISTAN: Armi made in Italy per i giacimenti del Caspio

    di Massimiliano Ferraro “Vedere una volta è meglio che sentire cento volte”, recita un vecchio proverbio turkmeno. Una frase calzante per spiegare l’indole del Turkmenistan, paese centrasiatico austero e rigoroso, dove si preferiscono di gran lunga i fatti alle parole. C’è da prenderli sul serio i turkmeni, specialmente ora che …

  • 11 Aprile

    KULTURA: Il grande gioco, geopolitica ottocentesca

    di Pietro Acquistapace recensione a Il grande gioco di Peter Hopkirk, edizioni Adelphi Esistono libri di viaggio ed esistono libri che fanno viaggiare. Questo libro fa decisamente viaggiare: nel tempo, nello spazio, nella storia, in sostanza altrove. Hopkirk ha la straordinaria capacità di immergere il lettore nelle vicende che narra, …

  • 5 Aprile

    KAZAKISTAN: Elezioni farsa e democratura

    di Matteo Zola   Si sono tenute le elezioni in Kazakistan, una farsa come sempre. E come sempre ha vinto Nazarbayev che guida il paese da quando, nel 1991, ha ottenuto l’indipendenza dall’Unione Sovietica. Il parlamento, che è costituito quasi interamente da membri del suo partito,  ha già votato una …

Marzo, 2011

  • 18 Marzo

    UZBEKISTAN: Niente rock, siamo uzbeki

    di Massimiliano Ferraro “Il rock e il rap sono esempi di musica satanica creata dalle forze del male per deviare le menti dei giovani uzbeki”. Incredibile ma vero, non si tratta di un’affermazione estrapolata dai deliri di qualche sedicente santone residente dalle parti di Tashkent, ma è ciò che ha …

  • 14 Marzo

    Le cinque repubbliche post-sovietiche dell'Asia centrale

    Dopo la caduta dell’Unione Sovietica le repubbliche dell’Asia centrale hanno tentato una via che portasse all’Occidente, mancandola. Presto divenute autocrazie, cercano ora nuove vie commercali e diplomatiche verso l’Asia: pur sempre sotto la pressione del potente vicino russo, esse guardano alla Cina e alla Turchia. Una sistemazione dell’area potrebbe venire …

  • 14 Marzo

    UZBEKISTAN: Una radio sfida il regime

    di Massimiliano Ferraro da Il Giornale del Friuli La vera notizia è che se ne parli. In Uzbekistan, dove il governo ha vietato ai mezzi di informazione ogni accenno alla rivoluzione in atto in Libia, una radio sta continuando a trasmettere l’evolversi della crisi. L’emittente Poytakht-Inform di Tashkent, 107,2 Mhz …

  • 7 Marzo

    TURKMENISTAN: Dove internet vale oro

    di Massimiliano Ferraro da Il Giornale del Friuli Il servizio internet più costoso del mondo? È in Turkmenistan! Questo semi-sconosciuto stato dell’Asia Centrale ha recentemente fatto registrare un vero primato da guinness: quasi 7000 dollari al mese per avere a disposizione un numero illimitato di ore di connessione ad alta …

Febbraio, 2011

  • 14 Febbraio

    KULTURA: Seta e veleni, racconti dall'Asia centrale

    di Giovanni Catelli Le terre dell’Asia centrale rappresentano da sempre per l’occidente un luogo favoloso, in cui la storia, la suggestione dei luoghi e l’impreciso fascino della distanza si mescolano a creare una fortissima attrazione. I tempi delle antiche culture, e dello splendore testimoniato da Marco Polo, sono però tramontati, …

Gennaio, 2011

  • 20 Gennaio

    KIRGHIZISTAN: Nasce la prima repubblica parlamentare dell'Asia centrale

    di Massimiliano Ferraro da Il Giornale del Friuli Buone nuove in Asia Centrale. L’agenzia di stampa Interfax ha recentemente annunciato la nascita della prima democrazia parlamentare di questa tormentata regione: il Kirghizistan. Dopo il violento golpe che lo scorso aprile ha rovesciato il regime di Kurmanbek Bakiev, il parlamento ha …

  • 11 Gennaio

    TAGIKISTAN: La nuova prima linea dell’estremismo islamico

    di Massimiliano Ferraro da Il Giornale del Friuli Il Tagikistan è un paese misterioso. Così misterioso che perfino il nostro “venerabile” Licio Gelli, uno che di misteri se ne intende, non ha disdegnato di ricoprire cariche diplomatiche internazionali per questo piccolo paese dell’Asia Centrale. Sette milioni di abitanti, nessuno sbocco …

Dicembre, 2010

  • 17 Dicembre

    Kazakhstan: Astana, la capitale "illuminata"

    di Valerio Pierantozzi* Può una città essere stata progettata per diventare una sorta di capitale massonica del Nuovo Ordine Mondiale? È quello che pensano molti complottisti riguardo Astana, la capitale del Kazakistan. D’altronde “Astana” è l’anagramma di “Satana”. E da qui ad arrivare al dominio del mondo il passo è …

Aprile, 2010

  • 8 Aprile

    Lettere dalla Kirghisia

    “Un paese straordinario dove ognuno sembra poter gestire il proprio destino e la serenità permanente non è un’utopia, ma un bene reale e comune. Nel paese di Kirghisia tutti lavorano solo 3 ore al giorno: il resto del tempo è dedicato a se stessi, all’amore, alla famiglia, ai figli, alla …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com