Umberto Guzzardi

Nato a Novara nel 1991, appassionato di geopolitica, relazioni internazionali, storia antica e moderna, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l'Alma Mater Studiorum Università di Bologna sede di Forlì. Ha trascorso vari periodi di studio all'estero, tra cui uno in Lituania ed un altro a Buenos Aires, per la scrittura della tesi magistrale. Atualmente è Ricercatore presso Wikistrat, e collabora anche con il Caffè geopolitico, dove si occupa di America latina e Sud-est asiatico.

L’EPOPEA DELL’ASIA CENTRALE: I Mongoli e Tamerlano

Terzo appuntamento con "L'Epopea dell'Asia centrale". In questo articolo si narra delle invasione mongole, che devastarono l'Asia centrale e portarono alla creazione di tre grandi imperi. Dopo solo un secolo tuttavia, questi imperi entrarono in profonda crisi, creando nel loro disfacimento una serie di nuovi regni più piccoli.

Leggi tutto

ASIA CENTRALE: Occhi puntati sul nuovo Iran

I Paesi dell'Asia centrale guardano al nuovo Iran con un misto di interesse e sospetto. Da un lato il Kazakistan ed il Turkmenistan vedono in Teheran la via d'accesso per il Medio Oriente e l'Europa. Dall'altro però gli altri Paesi dell'area hanno il timore che il governo degli ayatollah aiuti i movimenti islamici dell'area.

Leggi tutto

ASIA CENTRALE: L’epoca delle grandi svalutazioni

Il crollo del prezzo delle materie prime e la svalutazioni di rublo e yuan hanno posto le valute nazionali dei Paesi dell'area, precedentemente relativamente stabili, in una situazione molto delicata. Una serie di svalutazioni hanno fatto aumentare il clima di incertezza, mentre l'erosione dei risparmi rischia di avere effetti destabilizzanti sui governi dell'area.

Leggi tutto

ASIA CENTRALE: Le strategie dell’Unione Europea

Il 21 Dicembre si è celebrato l'XI Incontro Ministeriale tra Unione Europea ed Asia centrale. L'UE ha promesso aiuti economici ed ha firmato con il Kazakistan un documento per approfondire la collaborazione. Tuttavia, queste azioni difficilmente apriranno una nuova era nei rapporti tra Asia centrale ed UE, la quale continua ad essere un attore secondario

Leggi tutto

ASIA CENTRALE: Anche la Turchia nel grande gioco

Fin dal crollo dell'Unione Sovietica, la Turchia ha avviato una politica di collaborazione con i Paesi dell'Asia centrale, facendo leva soprattutto sui legami etnici e culturali. Nonostante ciò, la Turchia continua ad essere solo un attore di secondo livello nel grande gioco per l'influenza sull'area, come sta venendo dimostrato anche dalla recente crisi tra Ankara e Mosca

Leggi tutto

ASIA CENTRALE: La reale minaccia dell’Isis

I presidenti dell'Asia centrale hanno più volte mostrato di temere la minaccia dell'Isis, che in questa regione ha uno dei suoi bacini di reclutamento. Un analisi dei numeri attuali mostra però che questa minaccia è stata ingigantita, mentre molti temono che l'Isis venga usato come una giustificazione per una politica repressiva anchora più dura

Leggi tutto

RUSSIA: Nuvole oscure sul futuro dell’Unione Eurasiatica

L'Unione Economica Eurasiatica avrebbe dovuto essere un mezzo per incrementare l'influenza della Russia sui Paesi che un tempo fecero parte dell'Unione Sovietica e per rafforzare la propria posizione di grande potenza. Purtroppo però per il Cremlino, sembra che la realtà sia ben diversa dai progetti, ed il futuro dell'Unione Eurasiatica appare sempre meno promettente

Leggi tutto

TURKMENISTAN: Felicità è avere più gasdotti

Oggi completamente dipendente dal mercato cinese, il Turkmenistan sta pensando a come diversificare i propri acquirenti energetici. Un primo progetto è per un gasdotto che attraversi Afghanistan e Pakistan, fino all'India - ma i rischi di sicurezza sono alti. Un altro, con la collaborazione iraniana, bypasserebbe i due per raggiungere l'India via mare.

Leggi tutto

OSSEZIA DEL SUD: Il controllo russo scorre insieme al gas

Sperduta tra le montagne del Caucaso, al confine tra Russia e Georgia, si trova l’Ossezia del Sud, una piccola regione de iure parte della Repubblica di Georgia, e de facto repubblica autonoma sotto l’ombrello russo. Il governo della capitale Tskhinvali aveva proclamato la sua indipendenza fin dal 1990, sulle rovine …

Leggi tutto
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Privacy Preference Center