EVENTI: La rotta invisibile. Migranti e solidarietà nei Balcani. Venerdì 25 a Torino

La rotta invisibile. Migranti e solidarietà nei Balcani

Venerdì 25 novembre 2016 – ore 19
Con Chiara Milan (Centre on Social Movement Studies, Scuola Normale Superiore, Pisa)

Terzo appuntamento di “Discorsi da bar”, gli incontri organizzati da East Journal e Associazione Most al circolo Polski Kot a Torino.

Da settembre 2015 a marzo 2016 circa 700.000 migranti e richiedenti asilo, provenienti in maggior parte da Siria, Afghanistan, Iran, Iraq e Pakistan, hanno attraversato la cosiddetta rotta balcanica.
Da Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia, la rotta portava verso l’Austria e la Germania, risalendo Macedonia, Serbia, Croazia e Slovenia.
Da marzo 2016, la rotta non è più percorribile in modo legale in seguito alla chiusura delle frontiere. Eppure centinaia di persone continuano a tentare l’attraversamento dei confini affidandosi, come unica possibilità, a trafficanti di esseri umani senza scrupoli.
Nonostante violenze, incarcerazioni e umiliazioni subite in questo lungo ed estenuante viaggio, sono state molte le iniziative di solidarietà dal basso, organizzate da comitati locali e semplici cittadini, per offrire supporto a rifugiati e migranti che percorrevano la rotta balcanica.
Durante l’incontro percorreremo a tappe la rotta balcanica, soffermandoci a conoscere le iniziative che organizzate per superare confini e barriere, fisiche e mentali. L’autrice ha condotto circa trenta interviste con attivisti, volontari, rifugiati e comitati spontanei di cittadini in Grecia, Macedonia, Serbia, Croazia, Slovenia e Austria.

Chiara Milan è ricercatrice all’Istituto di Scienze Umane e Sociali all’Università Normale di Pisa. PhD presso l’Istituto Universitario Europeo di Firenze. I suoi interessi di ricerca si concentrano sui movimenti sociali nell’area post-jugoslava. Attualmente lavora come ricercatrice nell’ambito del progetto intitolato “Azioni collettive e la crisi dei rifugiati”, per il quale studia le iniziative di solidarietà dal basso organizzate in supporto ai rifugiati che hanno percorso la cosiddetta “rotta balcanica” durante il 2015 e il 2016. Collabora con East Journal e Osservatorio Balcani Caucaso.
Introduzione di Alfredo Sasso (East Journal, Associazione Most)

Inizio alle ore 19.00.
Prima dell’incontro (dalle 18.30 alle 19), riunione per le informazioni e iscrizioni a PARS ORIENTALIS, il nostro corso di politica internazionale
Dopo l’incontro aperitivo tipico.
Qui il link all’evento FB

 

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

inquinamento

BALCANI: Inquinamento record nelle città, a Belgrado i cittadini protestano

A fine ottobre le principali città dei Balcani sono state tra le più inquinate al mondo, Belgrado in testa, dove i cittadini hanno iniziato a manifestare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: