Croazia e Slovenia, il confine ancora conteso

6a010536339ab6970b0111689733e6970c-800wi

La Slovenia ha respinto la richiesta fatta ieri, 25 maggio, dalla Croazia di sbloccare il negoziato per l’adesione di Zagabria all’Unione europea.

Parlando con i giornalisti a Lubiana, il premier, Borut Pahor, ha detto che la Slovenia non togliera’ il blocco fino a quando la Croazia non ritirera’ dal processo negoziale tutta una serie di ”documenti contestati” con i quali Zagabria cercherebbe di pregiudicare l’esito della disputa di confine fra i due Paesi.

”Se la Croazia non ritirera’ i documenti contestati presentati alla Commissione europea, la Slovenia non ritirera’ il suo veto”, ha detto Pahor citato dall’agenzia croata Hina. La Slovenia blocca da dicembre il negoziato di adesione della Croazia alla Ue a causa di una vecchia disputa su un tratto della frontiera marittima e terrestre fra i due Paesi.

(ANSA Balcani)

Chi è Matteo Zola

Giornalista professionista e professore di lettere, classe 1981, è direttore responsabile del quotidiano online East Journal. Collabora con Osservatorio Balcani e Caucaso e EastWest. E' stato redattore a Narcomafie, mensile di mafia e crimine organizzato internazionale, e ha scritto per numerose riviste e giornali (Nigrizia, Il Tascabile, il Giornale, Il Reportage). Ha realizzato reportage dai Balcani e dal Caucaso, occupandosi di estremismo islamico e conflitti etnici. E' autore di "Congo, maschere per una guerra", Quintadicopertina editore, Genova, 2015; e di "Revolyutsiya - La crisi ucraina da Maidan alla guerra civile" (curatela) Quintadicopertina editore, Genova, 2015.

Leggi anche

Tito

Hotel Tito, i cinesi e il turismo della memoria

Per una dolorosa e beffarda ironia della storia, l’Hotel Tito potrebbe davvero divenire un hotel. I cinesi si sono comprati la scuola politica della Lega dei comunisti jugoslava con l'intenzione di farne un'attrazione turistica...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: