ELEZIONI RUSSIA / 5 – Centenari al voto, alla salute dello Zar

di Alessandro Mazzaro

A 109 anni al seggio elettorale. E’ quanto accaduto oggi in Inguscezia, durante le operazioni di voto per le elezioni parlamentari russe. “Burukhan Kastoyeva – ha dichiarato il membro della commissione elettorale della zona a Ria Novosti – nata nel 1902, dal villaggio di Nizhniye Achaluki, è l’elettore più anziano fino a questo momento”. In tutto, la Russia ha più di 4.500 elettori oltre  i 100 anni di età, e sono molti quelli che, sfidando il freddo, si sono recati presso i seggi ad esprimere il proprio voto.

Varvara Oglobina da Kursk, nella Russia centrale, ha festeggiato il suo 100 ° compleanno proprio il giorno delle elezioni. Informati della cosa i membri della commissione elettorale locale, oltre a porgerle le schede elettorali, le hanno regalato un mazzo di fiori. “Non ho mai perso le elezioni nella mia vita. Visitare un seggio elettorale è stata come una vacanza per me”, ha affermato Oglobina, nata nella Russia zarista di Nicola II.

Chi è Matteo Zola

Giornalista professionista e professore di lettere, classe 1981, è direttore responsabile del quotidiano online East Journal. Collabora con Osservatorio Balcani e Caucaso e ISPI. E' stato redattore a Narcomafie, mensile di mafia e crimine organizzato internazionale, e ha scritto per numerose riviste e giornali (EastWest, Nigrizia, Il Tascabile, Il Reportage). Ha realizzato reportage dai Balcani e dal Caucaso, occupandosi di estremismo islamico e conflitti etnici. E' autore e curatore di "Ucraina, alle radici della guerra" (Paesi edizioni, 2022) e di "Interno Pankisi, dietro la trincea del fondamentalismo islamico" (Infinito edizioni, 2022); "Congo, maschere per una guerra"; e di "Revolyutsiya - La crisi ucraina da Maidan alla guerra civile" (curatela) entrambi per Quintadicopertina editore (2015); "Il pellegrino e altre storie senza lieto fine" (Tangram, 2013).

Leggi anche

Andrea Borelli Putin

Putin non è fascista. Un libro di Andrea Borelli per capire il putinismo

Secondo molti osservatori, Putin sarebbe il volto del fascismo moderno. Un bel libro di Andre Borelli ci mostra invece quanto il putinismo sia debitore allo stalinismo, aiutandoci a comprendere meglio l'ideologia del Cremlino...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com