SERBIA: Rimpasto di governo

Questa mattina il premier serbo, Mirko Cvetkovic, ha presentato al parlamento il nuovo governo: nell’esecutivo, frutto del rimpasto delle scorse settimane, sono stati accorpati diversi dicasteri così che il numero dei ministri si è ridotto da 24 a 17. Cvetovick stesso ricopre il duplice ruolo di capo del/ governo e ministro delle finanze. L’opposizione ha etichettato il rimpasto come “falso” e “cosmetico”, mirato solo ad incrementare la popolarità del governo quando manca solamente un anno alle prossime elezioni.

L’economia serba è stata colpita duramente dalla crisi finanziaria globale che ha causato l’aumento dell’inflazione e la riduzione dei posti di lavoro diffondendo il malcontento fra la popolazione. Inoltre il Paese sta compiendo enormi sforzi per rispettare i termini della transazione in scadenza con il Fondo monetario internazionale che richiede un deficit di bilancio non superiore al 4,1 percento del Pil e una crescita del prodotto interno lordo di 3 punti percentuali.

Fonte: Peacereporter

Chi è Matteo Zola

Giornalista professionista e professore di lettere, classe 1981, è direttore responsabile del quotidiano online East Journal. Collabora con Osservatorio Balcani e Caucaso e EastWest. E' stato redattore a Narcomafie, mensile di mafia e crimine organizzato internazionale, e ha scritto per numerose riviste e giornali (Nigrizia, Il Tascabile, il Giornale, Il Reportage). Ha realizzato reportage dai Balcani e dal Caucaso, occupandosi di estremismo islamico e conflitti etnici. E' autore di "Congo, maschere per una guerra", Quintadicopertina editore, Genova, 2015; e di "Revolyutsiya - La crisi ucraina da Maidan alla guerra civile" (curatela) Quintadicopertina editore, Genova, 2015.

Leggi anche

tesi

SERBIA: Il ministro delle Finanze ha copiato la tesi di dottorato

Serbia o Eritrea? La storia della tesi di dottorato, copiata, del ministro delle finanze Sinisa Mali, ennesimo scandalo politico in Serbia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: