russia donbass

UCRAINA: La Russia riconosce l’indipendenza dei separatisti del Donbass

La Russia riconosce l’indipendenza dei territori del Donbass che vogliono staccarsi dall’Ucraina. Da oggi, con la decisione maturata al termine del consiglio di sicurezza convocato d’urgenza, per il Cremlino la Repubblica popolare di Donetsk (Dnr) e la Repubblica popolare di Lugansk (Lnr) sono due stati sovrani.

Una questione pesantissima, tanto in teoria quanto pratica. Perché, con la firma del presidente Vladimir Putin sul decreto che riconosce l’indipendenza delle due repubbliche, in teoria dal punto di vista russo Donetsk e Lugansk sono ora le capitali di due paesi indipendenti (e soprattutto amici della Russia). Se l’esercito russo entra nel Donbass, per Mosca in pratica non entra in Ucraina, ma nel territorio di quelli che considera due stati sovrani.

La scelta del Cremlino si è concretizzata nel pomeriggio, dopo che nei giorni scorsi, prima dell’acuirsi degli scontri, la Duma aveva approvato una mozione che invitata Putin a orientarsi in questo senso. Prima della riunione del consiglio di sicurezza avevano sollecitato questa decisione gli stessi indipendentisti di Donetsk e Lugansk. Il riconoscimento inoltre era stato definito l’unica via possibile per stabilizzare la regione da Dmitry Medvedev, vicepresidente del consiglio di sicurezza, e dal ministro degli Esteri Sergey Lavrov.

Chi è Alessandro Ajres

Alessandro Ajres (1974) si è laureato all’Università di Torino con una tesi su Gustaw Herling-Grudziński, specializzandosi nello studio della lingua e letteratura polacca. Nel 2004 ha conseguito il dottorato di ricerca in Slavistica con un lavoro sull’Avanguardia di Cracovia, da cui scaturirà poi il volume Avanguardie in movimento. Polonia 1917-1923 (Libria 2013). Attualmente è professore a contratto di Lingua Polacca all’Università di Torino.

Leggi anche

Auschwitz

Né russi, né ucraini. A liberare Auschwitz furono i sovietici

L'esclusione della Russia dalle celebrazioni ad Auschwitz e l'idea che siano stati gli ucraini a liberare il campo: propagande in guerra...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com