La nuova puntata di Kiosk, la radio sintonizzata sull’est!

Giochi di memorie, memorie di giochi

Listen to “S01E18 – Giochi di memorie, memorie di giochi” on Spreaker.

Nella diciottesima puntata di Kiosk, Marco Magnano e Alfredo Sasso viaggiano attraverso i Balcani, tra storia e presente.

Si parte facendo il punto sulle proteste di piazza in Albania. Espressione di un malcontento balcanico (ed europeo) strisciante contro i governi in carica, o colpo di coda dell’opposizione? Ne parliamo con l’analista Nicola Pedrazzi.

La puntata continua con un argomento molto delicato. Alle celebrazioni per le vittime delle foibe e dell’esodo istriano, giuliano e dalmata hanno fatto seguito feroci polemiche tra esponenti di Italia, Slovenia e Croazia e intellettuali di tutta la regione alto adriatica. Ripercorriamo i fili della memoria, il valore dell’identità (confini o confluenze?) e l’uso politico della storia, con un contributo dello storico Eric Gobetti.

Infine parliamo delle Olimpiadi della Gioventù Europea (EYOF), svoltesi a Sarajevo tra il 9 e il 15 febbraio, riportando in Bosnia i cinque cerchi e la fiamma olimpica a 35 anni dai leggendari giochi invernali del 1984. Un bilancio dell’evento appena trascorso, tra le speranze per il futuro migliore e la malinconia per un passato in cui Sarajevo fu vetrina del mondo. Un ricordo ancora molto presente nella memoria cittadina.

Musica dai ritmi molto adriatici in questa puntata, da Vlada Divljan a Sergio Endrigo, dagli Ekatarina Velika ai Detour, A riportarci in continente, sulle rive della Miljacka, il particolare binomio tra le note di Rodolfo Toè e i versi di Izet Sarajlic.

PLAYLIST
Vlada Divljan – Vodim te na more
Detour – Plescem sama
Sergio Endrigo – 1947
• Ekatarina Velika – Jadransko More
• Rodolfo Toè – 43° 50′ 55” N 18° 21′ 23” E

Vi siete persi la scorsa puntata? Ascoltatela qui:

Listen to “S01E17 – Identità ai margini d’Europa” on Spreaker.

Kiosk – Voci e idee da luoghi non comuni è un programma radiofonico che nasce in collaborazione con Radio Beckwith, Most Associazione e East Journal. Ogni giovedì alle 21.30 su Radio Beckwith e subito dopo disponibile in podcast sul nostro sito e su iTunes, Spreaker, Spotify e iHeartRadio. In replica la domenica alle 20.

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

CULTURA: “La memoria degli alberi” e le vittime dimenticate delle radiazioni in Russia

Sono in tanti a conoscere le vicende di Černobyl', ma in quanti conoscono le condizioni di chi vive a Ozёrsk, nella Russia centrale? Uno spettacolo teatrale ha raccontato la tragedia di chi da decenni vive vittima delle radiazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: