SLAVIKA 2018: Le parole come ponti tra i popoli. Eredità di Predrag Matvejević

MERCOLEDI’ 21 MARZO h. 18.00
Nell’ambito del IV Festival Slavika 2018 presso il Polski Kot (Via Massena 19, Torino)
Si terrà l’incontro “Le parole come ponti tra i popoli. Eredità letteraria, umana e politica di Predrag Matvejević
Interverranno Vesna Šćepanović (giornalista, traduttrice e attrice) e Melita Richter, sociologa, saggista, mediatrice culturale
Evento organizzato da Most Associazione, East Journal e Polski Kot

Predrag Matvejević è stato uno dei più grandi intellettuali del Novecento europeo, nato a Mostar nel 1932 e scomparso poco più di un anno fa, dopo una vita intensamente dedita alla letteratura, alla scrittura, all’impegno civile e politico.
Matvejevic fu attivista del ’68 jugoslavo e della dissidenza progressista, fu poi teorico dello “jugoslavismo democratico” che si contrapponeva alla dissoluzione del paese, e cantore di quell’ umanismo cosmopolita tanto evocato in una delle sue opere più acclamate, “Breviario mediterraneo”.
Sempre fiero avversario di autoritarismi e etno-nazionalismi che fino agli ultimi anni della sua vita hanno tentato di silenziarlo con minacce e denunce, Matvejević è rimasto uno spirito critico e coerente, vivace e rigoroso nelle idee, mite e gentile nell’animo.
Slavika Festival dedica un piccolo e doveroso omaggio all’eredità letteraria e umana di Matvejević, con gli interventi di Vesna Šćepanović (giornalista, traduttrice e attrice, che leggerà anche alcuni passi delle opere dell’autore) e Melita Richter (docente di sociologia all’Universita’ di Trieste, saggista e mediatrice culturale).
Nel corso dell’incontro verranno proiettati alcuni frammenti di interviste all’autore.

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

I Balcani occidentali, ovvero i “friendzonati” d’Europa

Come si esce dalla "friendzone"? Se si guarda al caso macedone la risposta non c'è. Il veto francese all'allargamento ad Albania e Macedonia del Nord riconferma che i Balcani sono gli eterni friendzonati d'Europa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: