RESISTENZE: Kostantinos Monolòpoulos, maestro elementare greco

Nato nel 1905 ad Amalias, nel Peloponneso, entra a far parte del Fronte di Liberazione Nazionale greco (EAM). Viene arrestato dei tedeschi nel 1944 mentre teneva lezione nella scuola elementare dove lavorava. Per cinque giorni viene tenuto prigioniero e torturato nelle celle di Via Merlin di Atene, per essere poi trasferito nel carcere di Kallithea (Atene). Il 17 maggio del 1944, senza alcun processo, viene fucilato a Mègara, nell’Attica, insieme ad altri 17 partigiani greci.

(Scritto con il sangue su due tavolette in legno della cella, recapitate alla famiglia dopo la fine della guerra)

Agonia

12

ore

7 mattina

a 6

sera

per fucilazione

Kostas

Manolòpoulos

maestro

Kallithea

IX Scuola elementare

16.5.44

Sia avvisata

la mia famiglia

Muoio

per la

Libertà

16.5.44

Chi è Edoardo Corradi

Nato a Genova, è dottorando di ricerca in Scienza Politica all'Università degli Studi di Genova. Si interessa di Balcani occidentali, di cui ha scritto per numerosi giornali e riviste accademiche.

Leggi anche

STORIA: Trent’anni fa la rivoluzione di velluto in Cecoslovacchia

Il 24 novembre 1989, in seguito alle proteste di Praga, Dubček e Havel ripristinarono un dialogo sospeso per vent'anni. Di lì a pochi giorni, con le loro rispettive nomine a presidente del Parlamento e della Repubblica, avrebbe avuto inizio una fase storica completamente nuova.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: