LITUANIA: Dalia Grybauskaitė rieletta presidente

Come largamente previsto la presidente lituana Dalia Grybauskaitė ha ottenuto la riconferma alla presidenza del paese  baltico dopo il secondo turno di ballottaggio svoltosi domenica scorsa. La Grybauskaitė ha ottenuto il 54%, sconfiggendo il rivale Zigmantas Balčytis fermatosi al 43%.

Nel primo turno la Grybauskaitė aveva ottenuto il 45,8% dei voti, sufficiente per staccare nettamente gli altri candidati ma non abbastanza per scongiurare il ballottaggio, a cui è arrivata insieme al candidato socialdemocratico.

La Grybauskaitė secondo le analisi dei politologi lituani ha ottenuto la riconferma grazie soprattutto alla sua personalità e alla sua politica internazionale. Molto importante in questo senso è stato anche il semestre di presidenza europeo della Lituania, che ha permesso alla Grybauskaitė di avere una forte esposizione mediatica non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

Fra gli analisti c’è chi ricorda che all’inizio del suo primo mandato la Grybauskaitė appariva una forte sostenitrice delle politiche europee ed occidentali, ma con il passare del tempo ha saputo anche volgere lo sguardo ad oriente e affinare le sue politiche verso relazioni migliori anche con l’est.

Nella sua conferenza stampa di ieri, dopo la rielezione, la Grybauskaitė ha dichiarato la sua intenzione di lavorare per migliorare i rapporti con la Russia, ma senza accettare pressioni ed atteggiamenti aggressivi da parte del Cremlino. “Sappiamo che la Russia è un nostro vicino e che lo sarà sempre. Vogliamo che questo stato diventi più democratico e possa rispondere alle sfide economiche che ha davanti, ma che sappia anche migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini. Questo è importante anche per la stabilità dell’intera zona”.

Per alcuni analisti una parte del consenso perso dalla Grybauskaitė in questi anni, rispetto alla sua prima elezione, è dovuto al suo atteggiamento diverso: qualche proclama in meno e meno promesse, ma affermazioni più realistiche e in grado di realizzarsi. Un elettorato dunque un po’ meno diffuso, ma più stabile, che garantisce alla Grybauskaitė un altro mandato alla guida della Lituania.

Chi è Paolo Pantaleo

Giornalista e traduttore, Firenze-Riga. Jau rīt es aiziešu vārdos kā mežā iet mežabrāļi

Leggi anche

sindaco di riga - usakovs

LETTONIA: Il sindaco di Riga accusato di corruzione

Il ministro Juris Puce ha chiesto la sospensione dall'incarico per il sindaco di Riga Nils Usakovs, da tempo al centro di un'indagine per corruzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: