SERBIA: Fascisti di tutti i paesi, unitevi!

di Filip Stefanović

Da sinistra: Milikić (Nacionalni Stroj), Fiore (Forza Nuova), Gorjačev (Obraz), sconosciuta, Mirović (Partito Radicale Serbo).

Mercoledì 1 febbraio, presso il Parlamento di Belgrado si è tenuto un incontro tra i leader dei principali movimenti neofascisti serbo, italiano e russo. Ad ospitare l’incontro è stato Dejan Mirović, sostituto segretario generale del Partito Radicale Serbo. I Radicali sono un partito nazionalista che ha avuto grande fortuna negli anni ’90, governando per dieci anni a fianco dei Socialisti di Slobodan Milošević, e sotto l’influente guida del fondatore e presidente Vojislav Šešelj – che dal 2003 dirige il movimento dal suo gabinetto di 15m² presso l’Unità di Detenzione del Tribunale Penale Internazionale per l’ex-Jugoslavia, all’Aia. Le otto accuse per crimini contro l’umanità non hanno certo impedito a Šešelj di presentarsi – per corrispondenza – alla testa dei Radicali per le elezioni politiche del 2007, totalizzando il 28,6% dei voti (oggi, anche a seguito della scissione avvenuta tra i fedeli di Šešelj e i Progressisti di Toma Nikolić, i Radicali contano molto meno). Questo giusto per inquadrare l’ospite di casa; passiamo ora agli invitati.

La sede del Partito Radicale Serbo all’Aja.

In una foto ricordo (in testa all’articolo), scattata probabilmente con un telefono cellulare, si riconoscono, in ordine, Miodrag Milikić, membro del movimento neonazista serbo Allineamento Nazionale (Nacionalni Stroj), Roberto Fiore, fondatore di Forza Nuova, Ilija Gorjačev, del movimento russo Obraz, una rossa sconosciuta e il radicale Dejan Mirović.

Piccoli serbi si preparano per le vacanze in Italia.

I camerati hanno avuto così occasione di confrontarsi sulle ultime novità politiche dei rispettivi paesi, auspicando per il futuro una più intensa e fruttuosa collaborazione reciproca: da un lato, i fascisti russi e quelli italiani hanno considerato l’ipotesi di viaggi congiunti per visitare le enclavi serbe del Kosovo, mentre per l’estate si prevedono campi estivi in Italia, dove non mancheranno costruttive tribune politiche.

Miodrag Milikić è stato condannato, nel 2006, a quattro mesi di carcere per aver fatto irruzione, assieme ad altri e sotto il coordinamento di Goran Davidović detto Führer, ad un convegno antifascista tenutosi alla Facoltà di Filosofia di Novi Sad, salutando con minacce e schiaffi alcuni dei presenti. In seguito alla pubblicazione da parte del giornale serbo e-novine della notizia di questo vertice strategico nella sede del più importante organo istituzionale del paese, Veljko Odalović, segretario generale del Parlamento, nonché membro del Partito Socialista Serbo, ha ribadito il diritto dei Radicali di portare chi vogliono, e che è compito del Ministero degli Interni di valutare l’ammissibilità di volta in volta dei soggetti invitati per garantire la sicurezza del parlamento. A tal proposito, conclude Odalović, “è risaputo che venivano fermate persone ricercate dalla polizia, e anche una prostituta”.

Ci riteniamo rincuorati da cotanta intransigenza: oggi, impenetrabile alle prostitute, la democrazia serba ne esce rafforzata.

Chi è Filip Stefanović

Filip Stefanović (1988) è un analista economico italiano, attualmente lavora come consulente all'OCSE di Parigi. Nato a Belgrado si è formato presso l’Università commerciale Luigi Bocconi di Milano e la Berlin School of Economics, specializzandosi in economia internazionale. Ha lavorato al centro di ricerche economiche Nomisma di Bologna e come research analyst presso il centro per gli studi industriali CSIL di Milano. Per East Journal scrive di economia e politica dei Balcani occidentali.

Leggi anche

armi

SERBIA: Governo sotto accusa per i traffici d’armi verso il Medio Oriente

Grazie a un informatore, diversi media stanno portando avanti un'inchiesta sui traffici di armi che dalla Serbia arrivano ai jihadisti in Medio Oriente, con il coinvolgimento diretto del padre del ministro degli Interni serbo.

21 commenti

  1. ma fiore è o non è un uomo pagato dal mi6?

    antifascisti sempre!

    • PAGATO DA CHI??? DAL MI6, E COS’E’ QUALCOSA CHE SI MANGIA??? VOI ANTIFASCISTI SIETE SOLO CHIACCHIERE E FALSITA’, ANDATE AVANTI CON L’ANTIFASCISMO DAL 1948 PER COPRIRE LE VOSTRE DEFICIENZE, LE VOSTRE INCONGRUENZE, LE VOSTRE PROMESSE MAI MANTENUTE, LE VOSTRE CONTRADDIZIONI E LE RUBERIE DEI VOSTRI PARLAMENTARI. FINITELA, NON FATE PIU’ NOTIZIA E SIETE SENZA FANTASIA, NELLE VOSTRE FILA AVETE PERSONAGGI ANBIGUI, FALSI, INCOMPETENTI, VOLTAGABBANA E PRIVI DEL SENSO DELLO STATO E DEI VALORI. FORZA NUOVA E’ IL NUOVO CHE AVANZA ED E’ L’UNICO MOVIMENTO CHE PUO’ RIMETTERE A POSTO I CONTI DELLO STATO E LA VITA SOCIALE. FORZA NUOVA,ORGOGLIO NAZIONALE, BOIA CHI MOLLA!!!!!!!!!

      • Scusate sono stato lontano dal pc e non ho avuto modo di leggere le follie di quel fascista di nome Silvio Verratti… ops. o forse da bravo demagogo sostiene FN ma non si ritiene fascista?

        Forse, oltre ai crimini del fascismo, che non sto qui a sottolineare, dimentica quelli di Forza Nuova (che al fascismo si ispira). Forza Nuova fa il lavoro sporco per i governi di centro destra, per i partiti che siedono alle poltrone. I militanti di Forza Nuova vanno in giro a picchiare gli immigrati, i militanti di Forza Nuova vanno in giro a picchiare i giovani che hanno idee politiche diverse dalle loro (Dax, Verbano etc…), i militanti di Forza Nuova aiutano la polizia nei pestaggi durante le manifestazioni e si infiltrano facendo i provocatori lì dove ci sono pacifisti (attenzione, non sto facendo il discorso per cui dove ci sono violenze di piazza c’è sempre l’infiltrato… sono uno di quelli che pensa che i problemi del paese causano rabbia e la rabbia porta a certe pratiche che vanno rispettate, sennò siamo ipocriti ad accusare un governo di nefandezze, di violenze sociali economiche giuridiche politiche e fisiche e poi se qualcuno – dalla parte di chi subisce – si incazza deve essere per giunta criticato). I militanti di Forza Nuova picchiano gli studenti alle manifestazioni contro la riforma Gelmini… e signori miei… non diciamo che sono solo quelli di Casa Pound… perchè Casa Puond e Forza Nuova sono sempre stessa feccia fascista, poco importa. Ah, comunque io faccio parte dei movimenti extraparlamentari. Coi signori seduti in poltrona non ho nulla a che spartire… anzi… sono il primo critico! E come me tanti altri. Altrimenti qualche partito con la falce e il martello l’avremmo ancora in parlamento, non crede? Non è soltanto dovuto a leggi elettorali o incapacità di attecchire tra la gente, ma non riuscire ad arrivare in Parlamento è dovuto anche al fatto che le persone realmente di sinistra, compagni e militanti, si sono stancate di certi soggetti! Voi della destra radicale invece siete finanziati da partiti di destra e dai servizi segreti, ed è storia mio caro. L’MI6? O lei non sa fare ironia o ha dimostrato – come probabilmente è – la sua ignoranza rispondendo “ma è qualche cosa da mangiare?” O forse io le do del lei, ma in verità è un pischello che non ha capito nulla di cosa sostiene, è gasato dalla palestra che fa, da quattro cavolate che le dicono su complotti plutocratici giudaico/massoni e viene qui a fare arringhe lontane dalla realtà. Mi spiace che in un sito come questo, in cui ho sempre trovato gente brillante e democratica, sia approdato anche uno come lei.

        E vabbè. Togliatti ha fatto la sua stupidata e ora la stiamo pagando tutti. Pazienza! Fosse stato un vero leader rivoluzionario a quest’ora a piazzale Loreto ci finivano tutti e non soltanto uno. E noi non ci ritrovamo servizi segreti deviati, l’MSI, Alleanza Nazionale, Ordine Nuovo, Forza Nuova, Casa Pound etc… chissà… ma è inutile parlarne. Il presente è quello che è. Mi preoccupano più i fascisti in doppiopetto, i capitalisti che contano, non quei 4 mongoloidi che vanno in giro col bomberino la testa rasata gli anfibi e la bandiera di un paese che affama i suoi figli, sostiene attivamente le guerre nel mondo (o con la vendita di armi o partecipando direttamente alle guerre) e che non da un futuro a chi scappa dalla povertà speranzoso di avere un minimo qui da noi! Mi parla di senso dello Stato in un paese in cui – nonostante la Costituzione – voi avete la libertà di parola o di aprire la sede, o di fare un corteo! Bah. La democrazia non è dare la parole a tutti, ma dare la parola a chi sa rispettarne i principi. Ed il fascismo è antidemocratico nel midollo. Ma noi viviamo nei paesi dei buffoni. Dove tutti siamo antifascisti… a parole. Ma coi fatti vi diamo tutta la libertà che volete.

        Ripeto: ANTIFASCISTI SEMPRE, A PAROLE E NON SOLO!

      • ah, per la cronoca. ho citato Dax e Valerio Verbano, due nomi su tutti… ma per chi non lo sapesse, non sono stati soltanto picchiati, sono morti! eh si. Forza Nuova si che è il futuro!

  2. FN neofascista? Non sono del tutto convinto. In ogni caso io voto sconosciuta!

    • SIG. PIETRO, FN E’ UN MOVIMENTO CHE SI RIFA’ AL FASCISMO DELLE POLITICHE SOCIALI, DELLO STATO ETICO E ORGANICO, DELLA SOCIALIZZAZIONE DELLE IMPRESE, DEL RISPETTO DELLE ISTITUZIONI, DEL RISPETTO E DELLA DIFESA DELLA PATRIA, DELLA FAMIGLIA E DI DIO, FORZA NUOVA E’ CONTRO LE DROGHE E L’ABORTO, DISTRUTTORI DI VITA., E’ CONTRO L’IMMIGRAZION E SELVAGGIA E CLANDESTINA E PER IL RIMPATRIO DI TUTTI QUELLI CHE NON HANNO: 1) REGOLARE PERMESSO DI SOIGGIORNO; 2) REGOLARE CONTRATTO DI LAVORO E RELATIVO ALLOGGIO; 3) TUTTI QUELLI CHE DELINQUONO, CHE SFRUTTANO DONNE E BAMBINI, CHE VIVONO DI ACCATTONAGGIO, CHE SPACCIANO DROGHE, INSOMMA CHI NON VIVE IN MODO CIVILE E CORRETTO. FORZA NUOVA E’ PER UNA GIUSTIZIA GIUSTA NON POLITICIZZATA E CHE GIUDICA, PUNISCE IN BASE AI REATI E ASSICURA LA CERTEZZA DELLA PENA. FORZA NUOVA E’ PER UNA RIFORMA FISCALE SIMILE A QUELLA DEGLI USA, DO VE TUTTI PAGANO LE TASSE, IN BASE AL REDDITO, E CHI NON LO FA VIENE PUNITO CON MULTE E CARCERE. FORZA NUOVA E’ PER LE RIFORME DELLA SCUOLA E DELLA SANITA’, RIDOTTE A ISTITUZIONI DA 3° MONDO. INSOMMA, FN E’ PER IL POPOLO E NON PER LE POLTRONE!!! E’ SUFFICIENTE SIG. PIETRO?? SPERO DI SI.

  3. Gaetano Veninata

    sig.verratti, dimentica i treni in orario.

    • Dimentica anche la guerra alla Francia sconfitta dai Tedeschi, dimentica la Grecia alla quale dovevamo spezzare la schiena, dimentica il maresciallo d’Italia che in Libia cominciò una fuga che finì solo con l’arrivo dell’Afrika Korps, dimentica la Regia Marina le cui corazzate non misero mai un colpo a segno, dimentica la Regia Aeronautica le cui squadriglie partite per la Francia e il Belgio per partecipare ai bombardamenti dell’Inghilterra si dispersero su tutti gli aeroporti tedeschi perchè incapaci di trovare la strada, quante cose dimentica Silvio Verratti….

  4. sig. Bonaiti Emilio se lei si volta a guardare sempre il passato come può andare avanti e guardare il futuro!?

  5. Sig Silvio la invito a farsi un’idea delle polemiche su Forza Nuova seguendo il blog di Tassinari (ritengo ovvio Lei lo conosca). Per quanto riguarda il mio intervento la questione era puo’ definirsi (neo)fascista un partito foraggiato da internazionali religiose e dagli spiccati accenti conservatori? mi spiace che il Suo intervento resti su un piano di pura propaganda passiva. Una chiara idea avrebbe potuto farsela su un forum che putroppo non e’ piu’ on line da qualche giorno. Si trattava del Forum della base militante e rivoluzionaria, composto da fuoriusciti e non di Forza Nuova, fortemente critico verso la figura di Fiore e le sue modalita’ di gestione del partito e con notevoli spunti di riflessione vista la differente provenienza dei suoi membri. Se quindi e’ interessato ad una discussione costruttiva che vada oltre la fierezza dello zero per cento elettorale di temi ce ne sono molti da affrontare, se non vuole andare oltre lo slogan la lascio alla sua felicita’ da urna.
    Forza Nuova e’ il vecchio che stagna
    Cordiali saluti

  6. Signor Verratti, posso solo risponderle che “anbiguo” è sbagliato: si scrive “ambiguo”. Se chi sostiene la discriminazione istituzionalizzata parla di “giustizia giusta” le parole sono sprecate.

    • Caro Marco sostiene Spencer Di Scala che la memoria storica, come il linguaggio e il buon gusto, deve essere coltivata o va presto perduta. Oso aggiungere e chiedo scusa che Giovanni Paolo Secondo sosteneva che non c’é futuro senza memoria.

      • Prego Dio che il compagno Fed e il camerata SilvioVerrati non rappresentino questo paese.

  7. Caro Bonaiti, e invece a me (purtroppo) ricordano tanto un certo modo di pensare la politica in Italia, che Michele Salvati pone alla base delle “Occasioni mancate” di questo paese…

  8. certo. citare salvati è un pò triste. stiamo pur sempre parlando di una delle eminenze grigie del pd! ed il pd oltre ad essere quello che è, è anche quello che (non) fa!

    comunque prego dio che democristiani come bonaiti non rappr…
    …vabbè, passiamo ad un’altra preghiera!

    • Citare il papa ed essere etichettati come democristiani ricorda i vecchi comunisti che definivano fascisti tutti coloro che non la pensavano come loro. .

      • prima di tutto le ho dato del democristiano non perchè ha citato giovanni paolo secondo, ma per aver tirato fuori un’espressione mooolto democristiana “prego dio che fascisti e comunisti non rappresentino questo paese”. credo fosse palese che il riferimento era a quello… e credo sia accettabile data l’espressione che qualcuno la definisca in quel modo. ma immagino che nel gioco degli attacchi privi di argomentazione, sia più facile farsi passare per vittima, in cui uno non può neanche citare un papa che subito si è tacciati di essere qualcosa!

        dato che lei è convinto che per essere democristiani non occorre un precisa mentalità, tipo denigrare i cosiddetti “estremismi” (come se fossero solo gli “estremisti” a denigrare gli altri)… o una precisa piattaforma politica, tipo atlantismo, liberismo, servilismo nei confronti della chiesa, rapporti coi fascisti… ma una tessera in tasca con disegnato uno scudo crociato, mi viene da chiederle: e lei cosa vota?
        non penso sia un’astensionista come me perchè non si sente rappresentato dai partiti sedicenti comunisti o anche solo di sinistra.

        fascista dice di non esserlo, quindi si devono escludere tutte le forze alla destra del pdl, e la parte del pdl che era di alleanza nazionale.
        comunista neanche, quindi bisogna escludere i partiti con la falce e martello, più parte di sel e del pd che vengono da partiti sedicenti comunisti.

        cosa resta? italia dei valori, terzo polo (sigh!), e le restanti parti del pd e del pdl. praticamente il trionfo di esponenti ex psi-craxiano e dc! wow!

        ora, a prescindere dalla mentalità, anche chi vota certi partiti o ha la loro tessera in tasca è come se effettivamente stesse votando la dc, seppur con nomi diversi!

        ah. aggiungo. mai avuto simpatia per il pci che si è dimostrato un partito – almeno ai vertici, che poi sono quelli che contano quando la base non ha personalità – controrivoluzionario. però devo ammettere che definire fascista tutti coloro che la pensano diversamente, beh si, forse è esagerato, ma neanche troppo fuori strada.

        come diceva brecht “compagni parliamo dei rapporti di proprietà”. il fascismo non è solo un uomo in divisa militare che si affaccia ad un balcone, o delle persone con la camicia nera che picchiano tutti quelli che non la pensano come loro o che sono diversi da loro. il fascismo è altro ancora. e spesso è la faccia palesemente cattiva del sistema capitalistico. però probabilmente lei da buon democristiano sono sicuro che ritiene i crimini del capitalismo delle perle all’umanità.

      • errata corrige: un astensionista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: