Aperte le iscrizioni al MIREES, il master dedicato agli studi dell’Europa orientale

Sono aperte le iscrizioni alla Laurea magistrale internazionale in Ricerca e Studi Interdisciplinari sull’Europa Orientale (MIREES, LM-52) dell’Università di Bologna (campus di Forlì). La deadline per le application è il 7 Settembre 2021. 

Il corso di studi offre un diploma con titolo congiunto, frutto della collaborazione con la Vytautas Magnus University di Kaunas (Lituania), la Saint-Petersburg State University (Federazione russa) e l’università di Zagabria (Croazia).  

Grazie a questo corso di laurea, gli studenti acquisiscono una conoscenza specializzata e approfondita dei Paesi post-socialisti e in transizione, dei nuovi Stati membri dell’UE dopo gli allargamenti del 2004, 2007 e 2013, così come del del Caucaso, i Balcani Occidentali, l’area Centroasiatica e tutta l’Europa Orientale. Il Master offre un periodo di mobilità obbligatoria all’estero presso una delle università partner o attraverso i programmi di scambi dell’Università di Bologna, borse di studio per ricerca tesi all’estero e l’opportunità di studiare con una vasta gamma di studenti e professori internazionali. 

East Journal è lieto di annunciare e promuovere questo corso di studi tra i suoi lettori: un numero consistente di nostri collaboratori sono Alumni di questo interessante corso di laurea.

 

Per ulteriori informazioni sul programma:

Elisa Landi
Coordinatrice Amministrativa
e-mail: [email protected]  / tel.: +39.0543.374149

 

Ufficio Amministrativo del Campus di Forlì

e-mail: [email protected]

 

Sanja Kajinic, PhD
Mirees Academic tutor
e-mail: [email protected]

 

MAiA – MIREES Alumni International Association

e-mail: [email protected]

 

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

GRECIA: Il governo sfratta 11mila rifugiati ospitati con fondi europei

A partire dal primo giugno, migliaia di beneficiari di protezione internazionale, finora accolti nelle strutture dell'UNHCR e finanziate dalla Commissione europea, dovranno fare posto ai richiedenti asilo provenienti dalle isole di Lesbo e Chios. Una misura che rischia di sbattere 11.000 persone vulnerabili in strada.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com