KAZAKISTAN: Confermato il partito dell’ex presidente Nazarbayev

Domenica 10 gennaio in Kazakistan si sono tenute le elezioni per scegliere 98 dei 107 membri della Mazhilis, la camera bassa del parlamento. I partiti che otterranno seggi sono Nur Otan (71,97%), Ak Zhol (10,18%) e il Partito popolare del Kazakistan (9,03%). Sia Auyl che Adal non sono invece riusciti a superare la soglia del 7% per accedere al parlamento (rispettivamente 5,75% e 3,07%). 

Nur Otan, il partito dell’ex presidente Nazarbayev e dell’attuale Kasym-Jomart Tokayev, non ha mai perso un’elezione dal 1999, anno della sua fondazione.

Ma sapendo che il Kazakistan è un’autocrazia dove non sono consentite elezioni libere ed eque, come interpretare i risultati? Perché sono importanti? Vi consigliamo la visione del nuovo video di Understanding Politics per trovare una risposta.

Immagine: mfa.gov.kz

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

KAZAKHSTAN: Il coraggio di uscire dall’incubo nucleare

Trentanni fa la chiusura del poligono nucleare di Semipalatinsk, il più importante dell'Unione Sovietica, suggellò la fine della guerra fredda e pose le basi del Kazakhstan indipendente. Da allora il paese è in prima linea nella lotta al disarmo nucleare internazionale

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Privacy Preference Center