Solidarność, la storia del movimento polacco commentata in diretta da East Journal

Il 17 dicembre 1970 una feroce repressione militare ordinata dal governo polacco di Władysław Gomułka piegava nel sangue gli scioperi dei lavoratori dei cantieri navali di Gdynia, decretando la fine della stagione riformista avviata dopo i fatti di Poznan dell’ottobre 1956. Tutta la città si era unita quel giorno alle proteste, prendendo d’assalto le stazioni di polizia e le sedi del partito operaio. Nel tardo pomeriggio si aggiunsero alla rivolta anche le città di Białystok, Nysa, Oświęcim, Varsavia e Wrocław (Breslavia). A Szczecin (Stettino), la sede del partito viene data alle fiamme. Il ricordo di quanto accaduto quel giorno non cadrà nell’oblio, ma diventerà uno dei miti fondativi dell’identità di Solidarność.

Per approfondire la rivolta di Gdynia, leggi anche: Gli scioperi del 1970 e il massacro degli operai in Polonia

Proprio di Solidarność, della nascita del movimento, delle sue rivendicazioni, della sua storia e dell’eredità odierna di questo importante movimento della storia polacca, parleremo in diretta Facebook domenica 20 dicembre alle ore 20.30.

Interverranno i nostri redattori Maria Savigni e Stefano Cacciotti in dialogo con Alessandro Ajres, docente di lingua polacca presso l’università di Torino e presidente dell’associazione culturale Polski kot. Modererà l’incontro Martina Napolitano, direttrice editoriale di East Journal.

La diretta sarà disponibile anche sul nostro canale Instagram, mentre potrete trovare la registrazione sul nostro canale YouTube e su IGTV.

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

aborto malformazione

POLONIA: Un altro caso di aborto negato malgrado malformazione del feto

A una donna è stato negato l'aborto malgrado una grave malformazione del feto e nonostante due consulti psichiatrici mettessero in guardia dal proseguire la gravidanza. I medici lamentano un clima di persecuzione politica nei loro confronti...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com