KIOSK: I suoni dell’edicola volante, parte 2

I suoni dell’edicola volante, parte 2

Anche in quest’ultima puntata della seconda stagione di Kiosk, abbiamo deciso di raccontarvi alcuni tra i protagonisti delle nostre playlist e le storie raccontate nelle loro canzoni.

Vi portiamo in Unione Sovietica tra ritmi rock e synth pop, tra i membri diaspora ebraica negli Stati Uniti, per finire tra i migranti di oggi dal sud-est europeo.

La musica racconta storie che segnano momenti, definiscono l’immagine di un luogo o di una persona, e soprattutto ci accompagna in ogni momento della nostra vita. Su Kiosk, la musica ci aiuta a conoscere meglio l’”est immaginato” che raccontiamo ogni settimana, in diverse epoche e a diverse latitudini.

Ai microfoni, conduzione corale di Marco Magnano, Simone Zoppellaro, Alfredo Sasso, Maria Baldovin e Laura Luciani.

PLAYLIST

  • Alyans – Na zare (Альянс – На заре)
  • Billie Holiday – Strange fruit
  • Akvarium – Poezd v ogne (Аквариум – Поезд в огне)
  • Koza Mostra – Amerika

Listen to “S02E37 – I suoni dell’edicola volante, parte 2” on Spreaker.

Vi siete persi la puntata precedente? Riascoltatela qui:

Listen to “S02E36 – I suoni dell’edicola volante” on Spreaker.

Kiosk – Voci e idee da luoghi non comuni è un programma radiofonico condotto da Maria Baldovin, Laura Luciani, Marco Magnano, Alfredo Sasso e Simone Zoppellaro. Ogni mercoledì alle 21.00 su Radio Beckwith e subito dopo disponibile in podcast sul nostro sito e su iTunesSpreakerSpotify e iHeartRadio. In replica la domenica alle 13.30. Seguici anche su Facebook e Twitter.

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

Cosa succede all’OSCE e perchè è importante saperlo

L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa è stata privata di tutti i vertici delle sue istituzioni, una crisi senza precedenti nella sua storia. Perché questa organizzazione è così importante?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Privacy Preference Center

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: