RUSSIA: Catturato il presunto killer di Anna Politkovskaya

Arrestato in Caucaso il ceceno Rustam Makhmoudov, accusato di essere stato l’esecutore materiale dell’omicidio della reporter anti-Putin Anna Politkovskaya. Le forze dell’ordine lo hanno preso in Cecenia, secondo quanto ha dichiarato l’avvocato Murad Musaev, che rappresenta gli interessi del fratello di Makhmudov. Secondo il legale, il presunto killer è stato fermato a casa dei suoi genitori, nel distretto di Achki-Martan, senza opporre resistenza. A breve sarà trasferito a Mosca. Finora gli inquirenti avevano sostenuto che Rustam Makhnudov si trovava in Europa.

Anna Politkovskaya, la giornalista nota per i suoi reportage contro le violazioni dei diritti umani in Cecenia, è stata uccisa nell’ascensore della sua casa a Mosca il 7 ottobre 2006, nel giorno del compleanno di Vladimir Putin. L’autorità centrale russa aveva promesso (tra lo scetticismo di molti) di trovare e punire il suo killer.

(Fonte: TMNews)

Chi è Matteo Zola

Giornalista professionista e professore di lettere, classe 1981, è direttore responsabile del quotidiano online East Journal. Collabora con Osservatorio Balcani e Caucaso e EastWest. E' stato redattore a Narcomafie, mensile di mafia e crimine organizzato internazionale, e ha scritto per numerose riviste e giornali (Nigrizia, Il Tascabile, il Giornale, Il Reportage). Ha realizzato reportage dai Balcani e dal Caucaso, occupandosi di estremismo islamico e conflitti etnici. E' autore di "Congo, maschere per una guerra", Quintadicopertina editore, Genova, 2015; e di "Revolyutsiya - La crisi ucraina da Maidan alla guerra civile" (curatela) Quintadicopertina editore, Genova, 2015.

Leggi anche

RUSSIA: Elezioni senza scelta o occasione per testare il regime?

Anche se le elezioni in Russia sono una farsa, il voto dei prossimi giorni potrebbe darci indicazioni sul regime che sembra sempre più in affanno...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com