Ivo Andrić scrittore e/o diplomatico. Una mostra a Firenze

Ivo Andrić scrittore e/o diplomatico, Suc – Le Murate Progetti Arte Contemporanea, Firenze
Quando: dal 12/12/2013 al 19/12/2013
Dove: piazza delle Murate, Firenze (FI)

Ivo Andrić diplomatico, oltre che letterato. Questo l’inedito profilo che la mostra  “Ivo Andrić scrittore e/o diplomatico” vuole approfondire attraverso la ricostruzione del percorso a tappe che lo scrittore jugoslavo, premio Nobel nel 1961 con “Il Ponte sulla Drina”, effettuò tra le principali capitali dell’Europa del Novecento al servizio del Ministero degli Affari Esteri del Regno dei Serbi, Croati e Sloveni – dal 1929 Regno di Jugoslavia. L’esposizione, curata da Tanja Koricanac con il Museo della Città di Belgrado e già presentata in Italia a Gorizia e Roma, si inserisce nell’ambito degli eventi legati al Balkan Florence Express di  Oxfam Italia che si tiene il 12 e 13 dicembre al cinema Odeon ed è realizzata grazie alla collaborazione con ISIA Firenze, l’ Ambasciata della Repubblica di Serbia in Italia e  Lagos Design Studios.

La mostra passa in rassegna i luoghi dei principali soggiorni di Andrić – dall’Italia del Vaticano, Trieste e Roma, a Bucarest, Parigi, Madrid, Bruxelles, Ginevra e infine Berlino nel 1941- e ne delinea le opportunità di apertura e confronto con la cultura europea, il suo divenire storico tra le due guerre e l’influenza delle sue cerchie di potere. La doppia veste di intellettuale e funzionario si rivela essere una dimensione ibrida quanto mai stimolante: comune, da una parte, ad un’intera generazione di giovani jugoslavi – tra cui Jovan Dučić, Milan Rakić, Rastko Petrović- selezionati nel corpo diplomatico proprio in virtù del loro essere scrittori, ma mai come nel caso di Andrić fertile nell’arricchire di spunti letterari l’intero corpus delle opere.

Per l’occasione, ISIA Firenze realizzerà alcuni  progetti video che sublimeranno la vita di Andrić in un nuovo racconto per immagini proiettato durante i giorni della mostra nella stessa Piazza delle Murate, mentre Lagos Design Studios esporrà il progetto di un tavolo disegnato da Mirko Tattarini e prodotto in Serbia che rivisita in termini contemporanei la scrivania dello scrittore-diplomatico.

Inaugurazione 11 dicembre ore 18.30 alla presenza dell’Ambasciatrice serba S.E. Ana Hrustanović e di Valentina Gensini, Associazione MUS.E, direttore artistico SUC .

Foto:  Brenda Annerl, Flickr

Chi è Davide Denti

Dottore di ricerca in Studi Internazionali presso l’Università di Trento, si occupa di integrazione europea dei Balcani occidentali, specialmente Bosnia-Erzegovina.

Leggi anche

Borrell

BALCANI: Borrell prende il posto della Mogherini, quali effetti sulla regione?

Josep Borrell, socialista spagnolo, è il "ministro degli esteri" della nuova commissione europea, prendendo il posto di Federica Mogherini. Un marcato interesse per i Balcani e il desiderio di ridare all'Europa un ruolo di protagonista geopolitico sono i suoi elementi distintivi. Un segnale di speranza per la ripresa del dialogo tra Kosovo e Serbia.

2 commenti

  1. Regno dei Serbi, Croati e Sloveni – dal 1929. Regno di Jugoslavia
    poeta Jovan Ducic

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: