SPORT: Rugby, storica vittoria per la Georgia

Sabato 23 novembre sarà una giornata che passerà alla storia per il rugby georgiano. Nel test match giocato ieri pomeriggio nello stadio Mikheil Meskhi di Tbilisi, la nazionale di rugby della Georgia è infatti riuscita a superare la nazionale delle Samoa, ottenendo uno storico successo contro un avversario che figura tra i primi dieci posti dell’IRB World Ranking.

Tutto ci si poteva aspettare da questa partita tranne che una vittoria dei padroni di casa, per il fatto che i pacifici erano avversari ben più quotati, famosi per essere una squadra ben organizzata e dall’incredibile potenza fisica. La nazionale di Samoa occupa attualmente l’ottava posizione nel ranking IRB, mentre la Georgia si trova solo alla 17° posizione (l’Italia è 11°). E proprio contro la nazionale italiana le Samoa si erano imposte lo scorso giugno in Sud Africa durante una tournée estiva, con il risultato finale di 39-10. L’unico precedente confronto tra le due squadre risaliva alla Coppa del Mondo del 2003, match che ha visto la Georgia soccombere 46-9. I pronostici dunque, pendevano tutti a favore degli isolani, i quali si sono però dovuti arrendere alla scatenata compagine georgiana, che ha combattuto fino all’ultima azione e che alla fine è riuscita a vincere di misura.

Ad aprire le marcature è stato Kvirikashbili, eroe di giornata e protagonista del match, che dalla piazzola realizza i primi tre punti dell’incontro. Le Samoa vanno in meta con Leiua, ma è ancora Kvirikashbili a riportare in vantaggio i padroni di casa con un altro piazzato. Le Samoa non mollano, e si portano ancora avanti con una meta di Lam  nata da una maul a seguito di una touche, meta poi trasformata da Pisi. Il primo tempo si conclude con un parziale di 12-6 per Samoa, con i padroni di casa ancora a secco di mete a fronte delle due realizzate dagli ospiti.

Nella ripresa sempre gli ospiti vanno più volte vicini alla terza marcatura, ma questa volta è la Georgia ad andare in meta, con una bella azione di Sharikadze. Potrebbe arrivare anche la seconda marcatura per i padroni di casa, ma Datunashvili viene fermato proprio in area di meta. Le Samoa ne approfittano e si riportano in vantaggio con un calcio piazzato di Pisi. La Georgia si lancia dunque all’attacco per cercare di portare a casa la partita, ma la meta non arriva. Nel finale però un fallo degli ospiti regala un calcio piazzato ai padroni di casa: Kvirikashbili non sbaglia, e fissa il punteggio sul 16-15. A nulla valgono gli ultimi disperati assalti dei samoani per cercare di ribaltare il risultato; gli ospiti perdono il possesso dell’ovale proprio a pochi metri dalla linea a di meta e i georgiani possono calciare fuori l’ultimo pallone della partita.

L’arbitro fischia la fine dell’incontro, e all’interno dello stadio Meskhi di Tbilisi scoppia la festa. La nazionale georgiana può dunque festeggiare davanti al proprio pubblico una tanto meritata quanto sofferta vittoria.

Chi è Emanuele Cassano

Ha studiato Scienze Internazionali, con specializzazione in Studi Europei. Per East Journal si occupa di Caucaso, regione a cui si dedica da anni e dove ha trascorso numerosi soggiorni di studio e ricerca. Dal 2016 collabora con la rivista Osservatorio Balcani e Caucaso.

Leggi anche

CALCIO: I torbidi legami tra calcio e politica in Serbia

Il legame tra politica e calcio in Serbia sembra indissolubile, a discapito di una legge che dovrebbe prevenire queste situazioni.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com