LETTONIA: Vertice a San Pietroburgo, prove di dialogo con la Russia

Un colloquio definito cordiale e positivo dalle rispettive diplomazie, quello svoltosi a San Pietroburgo, fra il premier russo Vladimir Medvedev e il premier lettone Valdis Dombrovskis, durante il Summit dei paesi dell’area baltica.

Il tema principale in agenda era quello dell’energia, in particolare in relazione alla liberazione del mercato del gas nei baltici. Dombrovskis ha dato garanzie al premier russo che lo stato lettone rispetterà i contratti di  ”Latvijas Gāzes” (LG). Il governo lettone, ha detto Dombrovskis a Medvedev, è pronto a colloqui costruttivi con gli azionisti di LG per trovare soluzioni equilibrate e prudenti.
Interessato al tema era in particolare il presidente di Gazprom Aleksejs Millers e le assicurazioni di Dombrovskis hanno posto le basi per un rasserenamento delle relazioni complessive fra i due paesi, in cui i temi energetici hanno un grande peso.

Al momento la Lettonia non ha ancora scelto il modello di liberalizzazione del mercato del gas, come richiesto dall’Unione Europea. Il problema è dato appunto dal fatto che la UE chiede alla Lettonia di avviare la liberazione del mercato del gas prima del 2017, anno in cui è prevista la fine del monopolio di LG. Il ministero dell’economia lettone sta proseguendo negli studi per valutare pro e contro della situazione.

Il colloquio fra Medvedev e Dombrovskis ha toccato altri temi economici, in particolare riguardo alle potenziali collaborazioni fra i due paesi in vari settori, come quello dei trasporti (il corridoio ferroviario est-ovest), e come quello dell’agricoltura. Si è parlato anche della questione del divieto russo di importazione di suini dalla Lettonia, dopo i recenti casi di febbre suina in Latgale.

Al termine dell’incontro con Medvedev (il primo fra i due premier) Dombrovskis ha affermato che il colloquio è stato positivo e molto costruttivo, tanto da far pensare a sviluppi importanti sul piano della collaborazione fra i due paesi.
Negli ultimi anni le relazioni economiche fra i due paesi hanno vissuto una fase di sviluppo e questo slancio sembra mantenersi tuttora. Ben diversa è invece la situazione relativa ai temi più geopolitici, identità nazionale, questione delle minoranze russofone in Lettonia, difesa della lingua lettone, cittadinanza, che vedono i due paesi ancora su posizioni molto distanti.
La tendenza di questi ultimi anni però, dalla visita del presidente lettone Zatlers a Mosca della fine del 2010, all’incontro fra Medvedev e Dombrovskis adesso, fa capire che i due paesi preferiscono concentrarsi sugli aspetti di collaborazione economica e sulle infrastrutture.

Nel corso dell’incontro fra i due premier si è parlato anche di una possibile visita di Medvedev a Riga. Dombrovskis lo ha invitato in Lettonia per una visita ufficiale e il premier russo si è detto aperto a questa possibilità.

Foto: Paolo Pantaleo

Chi è Paolo Pantaleo

Giornalista e traduttore, Firenze-Riga. Jau rīt es aiziešu vārdos kā mežā iet mežabrāļi

Leggi anche

sindaco di riga - usakovs

LETTONIA: Il sindaco di Riga accusato di corruzione

Il ministro Juris Puce ha chiesto la sospensione dall'incarico per il sindaco di Riga Nils Usakovs, da tempo al centro di un'indagine per corruzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: