BALCANI: Alla scoperta dell'Europa selvaggia

di Daria Costantini

Dove era possibile trovare uomini con la coda, pesci pelosi, immagini religiose cui erano stati cavati gli occhi? Dove, se non nei temuti e selvaggi Balcani? Come mai è così diffuso il rituale del caffè da Zagabria a Istanbul? Era davvero così diffusa nei Balcani l’usanza di accatastare i teschi dei nemici vinti fino a creare delle vere e proprie montagne?

Con questo libro, l’antropologo sloveno Božidar Jezernik cerca di dare una risposte a queste e ad altre interessanti domande. Con Europa selvaggia l’autore presenta al lettore moderno le usanze popolari balcaniche più antiche, trattando allo stesso tempo i più diffusi pregiudizi che l’Europa occidentale nutriva un tempo (e forse nutre ancora oggi) nei confronti delle popolazioni balcaniche.  Per riuscire nel suo intento Jezernik ha scelto un determinato punto di vista: quello dei viaggiatori europei che hanno attraversato le terre da Lubiana ad Istanbul dalla metà del XV agli inizi del XX secolo, scrittori di dettagliate cronache di viaggio.
Il lettore viene invitato ad entrare in un mondo pieno di stranezze e di magia, a conoscere strane creature ed usanze che oggi ci paiono a dir poco bizzarre.

Europa selvaggia può essere letto tutto ad un fiato, magari proprio prima di intraprendere un viaggio nei “selvaggi” Balcani o, essendo diviso in nuclei tematici, può essere letto anche poco per volta. In ogni caso è un’opera molto interessante, oltre che per il contenuto aneddotico vero e proprio, anche per i diversi obiettivi che l’autore si è prefisso: è sì un’opera d’intrattenimento, un’occasione per conoscere qualcosa in più su popolazioni a noi così vicine, ma costituisce anche una bella lezione sulla nascita, sul diffondersi dei pregiudizi che riguardano il “diverso” da noi, il “selvaggio”.  Il lettore deve si divertirsi ma deve anche assumere uno spirito critico, deve prestare attenzione a quanto legge, rendersi conto che non sempre ciò che la carta stampata ci propone (in questo caso le cronache di viaggio occidentali) corrisponde alla verità.
Data la corposa bibliografia questo libro è inoltre un ottimo punto di partenza per scoprire la storia e le usanze dei Balcani e per apprezzarne la variopinta diversità.

L’autore: Božidar Jezernik è professore presso il Dipartimento di etnologia e antropologia culturale della Facoltà di lettere e filosofia di Lubiana. Da molti anni si occupa della storia e della cultura dei Balcani e dell’eredità storica e culturale slovena. Europa selvaggia è ad oggi il suo unico libro pubblicato in italiano.

Europa selvaggia, di Božidar Jezernik
Casa editrice EDT, 2010.


Chi è Daria Costantini

Leggi anche

armi

SERBIA: Governo sotto accusa per i traffici d’armi verso il Medio Oriente

Grazie a un informatore, diversi media stanno portando avanti un'inchiesta sui traffici di armi che dalla Serbia arrivano ai jihadisti in Medio Oriente, con il coinvolgimento diretto del padre del ministro degli Interni serbo.

2 commenti

  1. ho acquistato il libro ma, ahimè, è nella pila dei “leggerò”… mi permetto di far girare la recensione… buon lavoro!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: