UNGHERIA: L'alluvione colpisce il nord-est del Paese

di Claudia Leporatti

da Economia.hu

Ancora critica la situazione metereologica nel Nord-Est dell’Ungheria, dove la pioggia ha causato abbondanti allagamenti. Solo in questa regione sono state evacuate oltre 1000 persone, più  di 2500 in tutto il paese. Le operazioni di contenimento delle esondazioni stanno proseguendo in tutte le zone fluviali ungheresi, mentre oltre 50 strade sono state chiuse al traffico, inclusa l’autostrada M3. Le compagnie assicurative hanno stimato che nel weekend sono occorsi danni per circa 4 miliardi di fiorini. A Budapest pioggia e venti hanno provocato molti danni, gestiti comunque dai vigili del fuoco. Domenica scorsa il maltempo ha provocato una vittima a Miskolc, un padre di famiglia rimasto schiacciato da un muro della sua abitazione. Oltre alle dieci vittime in Polonia, si registra un morto in Repubblica Ceca e due morti anche in Serbia. E’ allarme nei Balcani. Un maggio davvero incredibile che ha portato la neve sulle vette della Polonia, ma anche  su quelle di Austria e Repubblica Ceca.

Chi è Claudia Leporatti

Giornalista, è direttore responsabile del giornale online Economia.hu, il principale magazine in italiano sull'economia ungherese e i rapporti Ungheria-Italia, edito da ITL Group. Offre tour guidati di Budapest in italiano e inglese. Parla inglese e ungherese, ma resta una persona molto difficile da capire. Scrive racconti e sta lavorando (o pensando) al suo primo romanzo. Nata a Bagno a Ripoli (Firenze) senza alcuna ragione, vive a Budapest, per lo stesso motivo.

Leggi anche

lavarsi le mani

UNGHERIA: Ignác Semmelweis e l’importanza di lavarsi le mani

A metà dell’Ottocento un medico ungherese getta le basi di una disciplina che ha ancora una volta dimostrato la propria importanza durante la pandemia di Covid-19: l’igiene. Questa è la storia di Ignác Fülöp Semmelweis e dell’importanza di lavarsi le mani.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com