Turchia. Golpe in casa, guerra alla frontiera. Venerdì 30 settembre a a Torino

TURCHIA – GOLPE IN CASA, GUERRA ALLA FRONTIERA
Venerdì 30 settembre 2016 – ore 21
presso il Circolo Polski Kot, via Massena 19/A a Torino

con Carlo Pallard (storico, Fondazione Einaudi, East Journal), e Antonio Storto (giornalista, Redattore Sociale, East-Rivista internazionale di Geopolitica). Moderatore: Stefano Tallia (giornalista TV).

“Turchia. Golpe in casa, guerra alla frontiera”  è il primo appuntamento della nuova stagione dei “Discorsi da bar”, gli incontri organizzati da East Journal al Circolo Polski Kot di Torino.

La notte del 15 luglio 2016 ha portato l’attenzione del mondo sulla Turchia. Il colpo di stato fallito ha segnato una svolta nella storia di uno dei principali protagonisti della politica internazionale. Nelle settimane seguenti, il complicato susseguirsi degli eventi rende ancora difficile immaginarsi l’aspetto della nuova Turchia. Mentre la retorica del presidente Erdoğan esalta la democrazia e l’unità nazionale, si lancia un’epurazione senza precedenti in tutti i settori dello stato e si stringe il controllo governativo attraverso lo stato d’emergenza. Le opposizioni si trovano divise tra il dovere di dimostrare lealtà verso la nazione e la necessità di contestare la gestione della crisi, non sempre con un atteggiamento coerente. Ancora più importanti sono le implicazioni nei rapporti internazionali. Il riavvicinamento con la Russia si accompagna a un raffreddamento dei rapporti con il tradizionale alleato americano. Se oggi la Turchia ha un nemico in meno di ieri, non ha nessun vero amico. Intanto la questione curda, rinfocolata dagli eventi siriani, condiziona pesantemente la politica interna ed estera del paese. Il caos ha dunque ormai ha raggiunto una scala internazionale che ci coinvolge tutti.

Inizio alle 21 – Prima dell’incontro apericena tipico

link evento Facebook

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

Sostieni East Journal, caccia i picci!

East Journal è una testata registrata ma senza scopo di lucro. Le spese annuali sono coperte grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni East Journal.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: