BOSNIA: Addio Zio Mišo, leggenda di Sarajevo

Hussein Hasani, noto come lo zio Mišo (čika Mišo), leggenda vivente di Sarajevo, è morto il 6 gennaio alle 8:00 a causa di un attacco di cuore. Lo ha confermato a Klix.ba Dervo Sejdic, presidente dell’Unione dei rom in Bosnia-Erzegovina. Zio Mišo era l’ultimo lustrascarpe di Sarajevo, avendo lavorato per quasi settant’anni sui marciapiedi di via Titova, prima durante e dopo la guerra. Come simbolo della capitale bosniaca, čika Mišo aveva ricevuto un riconoscimento speciale di Sarajevo dieci anni fa, e gli era stato fornito un appartamento dal Cantone di Sarajevo. Nato il 22 dicembre 1931, Hasani si era trasferito a Sarajevo dal Kosovo da adolescente nel 1946. Viveva con la moglie Jameel, morta diversi anni fa, e la figlia Rabiah.

Chi è Davide Denti

Dottore di ricerca in Studi Internazionali presso l’Università di Trento, si occupa di integrazione europea dei Balcani occidentali, specialmente Bosnia-Erzegovina.

Leggi anche

bosnia concentramento

BOSNIA: Safet Vukalic, una voce dal genocidio

Il 20 maggio l'ONG britannica Remembering Srebrenica ha condotto un'intervista interattiva via twitter con Safet Vukalic. A 16 anni, a Prijedor, Safet ha visto suo padre e suo fratello deportati nei campi di concentramento, durante la pulizia etnica nel nord della Bosnia

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: