EURO 2012: Polonia, la lista dei convocati. Verso le notti magiche

Franciszscek Smuda ha diramato la lista con i nomi dei ventitre convocati che parteciperanno agli Europei di casa. Dopo l’infortunio del portiere dell’ Arsenal Lukas Fabianski, sostituito da Gregorz Sandomierski, restavano ancora tre posti da “tagliare” prima di presentare la lista ufficiale. A farne le spese sono stati Tomas Jodłowiec,Michał Kucharczyk, e Kamil Glik, appena promosso in serie A con il Torino “Probabilmente per un allenatore il momento peggiore è quello in cui deve comunicare a tre suoi giocatori che non potranno continuare ad allenarsi con la squadra” ha confessato Smuda.

Le convocazioni sono giunte nella fase finale del ritiro austriaco di Lienz in cui è stata dedicata grande attenzione alla preparazione atletica. Nella prima fase del ritiro, dopo aver monitorato attentamente le condizioni di ogni singolo giocatore lo staff tecnico ha imposto un programma di allenamento abbastanza pesante, mirato a far acquisire quella forza e velocità necessarie per affrontare le formazioni più tecniche, come ha spiegato Tomasz Frankowski, collaboratore di Smuda “Nella nostra rosa non ci sono elementi come Messi o Ronaldo, per cui dovremo avere la freschezza di puntare sul pressing per essere sempre pronti a rubare la palla agli avversari e a ripartire invelocità“. Il contrappasso è rappresentato dal fatto che al momento le gambe risultano abbastanza pesanti, e c’è chi come il difensore Kamil Grosicki si augura di non entrare in forma a luglio, quando sarà in vacanza. Per ora i fatti risultano dare ragione a Smuda e al suo team, visto che dopo la vittoria nella prima amichevole contro la Lettonia, sono giunti anche i successi contro Slovacchia e Andorra. Nel test contro Hamsik e compagni, è bastato un colpo di testa di Perquis su cross di Piszczek per portare a casa il risultato. A destare buone sensazioni è stata soprattutto la manovra della squadra, e conforta il fatto che in centottanta minuti non sia stato subito neppure un gol, segno di una certa solidità difensiva. Mentre nella “passeggiata” contro Andorra, 4-0 il finale, ha impressionato la fluidità di gioco, e la forma dei singoli. Da archiviare tra le cose più belle, l’ azione che ha portato al gol del raddoppio firmato da Lewandowski, in una rovesciata che per grazia ed eleganza ha ricordato le movenze del miglior Rivaldo. I tre successi hanno sicuramente instillato una bella dose di fiducia nella squadra, che pian piano sta acquisendo sempre più fiducia nei propri mezzi in vista dell’ esordio l’ otto giugno contro la Grecia mentre il fatto di avere la possibilità di giocare in casa un torneo così importante sta contribuendo a creare un clima da “notti magiche” come si può leggere dalle dichiarazioni di RobertLewandowski, rilasciate a Uefa.com: “Poter rappresentare la Polonia giocando in casa è un’ occasione unica, spero che noi e i nostri tifosi potremo vivere momenti indimenticabili. Contare sui nostri supporter sarà un grande vantaggio”. Sulla stessa linea di pensiero è anche Błaszczykowski: “Giocare in casa può darti una spinta enorme oppure bloccarti. Conoscendo i nostri tifosi sono sicuro che sarà un vantaggio”.

Questo l’ elenco ufficiale dei 23 che prenderanno parte ad Euro2012:

Portieri: Wojciech Szczęsny (Arsenal/ENG), Przemysław Tyton (PSV Eindhoven/NED), Grzegorz Sandomierski (Genk/BEL)

Difensori: Sebastian Boenisch (Werder Bremen/GER), Marcin Kamiński (Lech Poznan), Damien Perquis (Sochaux/FRA), Lukasz Piszczek (Borussia Dortmund/GER), Marcin Wasilewski (Anderlecht/BEL), Jakub Wawrzyniak (Legia Warszawa), Grzegorz Wojtkowiak (Lech Poznań)

Centrocampisti: Kuba Błaszczykowski (Borussia Dortmund/GER), Dariusz Dudka (Auxerre/FRA), Kamil Grosicki (Sivasspor/TUR), Adam Matuszczyk (Fortuna Duesseldorf/GER), Adrian Mierzejewski (Trabzonspor/TUR), Rafał Murawski (Lech Poznan), Ludovic Obraniak (Bordeaux/FRA), Eugen Polański (Mainz/GER), Maciej Rybus (Terek Grozny/RUS), Rafał Wolski (Legia Warsaw)

Attaccanti: Paweł Brozek (Celtic/SCO), Robert Lewandowski (Borussia Dortmund/GER), Artur Sobiech (Hannover 96/GER)

Chi è Fabio Turco

Leggi anche

CURVA EST: A caccia di stadi nell’Europa orientale

Il groundhopping è una passione che non esiste certo da oggi, ma grazie ad app ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: