Ucraina alle radici della guerra

Ucraina, alle radici della guerra. Un libro di East Journal

Ucraina, alle radici della guerra

Paesi edizioni, 2022

a cura di Matteo Zola

222 pagine

euro 13

ACQUISTA QUI

SFOGLIA L’INDICE

Ucraina, alle radici della guerra è il nostro libro, il libro di East Journal. Un testo «equilibrato ma non equidistante», come ha scritto Anna Zafesova nella prefazione, che si rivolge a un pubblico ampio, non solo addetti ai lavori. unendo lo stile chiaro della scrittura giornalistica al costante riferimento alle fonti della cultura accademica.

Un libro meditato che indaga le cause, recenti e remote, di una guerra destinata a modificare gli equilibri internazionali per i prossimi decenni.

Quindici domande, altrettante risposte. Perché l’Ucraina? Che colpe ha l’Occidente? Ci sono i nazisti a Kiev? Bandera eroe o criminale? Chi è Volodymyr Zelens’kyj? Maidan fu golpe o rivoluzione? Nessuna risposta è scontata. 

Il libro affronta le questioni più dibattute e controverse sulle cause della guerra russo-ucraina. La storia antica e recentissima, gli aspetti giuridici e istituzionali, i personaggi (da Stepan Bandera agli oligarchi, al Battaglione Azov), le idee, le tragedie, la lotta per l’Europa, l’evoluzione del sentimento nazionale e la guerra con la Russia – Anna Zafesofa

Alessandro Ajres, slavista all’università di Torino; Ilona Babkina, redattrice e allieva del MIREES; Oleksiy Bondarenko, docente all’università di Warwik; Andrea Braschayko, giornalista di Valigia Blu e Il Foglio; Giovanni Catelli, scrittore e giornalista; Davide Denti, dottore di ricerca a Trento e funzionario alla Commissione europea; Micheal L. Giffoni, diplomatico; Sofiya Stetsenko, redattrice e allieva MIREES; Matteo Zola, giornalista professionista e direttore di East Journal. Questi i nomi di chi ha scritto il libro.

Tra i giornalisti e ricercatori che hanno firmato i vari capitoli, non mancano ucraini,  russofoni anche – ma in fondo è uguale se ci si attiene ai fatti (guarda chi sono gli autori). Un libro scritto da chi l’Ucraina la conosce e la studia. Non da improvvisati esperti dei talk-show. Non da filosofi e stimabili classicisti che nulla sanno di Ucraina. Non da generali in pensione, educazioni siberiane, accoliti dell’autocrate, fanatici della guerra, polemisti di serata. Un antidoto contro le generalizzazioni, le ideologie, le visioni settarie. Per andare alle radici della guerra in Ucraina.

Un libro utile per seguire gli sviluppi futuri. Utile per cercare di immaginare le prospettive, dell’Ucraina, della Russia, dell’Europa. Necessario per non cadere nelle trappole della manipolazione e della propaganda.

INDICE

PREFAZIONE
di Anna Zafesova

INTRODUZIONE
di Giovanni Catelli

CAPITOLO UNO
Perché proprio l’Ucraina? Le ragioni che rendono l’Ucraina importante
di Michael L. Giffoni

CAPITOLO DUE
È colpa della NATO? Il ruolo della NATO e dell’Occidente nella genesi del conflitto
di Matteo Zola

CAPITOLO TRE
Maidan, colpo di Stato o rivoluzione? Una cesura all’interno della società ucraina
di Oleksiy Bondarenko

CAPITOLO QUATTRO
Ci sono i nazisti al governo a Kiev? Denazificazione, nazionalismo ed estrema destra
di Matteo Zola

CAPITOLO CINQUE
Bandera, eroe o criminale? Un problema di memoria nazionale
di Ilona Babkhina

CAPITOLO SEI
Russi e ucraini sono lo stesso popolo? Il mito delle «nazioni sorelle» e l’uso politico della storia
di Matteo Zola

CAPITOLO SETTE
In Ucraina è in corso un conflitto etnico? L’identità plurima dell’Ucraina
di Oleksiy Bondarenko e Matteo Zola

CAPITOLO OTTO
E allora il Donbass? La questione del Donbass oltre la propaganda
di Matteo Zola

CAPITOLO NOVE
I confini dell’Ucraina sono artificiali? Lo sviluppo territoriale dell’Ucraina e la questione della Crimea
di Matteo Zola

CAPITOLO DIECI
La Crimea è da sempre russa? L’annessione della Crimea e il principio di legalità
di Matteo Zola

CAPITOLO UNDICI
Oligarchia o democrazia? L’Ucraina tra rivoluzione e corruzione
di Andrea Braschayko

CAPITOLO DODICI
Chi è Volodymyr Zelens’kyj? Un comico nella tragedia
di Sofiya Stetsenko

CAPITOLO TREDICI
Verso l’Europa? Il percorso di avvicinamento all’UE
di Davide Denti

CAPITOLO QUATTORDICI
Una guerra mediatica? Miti e simboli di un conflitto moderno
di Alessandro Ajres

CAPITOLO QUINDICI
Come andrà a finire? Esiti possibili, sperabili ed evitabili
di Matteo Zola

Chi è redazione

East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

Auschwitz

Né russi, né ucraini. A liberare Auschwitz furono i sovietici

L'esclusione della Russia dalle celebrazioni ad Auschwitz e l'idea che siano stati gli ucraini a liberare il campo: propagande in guerra...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Privacy Preference Center