casa dei due atlanti

The Odessa Journal: Uno sguardo all’Ucraina meridionale

“Sono arrivato a Odessa in macchina, aereo, treno e nave, e ogni volta sono stato accolto con l’ospitalità e la vitalità per cui questa città è giustamente famosa”

(Charles King, Odessa. Splendore e tragedia di una città di sogno)

the odessa journal

East Journal amplia le sue collaborazioni: The Odessa Journal è un quotidiano online indipendente, in lingua inglese, che fornisce articoli aggiornati sulla regione di Odessa e l’Ucraina meridionale.

Odessa, città leggendaria sul Mar Nero, fondata da un napoletano, si è sempre contraddistinta come punto di incontro e fusione di etnie, fedi religiose e costumi; un crogiolo di avanguardie politiche, artistiche e culturali, nonché una delle città più cosmopolite d’Europa. The Odessa Journal la racconta parlando di cultura, storia, società, intrattenimento e non solo, con l’obiettivo di aumentare la visibilità internazionale della città e promuoverne la regione non solo come destinazione turistica, ma anche come terra di opportunità per il mondo degli affari.

Presente su Facebook, Instagram, LinkedInTwitter, la rivista collabora anche con: The Baltic Times, Budapest Times, Dumskaya.net, Georgia Today, Odessa Business News, Warsaw Business Journal, Ukraine.nu.dk.

Immagine: discover-ukraine.info

Chi è Alessandro Ajres

Alessandro Ajres (1974) si è laureato all’Università di Torino con una tesi su Gustaw Herling-Grudziński, specializzandosi nello studio della lingua e letteratura polacca. Nel 2004 ha conseguito il dottorato di ricerca in Slavistica con un lavoro sull’Avanguardia di Cracovia, da cui scaturirà poi il volume Avanguardie in movimento. Polonia 1917-1923 (Libria 2013). Attualmente è professore a contratto di Lingua Polacca all’Università di Torino.

Leggi anche

occidente tradirà Ucraina

L’Occidente tradirà l’Ucraina? L’amaro bilancio dopo due anni di guerra

Il bilancio dopo due anni di guerra in Ucraina è negativo. L'Occidente non vuole andare in fino in fondo mentre gli ucraini continuano a morire. Adesso come adesso, è difficile non gridare al tradimento di un popolo intero...

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com