BASKET: Jasmin Repeša, l’uomo della speranza Olimpia

Due giorni fa, l’Olimpia Milano è tornata a vincere la Coppa Italia di pallacanestro. Vent’anni dopo l’ultima, conquistata nel  1996. Il successo è merito di una squadra finalmente compatta e in grado di esprimere un gioco ordinato e una grande difesa capace di sposarsi bene con il grande talento offensivo dei meneghini. Più di tutti però i meriti dovrebbero andare al nuovo allenatore, colui che ha costruito quest’ottimo collettivo: Jasmin Repeša, coach di grande successo di cui val la pena riepilogare la carriera.

Repeša, classe 1961, è uno dei tanti allenatori della scuola dell’ex-Jugoslavia, in questo caso di nazionalità croata. Da giocatore veste sempre la maglia della squadra della sua città natale, il Borac Čapljina (in Bosnia, nonostante la nazionalità del coach). Da allenatore inizia come assistente al Cibona Zagabria, per poi essere mandato per un anno a fare il capo allenatore in una squadra satellite del club croato, il Dona. Dopo una sola stagione viene richiamato al Cibona in qualità di capo allenatore e ci rimane due stagioni vincendo due campionati e una Coppa di Croazia. Dal 1997 al 2000 la prima esperienza all’estero, in Turchia al  Tofaş Bursa. Anche qui riesce a vincere per due volte il campionato oltre a due Coppe di Turchia e una Coppa del Presidente. Dopo due esperienze deludenti, una a Spalato e una brevissima allo Śląsk Wrocław, torna per un anno al Cibona, vincendo nuovamente lo scudetto.

Dal 2002 in poi inizia il suo rapporto con il nostro paese: fino al 2006 allena la Fortitudo Bologna vincendo uno scudetto nel 2005 (in finale proprio contro l’Olimpia) e la Supercoppa l’anno successivo. Oltre ai successi fu però in grado di far esprimere la squadra sempre su alti livelli, come testimoniano le quattro finali scudetto consecutive e la finale di Eurolega raggiunta nel 2004. Al tempo stesso lancia in prima squadra e nel panorama internazionale diversi giovani, tra cui il nazionale italiano Marco Belinelli. Dal 2006 al 2008 allena la Virtus Roma con cui sfiora lo scudetto per un paio di stagioni cedendo però contro Siena nel 2007 in semifinale e nel 2008 in finale scudetto. Anni dopo ricorderà con amarezza quegli anni affermando di aver rinunciato alla guida del Real Madrid per portare lo scudetto a Roma e che gli fu impedito a causa di alcuni presunti brogli da parte dei toscani. Dal 2010 al 2011 allena nuovamente in Italia, stavolta a Treviso. Dopo due buone stagioni rescinde il contratto e torna in Croazia, ancora una volta al Cibona dove vince l’ennesimo campionato. Si accasa poi in Spagna all’Unicaja Málaga per una sola stagione per poi tornare in Croazia, stavolta Cedevita Zagabria. Anche con l’altro club della capitale riesce a vincere due campionati e due Coppe di Croazia in due stagioni prima di essere chiamato per l’appunto a Milano.

Un  allenatore con una bacheca trofei impressionante per un club con altrettanto importante palmarès che però negli ultimi venti anni non ha raccolto molto. Quello che indubbiamente contraddistingue il coach croato è l’impegno e la disciplina pretesi dai proprio giocatori, quelle due caratteristiche che forse erano la giusta medicina per un ambiente Olimpia sfiduciato dal mancato scudetto della scorsa stagione che invece quest’anno può già fregiarsi di un trofeo. Molti giocatori hanno subito capito quali erano le pretese del coach e si sono adeguati rispondendo alla grande a quello che in allenamento è un vero e proprio sergente di ferro. Se la cura Repeša avrà funzionato si vedrà a giugno, se Milano tornerà a potersi cucire lo scudetto sul petto.

Foto: Man77

Chi è Mattia Moretti

Nato nel 1994 ad Alghero. Studente di Filosofia presso l'Università di Padova. Collabora con la Pagina Sportiva di East Journal e con il sito dedicato alla pallacanestro BasketUniverso.

Leggi anche

Polonia calcio

CALCIO: La Polonia all’Europeo con il Qatar nel mirino

Intervista al giornalista e scrittore Alberto Bertolotto che ci parla della Polonia, della sua presenza all'Europeo e del calcio nazionale.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com