East Journal cerca nuovi collaboratori

East Journal cerca tre nuovi collaboratori specializzati nell’area centro europea (Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia), due specializzati in Russia e uno in ambito culturale (storia, letteratura, cinema dell’Europa centro-orientale).

requisiti minimi del candidato sono:
– condivisione della linea editoriale di East Journal;
– capacità, esperienza e passione per la scrittura;
– abilità di lavorare come parte di una redazione e volontà di partecipare alle discussioni interne;
– utilizzo di un proprio profilo Facebook per coordinarsi con il resto della redazione e con gli altri gruppi di East Journal.

I requisiti specifici sono:
– esperienza diretta della regione: al candidato è richiesto di aver trascorso un periodo superiore ai due mesi in uno dei paesi dell’area;
– conoscenza della piattaforma WordPress;
– buona conoscenza della lingua inglese.

Le caratteristiche desiderabili sono:
– precedenti pubblicazioni in lingua italiana;
– conoscenza di una o più lingue della regione.

Compiti e responsabilità:
– il candidato selezionato dovrà assicurare non meno di due articoli al mese, su temi proposti dal caporedattore o dal candidato stesso, se approvati dalla redazione;
– il candidato selezionato sarà parte integrante della redazione e dei gruppi Facebook di East Journal, in cui è richiesta una partecipazione attiva e rispettosa degli altri membri.

I dettagli sulla procedura di selezione saranno resi noti ai candidati selezionati. Se siete in possesso dei requisiti contattateci attraverso la sezione del sito CONTATTACI e mettete come oggetto COLLABORAZIONE. La call resterà aperta fino al 20 dicembre, e l’eventuale collaborazione inizierà dal gennaio 2020.
Vi ricordiamo che East Journal non è un giornale strutturato, nessuno viene retribuito per il lavoro svolto e ogni collaborazione avviene su base volontaria.

Chi è Francesco Magno

Aspirante storico, nato a Messina nell'anno di grazia 1992, è stato adottato da Padova, ma col cuore rimane a Bucarest. Si occupa soprattutto di Romania e Moldavia, con qualche sporadica incursione in Bulgaria. Non ha ancora capito se è di destra o di sinistra, pensa di essere per le cose giuste. Sogna di fuggire con un grande amore nella campagna transilvana.

Leggi anche

KIOSK: La fine di Alba Dorata, la Kamčatka inquinata

Alba Dorata è un’organizzazione criminale, una sentenza storica. In Kamčatka un disastro ambientale mette a rischio la fauna marina.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com