Imi, la radio poliglotta di Varsavia

di Lorenzo Berardi

Una radio multilingue fatta da volontari stranieri residenti in una capitale europea con l’obiettivo di fare sentire la propria voce ecropped-Polonicult-Blog-cultura-polacca comunicare con il territorio. Il progetto è affascinante e, in apparenza, non proprio una novità. A Vienna, ad esempio, Radio Afrika trasmette programmi e notizie in più lingue straniere sin dal 1997. E anche in Italia diverse emittenti radiofoniche locali e nazionali propongono da anni trasmissioni realizzate da e per stranieri nelle proprie lingue natie. Tuttavia la storia di Imi Radio, che dal maggio del 2015 trasmette su Internet in diretta da Varsavia, merita di essere raccontata.

L’odierna Polonia è una nazione monoculturale, dove appena l’1,5% degli abitanti è di origine straniera. E a seguito delle elezioni parlamentari di due anni fa il Sejm di Varsavia è divenuto l’unico parlamento europeo nel quale non siede un singolo rappresentante di un partito di centrosinistra. Una situazione che, comunque la si voglia vedere, di  certo non avvantaggia il pluralismo. L’attuale partito di governo, Diritto e Giustizia (PiS), si attesta su posizioni nazionaliste ed euroscettiche non esattamente a favore di una Polonia multiculturale e multireligiosa. Una linea politica che guarda con sospetto all’arrivo di nuovi immigrati nel Paese e in cui prevalgono spesso chiusura e diffidenza nei confronti dello straniero e di chiunque sia ritenuto ‘diverso’.

[…]

Continua a leggere su PoloniCult.

Chi è PoloniCult

PoloniCult
PoloniCult, da più di tre anni ormai, è una presenza tenace e attenta nel raccontare gli stimoli culturali che offre la Polonia di oggi, come quella di ieri. Diamo voce ai libri polacchi tradotti in italiano e suggeriamo quelli che dovrebbero; presentiamo i film polacchi distribuiti in Italia e quelli che potrebbero; raccontiamo artisti la cui musica merita di uscire dai club e dalle piazze delle sole città polacche. Non da ultimo, raccontiamo storie di Polonia vera, di quella che vive la modernità con le sue contraddizioni, che si riconosce in riti e personaggi di ogni sorta. Parliamo con scrittori, registi, poeti, musicisti; ci guardiamo attorno in quella terra varia che è l’Europa centro-orientale. Lo facciamo con passione e professionalità perché è in questi valori che ci riconosciamo e con i quali ci riconosce chi ha lavorato con noi.

Leggi anche

L’ultima puntata di Kiosk, la radio sintonizzata sull’est!

Kiosk continua il suo viaggio raccontandovi storie di protesta di ieri e di oggi. Laura Luciani e Marco Magnano sorvolano Danzica, Praga, Baku e Bucarest, sempre accompagnati da ottimi ospiti e musica tutta ad est.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com