Le nostre rubriche

RUBRICHE D’OPINIONE

J’accusedi Matteo Zola, rubrica di opinioni ed editoriali del direttore di East Journal che, preso dai fumi del potere, emula l’omonimo Emile senza averne lo spessore. Una rubrica di denuncia, di posizione, che cerca invano di dettare una linea editoriale a una testata geneticamente anarchica.

.

Opinioni & eresie, rubrica collettiva e collettanea di opinioni scomode, espressione anche di punti di vista opposti a quelli della testata ma necessari al fine di offrire al lettore quante più informazioni possibili. Senza censure, senza intellettualismi, senza verità in tasca. Una rubrica per confrontarci, ché non essere d’accordo in genere è un bene.

.

Ucraina in pilloledi Massimiliano Di Pasquale, giornalista e scrittore, autore del libro fotografico “In Ucraina, immagini per un diario” (2010);  “Ucraina terra di confine. Viaggi nell’Europa sconosciuta (2012) e attualmente impegnato per i tipi della Bradt all’aggiornamento della Ukraine Bradt Travel Guide. Una rubrica per conoscere l’Ucraina al di là dalla cronaca politica curata da una firma importante degli studi ucraini.

Occidenti - di Valerio Pierantozzi, giornalista professionista, redattore presso il bisettimanale torinese Però, autore de “La lunga lotta” (2009) sui rapporti tra massoneria e Chiesa cattolica. Nato a Pescara nel 1980 laureato in filosofia, ha una vocazione da bastian contrario che cercherà di mettere all’opera in questa rubrica su fatti occidentali, uno sguardo polemico verso un Occidente sempre più plurimo e contraddittorio.

Political idiot- di Jasmina Tesanovic, attivista, scrittrice e giornalista serba. Tra le poche voci che si opposero a Milosevic, dopo i trascorsi a B92 si unisce all’associazione Donne in Nero per cui segue il processo alla banda paramilitare di Ratko Mladic. E’ autrice di “Processo agli Scorpioni” (Edizioni Clandestine) e “Diario di un’idiota politico” (ed. Fandango). Firma una rubrica militante, di analisi politica e denuncia, con un occhio ai Balcani

Osservatorio Lgbt a cura di Silvia Padrini, laureanda in Scienze Internazionali all’Università degli studi di Torino. Ha trascorso un periodo in Georgia per svolgere un servizio all’interno di un campo profughi a Tbilisi. Cura questa rubrica collettiva di analisi e di denuncia dei quotidiani episodi di discriminazione e omofobia, uno strumento di approfondimento per chiunque si interessi di diritti umani, con schede per ogni paese.


Osservatorio al Femminile
- a cura di Daniela Piazzalunga, attualmente sta svolgendo un Dottorato in economia presso il Collegio Carlo Alberto (Università di Torino) occupandosi di questioni di genere. Cura una rubrica collettiva che guarda alla situazione della donna nell’Europa orientale e, d’altro canto, delle donne dell’est che emigrano in Italia, spesso vittime di discriminazione etnica e di genere, relegate a lavori umili e senza garanzie. Una rubrica al femminile che non disdegna l’approccio femminista.

Leave a Reply