Tag Archives: Romania

STORIA: I dimenticati ad est. L’Olocausto in Transnistria degli ebrei di Romania troppe volte negato.

Olocausto-in-Romania-una-storia-nazionale-ancora-da-costruire

Durante la Seconda guerra mondiale, circa 300.000 ebrei vennero uccisi dalle autorità romene, la maggior parte di loro trovarono la morte nei campi di sterminio di Bogdanovka, in Transnistria, una regione a est del Nistro, all’epoca sotto amministrazione romena. Il Comunismo per quarant’anni ha negato le responsabilità dei romeni nel genocidio degli ebrei, accusando delle deportazioni in Transnistria gli invasori tedeschi e ungheresi. Solo negli ultimi quindici anni, grazie alla Commissione sull’Olocausto in Romania, istituita da Elie Wiesel, il governo romeno ha intrapreso il cammino della responsabilità storica nei confronti degli ebrei e dell’Olocausto.

Leggi tutto

ROMANIA: Elie Wiesel e il destino degli ebrei romeni

Museo ebraico Elie Wiesel _ Sighet

La storia di Elie Wiesel, Premio Nobel della Pace, nel 1986, romeno di origine ebraica, si intreccia inevitabilmente con i destini degli ebrei di Romania. Emigrati dalla Galizia austriaca e dall’Impero russo nell’800, contribuirono alla crescita della società romena. La partecipazione della Romania a fianco della Germania, durante la Seconda Guerra Mondiale, portò alla loro deportazione, verso la Polonia e la Transnistria. Con l’Olocausto e poi il Comunismo, la Romania perse gran parte della sua energia intellettuale ed economica.

Leggi tutto

CALCIO: I trasferimenti fantasma di Hagi jr e Manea

12697187_1078104645574746_6388457361371662561_o

Quest'estate il Viitorul Costanza di Gheorghe Hagi aveva fatto titoli di calciomercato grazie alle cessioni di Cristi Manea al Chelsea e Ianis Hagi alla Fiorentina. Trasferimenti che non sono mai avvenuti e che sembrano nascondere una torbida rete illegale di cessioni a terze parti, in cui sarebbe incappato anche Andrija Živković del Partizan Belgrado

Leggi tutto

BASKET: In Romania la tensione sui simboli secleri scende sul parquet

16826971345_b82ad3feec_k

In Romania, la pallacanestro femminile è diventata l'ultima valvola di sfogo per la questione sui simboli secleri: la capolista del campionato, il Sepsi SIC della seclera Sfântu Gheorghe, è stata protagonista nel giro di pochi giorni di due "incidenti" sul parquet, entrambi collegati alla forte identità etnica del club e alla battaglia degli ungheresi di etnia seclera per il riconoscimento dell'autonomia dello Székelyföld.

Leggi tutto

ROMANIA: Autobiografia e persecuzione di Negoiţescu, intellettuale e omosessuale

http://clujcapitala.ro/2014/09/amintiri-din-cluj-o-zi-linistita-vechiul-cluj/

Ion Negoitescu è stato uno dei critici letterari più importanti della Romania del Novecento: ma, soprattutto, è stato uno dei pochi omosessuali dichiarati in un regime che l'omosessualità la perseguitava. In esilio Negoitescu ha raccontato in un'appassionante autobiografia, rimasta incompiuta, la scoperta della sua omosessualità e i turbamenti della sua adolescenza nella Cluj dell'epoca interbellica.

Leggi tutto

ROMANIA: Béla Bartok, compositore della pace e della fratellanza tra i popoli

By Ion Chibzii from Chisinau. , Moldova. (Two lautari (the end of 60th years).) [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

  Béla Bártok è stato senza dubbi il più grande compositore ungherese e una delle più grandi personalità della musica del XX secolo. Nagyszentmiklos, la cittadina dell’Impero austro-ungarico dove nacque nel 1881, era un luogo caratterizzato dal plurilinguismo, dove numerose etnie convivevano una accanto all’altra. Alla sua nascita l’etnia maggioritaria ...

Leggi tutto

ROMANIA: La questione seclera diventerà referendum?

maxresdefault (1)

L’UDMR, il partito politico dell’Unione dei Democratici Ungheresi di Romania, sta provvedendo a presentare al parlamento rumeno la proposta di legge sullo ‘statuto speciale’ della regione Szekler, in discussione da lungo tempo, e finora mai espressamente riconosciuto dalle autorità rumene, né legittimato da formale referendum. La concentrazione dei media sulla ...

Leggi tutto

ROMANIA: Sconfitto Ponta. Iohannis nuovo presidente

vladnasasiou

Klaus Iohannis sarà il nuovo presidente della Romania. Leader dell’Alleanza Cristiano Liberale, unione dei due principali partiti nazionali di centrodestra (PNL e PD-L), esponente della minoranza tedesca che vive in Transilvania e sindaco di Sibiu, Iohannis ha battuto inaspettatamente il primo ministro Victor Ponta, dato per favorito dai sondaggi. L’affluenza ...

Leggi tutto

UNGHERIA: Più opportunità di studio in lingua magiara in Transilvania, l'obiettivo di Budapest

http://article.wn.com/view/2012/10/03/viktor_orb_n_honoured_by_sapientia_university_government_of_/

BUDAPEST – Venerdì 3 ottobre è stato inaugurato un nuovo dormitorio all’università Sapientia di Târgu Mureș (in ungherese Marosvásárhely), nella Transilvania romena. Il vice primo ministro ungherese Zsolt Semjén ha dichiarato che uno degli obiettivi del governo è proprio la sopravvivenza della comunità ungheresi all’estero. “La lingua e cultura ungherese devono ...

Leggi tutto

ROMANIA: L'estate tra jazz, folk e gastronomia

ROMANIA_archer10_flickr

Negli ultimi anni la Romania è diventata sempre più spesso meta di viaggi per turisti che vogliono andare alla scoperta di un paese, che sebbene abbia goduto per lunghi anni di cattiva fama, nasconde bellezze culturali e paesaggistiche di rara bellezza. L’affascinante e tenebrosa storia della Transilvania, la vivace vita ...

Leggi tutto

ROMANIA: Sotto l'egida NATO. Joe Biden a Bucarest

SECRETAR GENERAL NATO- MAE

Il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden è arrivato in Romania il 20 maggio scorso, presso la base militare aerea di Otopeni, a Bucarest, per dare testimonianza dell’ impegno sostenuto da Washington nei confronti dei paesi dell’Europa orientale aderenti alla NATO, naturalmente in riferimento alle preoccupazioni per l’intervento russo in Ucraina. ...

Leggi tutto

ROMANIA ELEZIONI/3: Vince Ponta, i risultati del voto

Victor Ponta - foto Ticino on-line

Come pronosticato dai sondaggi, le elezioni romene si chiudono con la vittoria della coalizione social-liberale (Usl), che raggruppa i socialdemocratici (Psd) del primo ministro uscente Victor Ponta e i liberali di Crin Antonescu (Pnl-Pc), ottenendo il 58,63% alla Camera dei deputati e il 60,3% al Senato. L’Alleanza per una Romania Giusta ...

Leggi tutto

ROMANIA: La febbre dell'oro (al cianuro)

fonte: MindBomb

Nonostante gli attivisti della “Coalizione per una Romania libera dal cianuro” stiano promuovendo l’approvazione di una legge per la messa al bando dell’utilizzo delle tecnologie di estrazione mineraria al cianuro, il paese sembra andare nella direzione opposta. E mentre Ungheria, Germania e Repubblica Ceca si sono già adeguate alla risoluzione ...

Leggi tutto

ROMANIA: I Secleri di Transilvania rivendicano l'autonomia

secleri-sfantu

DA BRASOV – Negli ultimi mesi abbiamo visto rinvigorirsi nella parte occidentale del continente, dalla Catalogna alle Fiandre, movimenti autonomistici che sempre più spesso non nascondono intenti separatistici. In Transilvania il popolo seclero si trova invece a dover lottare ancora per il riconoscimento della propria identità e dei propri simboli, ...

Leggi tutto

ROMANIA: La minoranza ungherese si affida alle Chiese e non ai partiti

hungary-flag

Il 1° settembre migliaia di ungheresi hanno manifestato a Sfȃntu Gheorghe/Sepsiszentgyörgy (città della Romania abitata prevalentemente da ungheresi) in difesa di una scuola calvinista. Una manifestazione massiccia, fra le più imponenti degli ultimi anni anche se le cifre fornite dagli organizzatori, 25.000 presenze, paiono esagerate. Alla “Giornata della giustizia”, come ...

Leggi tutto

ROMANIA: Il mercato … va in fumo

sigaretta3

In Romania l’evoluzione del contrabbando di sigarette è spettacolare: considerando i circa 37 miliardi di pezzi venduti ogni anno nel paese, è stato calcolato che la quota di tabacco illegale presente sul mercato rumeno è passata dal 17,6% del 2008 (circa 6,5 miliardi di sigarette) al 36% del 2010 (oltre ...

Leggi tutto

ROMANIA: Paese ospite al salone del libro di Torino

sala romamia

Quest’anno il Salone del libro di Torino ha spento venticinque candeline. In occasione di questo importante traguardo, ha fatto capolino tra i Paesi ospite dell’edizione oltre alla Spagna, la Romania. Una presenza centrale quella romena al salone di Torino: sono, infatti, oltre un milione i cittadini romeni presenti nel Belpaese, ...

Leggi tutto

Appunti pornografici da Bucarest

3293111898_745de479b9_z

Vai in un qualsiasi ufficio di collocamento e dimmi se quelli del Fronte della Salvezza Nazionale dicevano la verità sulla disoccupazione ai tempi del tiranno. Guarda la lunga fila dei senza lavoro. Battono i piedi, fumano, rumoreggiano. I più fortunati, quelli che del collocamento non se ne fanno nulla, svolgono ...

Leggi tutto

MOLDAVIA: Tra pressioni russe e irredentismo romeno

moldova

E il Cremlino apre i seggi in Transnistria La Russia continua a fiatare sul collo della Moldavia anche nel ventennale del conflitto in Transnistria, iniziato il 2 marzo 1992. In occasione delle elezioni presidenziali russe del 4 marzo, Mosca ha aperto 27 sezioni di voto sul territorio della repubblica moldava: ...

Leggi tutto

ROMANIA: Mărţişor, festa della primavera

martisor

Il primo giorno di primavera, convenzionalmente il primo marzo, in Romania ed in Moldova si celebra il Mărţişor, che in italiano si può tradurre come “piccolo marzo”. Si tratta di una festa tradizionale per accogliere l’arrivo della primavera, una ricorrenza molto sentita tra i romeni ed i moldavi. Infatti per ...

Leggi tutto

ROMANIA: Roşia Montană, le proteste ambientali che precedettero quelle politiche

rosia

Abbiamo intervistato Csongor Kovács presidente dell´associazione ambientalista Green Transylvania e del portale di informazione www.greendex.ro. (*) – Come ha avuto inizio il movimento Salvaţi Roşia Montană? Il movimento ha avuto inizio nel 1997 quando la RMGC (Rosia Montana Gold Corporation) ha presentato il progetto. I primi attivisti sono stati alcuni ...

Leggi tutto

ROMANIA: Chi strumentalizza la piazza

di Damiano Benzoni Lontano dalla piazza si anima la lotta per sfruttare la protesta o per condannarla. L’Uniunea Social Liberală, la coalizione socialista-liberale di opposizione, ha radunato settemila persone sotto l’Arcul de Triumf nella giornata di giovedì in un evento chiamato Miting Pentru Libertate, in cui i leader della coalizione ...

Leggi tutto

ROMANIA: Ştefan Delureanu. Una storia, la Storia –

di Edoardo Inglese e Alberto Basciani Il documentario, presentato per la prima volta in assoluto presso l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest “Vito Grasso”, è costruito attorno ad un’intervista realizzata nel giugno 2010 allo storico Ştefan Delureanu attento studioso del Risorgimento italiano e traduttore di importanti autori della letteratura italiana. ...

Leggi tutto

Il massaggiatore cieco

di Silvia Biasutti recensione a Il massaggiatore cieco, di Catalin Dorian Florescu, Ed. Giunti, 2008 Florescu, classe 1967, è una piacevole sorpresa della narrativa romena di questi anni, che vive una sorta di “primavera letteraria” grazie alle numerose vicissitudini migratorie dei romeni. Ne “Il massaggiatore cieco” (“Der blinde Masseur” nell’edizione ...

Leggi tutto

ROMANIA: La guerra dei tulipani. L'immaturità di Bucarest

di Grigore Cartianu da Adevarul In risposta all’opposizione dell’Aia al suo ingresso nell’area Schengen, Bucarest ha inasprito i controlli sull’importazione dei fiori olandesi. Una reazione che denota poca maturità in campo diplomatico. Tutto è cominciato il 16 settembre, quando i Paesi Bassi si sono opposti fermamente all’ingresso della Romania nello ...

Leggi tutto

L'equivoco della minoranza Rom. L'uso politico del censimento 2011

di Aron Coceancig Quest’anno i 27 paesi dell’UE dovranno adoperarsi per effettuare un censimento della popolazione. Il censimento è un atto statistico teso ad acquisire informazioni sulla popolazione, ma spesso, in particolare nell’Europa centro-orientale, diviene terreno di scontro politico e nazionale. Così anche il censimento 2011 si è trasformato in una ...

Leggi tutto

E-BOOK: La minoranza ungherese in Transilvania, di Silvia Biasutti

autore: Silvia Biasutti titolo: Romania. La minoranza ungherese in Transilvania prefazione: Aron Coceancig pagine: 42 –  collana: (as)saggi Consulta on-line      –       Scarica in PDF Dopo la Prima Guerra Mondiale il Trattato di Trianon del 1920 ha assegnato alla Romania alcuni territori dell’antico Regno d’Ungheria, tra cui la Transilvania. Il passaggio, ...

Leggi tutto

INCHIESTA: La “pietra miliare”: origine del traffico di rifiuti tossici tra Italia e Romania

di Massimiliano Ferraro pubblicato su Ecoinchiesta e Narcomafie Ad est dell’est c’è Sulina, piccola cittadina del distretto di Tulcea: il punto più orientale della Romania e dell’intera Unione Europea. Quattromila anime sparse tra casette di legno e orribili condomini di epoca sovietica. Poche strade, alcune ancora in terra battuta che ...

Leggi tutto

Un altro Novecento per l'Europa orientale

di Andrea Monti da Balcanews “Un altro Novecento”, in libreria con Carocci al costo di 27 euro (aisseco.org) Dopo il 1989 molti si erano illusi che il comunismo costituisse una parentesi storica, facilmente superabile attraverso programmi di privatizzazione dell’economia e democratizzazione della vita politica. La “deviazione” comunista, sommandosi alle specificità ...

Leggi tutto

L'amore ai tempi di Ceausescu

proponiamo ai nostri lettori questo bell’articolo apparso su Osservatorio Balcani e Caucaso a firma di Max di Di Pasquale, giornalista e fotografo, che abbiamo intervistato qualche mese fa. Del libro della Coman il nostro Luca Bistolfi ha firmato la postfazione all’edizione italiana.  di Massimiliano Di Pasquale da Osservatorio Balcani e ...

Leggi tutto

ROMANIA: Contro la guerra in Libia, o contro Sarkozy

di Matteo Zola L’intervento militare in Libia (guai a chiamarla guerra, per carità) ha diviso l’Europa tra interventisti, pacifisti, neutralisti, confermando una volta di più quanto l’Unione sia “divisa, calpesta e derisa”, mutuando un verso dal nostro Mameli. Così, mentre la Francia comanda, la Gran Bretagna dispone, l’Italia si accoda ...

Leggi tutto

KULTURA: miracoli di legno dalla Romania a Trento

di Silvia Biasutti Si è aperta lo scorso 4 dicembre a Trento l’esposizione fotografica “Miracoli di legno”, un’originale rassegna di alcune tra le più incantevoli chiese in legno della Romania che appartengono al novero del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. La mostra ha l’intento di accompagnare il grande pubblico alla scoperta della ...

Leggi tutto

Razzismo e giornali, il caso romeno

Da anni – ripeto: anni – gran parte dei giornalisti italiani, da destra a sinistra, tratta i romeni immigrati nel nostro Paese in maniera ridicola (quando va bene) o in maniera realmente discriminatoria e violenta (quando invece va proprio male, ed è la maggior parte delle volte). Non passa giorno in ...

Leggi tutto

ROMANIA: L'Esperimento Pitesti, un darwinismo alla rovescia

Gruen

Quanto davvero sappiamo della Romania comunista? I vent’anni del regime di Ceausescu hanno esaurito e cassato un’epoca e una storia, la quale invece inizia già all’indomani della Seconda guerra mondiale, con una delle più sanguinolente e perverse dittature rosse del pianeta. E al cui centro s‘installa l’Esperimento Pitesti o, come ...

Leggi tutto

ROMANIA: Chi controlla il narcotraffico?

Crocevia nel traffico internazionale della droga, grande magazzino delle sostanze chimiche necessarie alla sintesi degli stupefacenti, base operativa per i gruppi criminali turchi e curdi. Tutto questo è la Romania, teatro della competizione tra le nuove mafie per il controllo del lucroso mercato della droga verso l’Occidente Appare sempre più ...

Leggi tutto

MOLDAVIA: Gli irriducibili gagauzi

432px-Flag_of_Gagauzia.svg

La regione autonoma di Gagauzia, nella Moldavia meridionale, è abitata da una minoranza cristiana di lingua turca. Gli antenati musulmani dei Gagauzi fuggirono da queste terre allo scoppio delle guerre tra Russia e Turchia del XVIII secolo. Il prezzo da pagare per chi voleva restare nella regione era la conversione ...

Leggi tutto

Il piccolo partito della Grande Romania

prm-partidul-cu-politica-nationalismului-luminat-si-acelasi-presedinte-de-la-infiintare-145656

ll Partito della Grande Romania (Partidul România Mare, PRM), guidato da Corneliu Vadim Tudor, che ne è il fondatore, si caratterizza per un marcato nazionalismo che si esprime con la discriminazione della minoranza ungherese e, naturalmente,  del popolo rom. In comune con l’ungherese Jobbik ha l’irredentismo. La ricostituzione della Grande ...

Leggi tutto
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com