GEORGIA: Zurabishvili è il nuovo presidente, superato al ballottaggio il candidato dell’opposizione

Salome Zurabishvili è il nuovo presidente della Georgia. Al ballottaggio di mercoledì la candidata indipendente appoggiata dal partito di governo del Sogno Georgiano ha infatti prevalso con il 59.52% delle preferenze contro il 40,48% di Grigol Vashadze, candidato del Movimento Nazionale Unito, partito dell’opposizione.

Il voto

Le ultime elezioni presidenziali a suffragio diretto (a partire dal 2024 il presidente della repubblica caucasica sarà scelto da un collegio speciale) avevano visto al primo turno un testa a testa proprio tra Zurabishvili e Vashadze, arrivati a ottenere rispettivamente il 38,64% e 37,74% dei voti. Male invece il candidato di Georgia Europea, Davit Bakradze, fermatosi al 10,97% delle preferenze.

Dato che nessun candidato è riuscito ad ottenere la maggioranza assoluta dei voti, necessaria all’elezione, il nome del successore di Giorgi Margvelashvili si è dovuto decidere al ballottaggio.

In vista del secondo turno, Vashadze contava sui voti dell’elettorato di Bakradze: a luglio i due leader dell’opposizione avevano infatti firmato un accordo con il quale promisero di sostenersi l’un l’altro nel caso uno di essi dovesse arrivare al ballottaggio; promessa poi rinnovata una volta resi noti i risultati del primo turno.

Alla fine tale accordo sembra essere stato effettivamente rispettato, come dimostrano i circa 180.000 voti guadagnati dal candidato del Movimento Nazionale Unito rispetto al primo turno (i voti in dote a Georgia Europea erano circa 175.000).

Tuttavia, la ritrovata unità all’interno dell’opposizione non è bastata per interrompere l’egemonia del Sogno Georgiano. A decidere il ballottaggio è stato infatti il significativo incremento dell’affluenza: se al primo turno si era recato alle urne il 46,83% degli aventi diritto di voto, in occasione del secondo turno questa percentuale è cresciuta di quasi dieci punti, arrivando a toccare il 56,23%.

Tale incremento ha giocato decisamente a favore di Zurabishvili, che è riuscita quasi a raddoppiare i voti ottenuti al primo turno (passando da 615.000 a 1.148.000), surclassando l’avversario e diventando così il primo presidente donna della storia della Georgia (la cerimonia d’insediamento ufficiale avverrà il prossimo 16 dicembre a Telavi).

Chi è Emanuele Cassano

Emanuele Cassano
Ha studiato Scienze Internazionali, con specializzazione in Studi Europei. Per East Journal si occupa di Caucaso, regione a cui si dedica da anni e dove ha trascorso numerosi soggiorni di studio e ricerca. Dal 2016 collabora con la rivista Osservatorio Balcani e Caucaso.

Leggi anche

GEORGIA: Scontri tra polizia e manifestanti durante l’insediamento della nuova presidente

Continuano le proteste dell’opposizione in seguito all’esito del ballottaggio dello scorso 28 novembre, che ha portato Salome Zurabishvili alla presidenza del paese.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com