Prima pagina / BALCANI / Serbia / SERBIA: Boris Tadić, la faccia (poco) filoeuropea di un paese in affanno

Chi è Filip Stefanović

Author Image
Filip Stefanović (1988) è un giovane economista italiano, nato a Belgrado si è formato presso l’Università commerciale Luigi Bocconi di Milano e la Berlin School of Economics, specializzandosi in economia internazionale. Ha lavorato al centro di ricerche economiche Nomisma di Bologna e come research analyst presso il centro per gli studi industriali CSIL di Milano. Per East Journal scrive di economia e politica dei Balcani occidentali.

Leggi anche

192639644-c868deaa-73ad-4398-aeaa-678f0f9e8ff5

SERBIA: Un paese governato da chi indossa il passamontagna

Un gruppo di uomini incappucciati ha demolito alcuni edifici nel centro di Belgrado. La polizia non è intervenuta in quanto sembra che dietro l'azione si nascondano alte cariche pubbliche. Come nel caso degli scontri di Genova del 2010, la Serbia sembra ostaggio della violenza di chi indossa un passamontagna

3 commenti

  1. posso confermare, da trieste, che il nazionalismo è piu vivo che mai nella comunita serba. l’integrazione è sempre di facciata. nella realta la comunita è chiusa, sempre in affannosa ricerca di affari, leciti o borederline i cui benefici devono rimanere il piu possibile ad appannaggio di una stretta cerchia. molto denaro viene spedito nella madrepatria. si sfrutta al massimo il nostro stato sociale e si eludono il piu possibili gli obblighi fiscali.