veneti-catalani

TORINO: Catalogna e le altre, una serata per parlare di identità e indipendentismo

Giovedì 2 novembre alle ore 21 presso o locali del Circolo Polski Kot di Torino avrà luogo un incontro dal titolo: “La Catalogna e le altre, proteste e identità“. Una serata per parlare della crisi catalana e delle tante questioni che solleva, dal nazionalismo all’identità etnica, dalle questioni politiche a quelle economiche.

Non si tratterà di un intervento ex-cathedra ma di un dialogo aperto a opinioni e riflessioni del pubblico allo scopo di confrontarci su questioni che, come i recenti referendum italiani dimostrano, ci riguardano da vicino. La serata si strutturerà in due momenti: sarà anzitutto affrontato il caso della Catalogna, delle ragioni e delle conseguenze che questa crisi sta già avendo sulla società, per poi aprirci a temi più ampi. Senza pretese di esaustività, speriamo di confrontarci con il pubblico in modo costruttivo fornendo (e ricevendo) elementi di riflessione, senza verità da affermare o teorie da difendere, più per porre domande che per dare risposte.

Interverranno Alfredo Sasso, dottore di ricerca in storia contemporanea all’Università Autonoma di Barcellona e presidente dell’Associazione Most; Cecilia Vergnano, ricercatrice di antropologia urbana all’Università di Barcellona; e Matteo Zola, direttore responsabile della testata East Journal e professore di lettere italiane in Alto Adige/Sudtirol. Uno storico, un’antropologa e un giornalista, dunque, tutti con esperienze di vita e lavoro in “piccole patrie”, che si interrogheranno sulle sfida della convivenza tra popoli e sui molti inganni che si celano dietro le bandiere dell’etnicità e dell’identitarismo.

 

 

 

 

Chi è Matteo Zola

Matteo Zola
Giornalista professionista e professore di lettere, classe 1981, è direttore responsabile del quotidiano online East Journal. Collabora con Osservatorio Balcani e Caucaso e EastWest. E' stato redattore a Narcomafie, mensile di mafia e crimine organizzato internazionale. E' autore di "Congo, maschere per una guerra", Quintadicopertina editore, Genova, 2015; e di "Revolyutsiya - La crisi ucraina da Maidan alla guerra civile" (curatela) Quintadicopertina editore, Genova, 2015.

Leggi anche

repeal

IRLANDA: Referendum sull’aborto e non solo, una società in evoluzione?

Dopo il sì ai matrimoni gay, l'Irlanda ha annunciato uno storico referendum che potrebbe abolire il divieto di aborto. Ed è solo il primo di una serie di referendum che, tra il 2018 e il 2019, potrebbero progressivamente rivoluzionare l'ex roccaforte cattolica d'Europa.

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com