ESTONIA: Arrestato per corruzione il sindaco di Tallin Edgar Saavisar

La polizia di sicurezza estone (KaPo) ha arrestato il sindaco di Tallin e leader del Partito di Centro (Eesti Keskerakond), Edgar Saavisar. L’esponente politico estone, principale leader dell’opposizione all’attuale governo estone, è accusato di aver ricevuto centinaia di migliaia di euro, in base alle indagini effettuate dalla polizia fra il 2014 e il 2015.

Le accuse, secondo quanto riportato dal portale Delfi.ee, riguardano alcuni episodi di presunta corruzione, che avrebbero portato benefici in denaro allo stesso Saavisar e a persone a lui vicine. Oltre al sindaco di Tallin infatti ci sono diverse altre persone indagate nell’inchiesta, tutte con cittadinanza estone.

Secondo i media estoni anche l’arresto, avvenuto ieri, dell’imprenditore Aivar Tuulberg, proprietario dell’impresa di costruzioni Rand&Tuulberg, potrebbe essere legato all’inchiesta che ha portato all’arresto di Saavisar.

Il premier estone Taavi Rõivas commentando l’arresto di Saavisar, ha affermato che si tratta di un grave colpo per la reputazione dell’Estonia, oltre a rappresentare una pericolo serio per il paese: “La corruzione è una minaccia gravissima alla sicurezza nazionale. In Estonia nessuno deve pensare di essere al di sopra della legge”. Il partito di Centro da parte sua in una nota ha affermato che l’inchiesta che coinvolge Saavisar ha chiare motivazioni politiche.

Già in passato Saavisar era stato coinvolto in inchieste della polizia, sia per l’accusa di intercettazioni telefoniche commissionate ai danni di avversari politici, sia per sospetti di finanziamenti ricevuti dal Cremlino in occasione di alcune campagne elettorali. Nel 2010 il partito di Saavisar fu al centro dei sospetti per un presunto finanziamento da parte del presidente delle ferrovie russe, Vladimir Jakunin, a sostegno della campagna elettorale di quell’anno.

Il Partito di Centro di Saavisar è un partito social-liberale, che tradizionalmente riscuote anche l’appoggio di una parte dell’elettorato russofono estone. Saavisar era tornato solo di recente alla sua attività di politico e di amministratore della capitale estone. Alcuni mesi fa aveva subito l’amputazione di una gamba per una grave infezione da streptococco.

Chi è Paolo Pantaleo

Paolo Pantaleo
Giornalista e traduttore, Firenze-Riga. Jau rīt es aiziešu vārdos kā mežā iet mežabrāļi

Leggi anche

ESTONIA: L’esclusione sociale dei pensionati non si ferma

In Estonia gli over 65 a rischio povertà sono più di un terzo, nonostante la recente riforma pensionistica voluta dal governo guidato da Jüri Ratas, le imminenti elezioni parlamentari del 2019 vedranno il tema ancora al centro del dibattito pubblico.

Un commento

  1. E ti pareva che la Russia non fosse tirata in ballo in qualche modo.Per Khover sia adombra un processo politico, perché non potrebbe esserlo anche per Saavisar, visti i pessimi rapporti attuali fra i paesi baltici iperrussofobi e Mosca? Un articolo meno schierato sarebbe opportuno anche per deontologia professionale.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com