ALBANIA: Lulzim Basha è il nuovo capo dell'opposizione

Il risultato delle elezioni in Albania ha aperto una stagione di cambiamento e rinnovamento della politica nel paese ed è un’ottima notizia per l’Europa. Le ultime elezioni in Albania non hanno solo prodotto un nuovo premier, ma anche un nuovo capo dell’opposizione. L’attuale sindaco di Tirana, Lulzim Basha, è stato eletto alla guida del Partito democratico d’Albania (centrodestra), prendendo il posto del primo ministro uscente Sali Berisha, che ha presentato le sue dimissioni dopo la sconfitta della sua formazione alle legislative del 23 giugno.

Lulzim Basha, 39 anni, delfino di Sali Berisha, ha raccolto l’80% dei voti dei membri del partito contro il rivale, Sokol Olldashi, attuale ministro dei Trasporti, ha indicato il PD in un comunicato stampa. Le elezioni dentro il PD albanese sono state un blitzkrieg voluto da Berisha che non voleva una gara interna lunga e lacerante, ma ha preteso e organizzato elezioni lampo per dare al paese già da settembre un opposizione forte con un nuovo leader.

Lulzim Basha è uno dei volti nuovi del PD. Basha ha studiato giurisprudenza presso l’Università di Utrecht in Olanda e ha lavorato nel team del Tribunale penale internazionale per i crimini di guerra nell’ex Iugoslavia (1998-1999), contribuendo al dossier per crimini di guerra contro l’ex presidente serbo Slobodan Milosevic. Successivamente ha lavorato per il Dipartimento di Giustizia dell’amministrazione ONU in Kosovo, l’UNMIK (2000-2005), prima di iniziare un’eccellente carriera politica in Albania. Ministro dei trasporti nel 2005, Ministro degli Esteri dal 2007, nel 2009 Berisha lo nomina Ministro dell’Interno, carica che abbandona a fine marzo 2011 per candidarsi ufficialmente alla poltrona di primo cittadino della capitale. Pochi mesi prima, a gennaio 2011, Basha era stato duramente contestato per la mancata gestione dell’ordine pubblico durante una manifestazione dell’opposizione dove gli scontri tra polizia e manifestanti si erano conclusi con quattro morti e centinaia di arrestati.

Lulzim Basha corse per il posto di sindaco di Tirana per il Partito Democratico e la Coalizione del Cittadino, sfidando Edi Rama, sindaco uscente e leader del Partito Socialista di Albania. Dopo una lunga procedura per il conteggio dei voti, terminata con un vantaggio di soli 95 voti dopo una controversa decisione, da parte della Commissione elettorale, di conteggiare anche i voti infilati nelle urne sbagliate, Basha venne nominato nuovo primo cittadino della capitale, ribaltando il risultato provvisorio che vedeva Rama in vantaggio per 10 voci.

Tuttavia da settembre l’ex sindaco Edi Rama e l’attuale sindaco di Tirana Lulzim Basha si sfideranno su un altro piano politico del paese. Il nuovo leader del Partito Democratico, Basha nel suo primo discorso dopo la sua elezione ha ringraziato il rivale per questo posto, l’attuale ministro dei transporti Sokol Olldashi e ogni iscritto al partito che ha dato fiducia alla direzione del Partito Democratico. Basha ha annunciato una opposizione senza sconti al nuovo governo socialista di Edi Rama. “Costruiremo una forte opposizione frontale, creativa e alternativa, che dovrà affrontare qualsiasi situazione. Gli albanesi potranno vedere i progetti e le nostre scelte per loro”, ha detto Basha.

Dopo otto anni al potere, il Partito democratico d’Albania (Pd) ha perso le elezioni del 23 giugno, ampiamente vinte da una coalizione di sinistra guidata dal socialista Edi Rama (ex sindaco della capitale albanese), che occuperà, secondo i risultati preliminari, 83 dei 140 seggi presenti nel parlamento albanese. Il premier eletto Edi Rama ha presentato la struttura del nuovo governo che non si può dire sia uno small government. Il nuovo governo socialista di Edi Rama avrà 16 ministeri e 3  ministri senza portafoglio, con diverse agenzie statali. Su 19 ministri che faranno parte del suo governo, sei donne sono state elette ministre. Con questa decisione il nuovo premier Edi Rama ha dato un messaggio chiaro ad un paese in cui la partecipazione femminile allo spazio pubblico è spesso problematica.

Foto:  Congress of local and regional authorities

Chi è Lavdrim Lita

Lavdrim Lita
Giornalista albanese, classe 1985, per East Journal si occupa di Albania, Kosovo, Macedonia e Montenegro. Cofondatore di #ZeriIntegrimit, piattaforma sull'Integrazione Europea. Policy analyst, PR e editorialista con varie testate nei Balcani. Per 4 anni è stato direttore del Centro Pubblicazioni del Ministero della Difesa Albanese. MA in giornalismo alla Sapienza e Alti Studi Europei al Collegio Europeo di Parma.

Leggi anche

droga

ALBANIA: Droga e intercettazioni, è scontro tra il governo Rama e l’opposizione

Nelle ultime settimane, il governo del premier Edi Rama è sotto attacco a causa di due scandali di droga che hanno coinvolto l’attuale ministro dell’Interno e il suo predecessore. Le vicende, tutt’altro che limpide, rischiano di minare seriamente il cammino europeo dell’Albania.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com