E-BOOK: Medjugorie, il "virgin megastore" tra storia e fede

CONSULTA ON-LINE

SCARICA PDF

Foto: Federico Carlini

Testo: Federico Carlini e Matteo Zola

Una città che vive sul turismo religioso, tra auto di lusso, alberghi in costruzione, devozione carismatica e collettiva, foto ricordo, statuette delle madonna e scarpe da ginnastica. Una città che è più di un controverso luogo religioso. Međugorje è un crocevia della Storia e dei tempi, laboratorio del nazionalismo, teatro di guerra, mèta di pellegrinaggio e sancta sanctorum del consumismo.

Questo intrico di significati, reali e simbolici, è oggetto di questo e-book fotogiornalistico: le immagini raccontano le contraddizioni di un luogo di culto che, ispirato alla lezione pauperistica francescana, si presenta come un opulente “megastore” religioso con un lusso introvabile nel resto della Bosnia Erzegovina. Un luogo mèta, però, di migliaia di sinceri pellegrini devoti che ogni anno si recano tra i sassi dell’Erzegovina alla ricerca del segreto mariano.

Il testo scritto si sofferma invece sulla nascita di Medjugorie, indagando come il fenomeno delle visioni si intrecci con vicende legate al contrasto tra francescani e diocesi, diventando poi simbolo della rinascita nazionalistica croata durante la guerra degli anni Novanta.

Chi è redazione

redazione
East Journal nasce il 15 marzo 2010, dal 2011 è testata registrata. La redazione è composta da giovani ricercatori e giornalisti, coadiuvati da reporter d'esperienza, storici e accademici. Gli articoli a firma di "redazione" sono pubblicati e curati dalla redazione, scritti a più mani o da collaboratori esterni (in tal caso il nome dell'autore è indicato nel corpo del testo), oppure da autori che hanno scelto l'anonimato.

Leggi anche

STORIA: Selman Selmanagić, un architetto bosniaco per la nuova Berlino Est

C'è un nome che tutti gli esperti di architettura e design berlinesi conoscono, ma che nella sua Bosnia è ancora poco conosciuto. E' quello di Selman Selmanagić, architetto e designer formatosi al Bauhaus che ha lasciato la firma sulla ricostruzione della Berlino socialista nel secondo dopoguerra.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com