UNGHERIA: Budapest si dimezza il Parlamento

 

Il Parlamento ungherese ha passato con larga maggioranza la proposta per la riduzione del numero dei deputati da 386 a 200. Il nuovo partito di maggioranza FIDESZ (centro-destra), insieme all’estrema destra di Jobbik e a buona parte dei membri del partito socialista MSzP ha approvato giovedì sera la proposta

di emendamento alla Costituzione per tagliare il numero dei deputati in Parlamento, passando da 386 a 200 membri. L’emendamento include anche la creazione del posto di Vice Primo Ministro e diventerà attivo dal 2014, quando il Parlamento ungherese comincerà a lavorare con 200 membri. I socialisti di MSzP hanno votato a favore delle modifiche, nonostante le loro proposte di emendamento siano state rifiutate.

Al vaglio adesso due proposte per intervenire sulla legge elettorale, la prima inoltrata da FIDESZ e la seconda da MSzP. FIDESZ vorrebbe adattare la legge elettorale ad un Parlamento di dimensioni minori, mentre l’opposizione vorrebbe modificare l’intero sistema elettorale.

Fonte: Economia.hu

Chi è Claudia Leporatti

Author Image
Giornalista, è direttore responsabile del giornale online Economia.hu, il principale magazine in italiano sull'economia ungherese e i rapporti Ungheria-Italia, edito da ITL Group. Offre tour guidati di Budapest in italiano e inglese. Parla inglese e ungherese, ma resta una persona molto difficile da capire. Scrive racconti e sta lavorando (o pensando) al suo primo romanzo. Nata a Bagno a Ripoli (Firenze) senza alcuna ragione, vive a Budapest, per lo stesso motivo.

Leggi anche

epaselect epa04911134 Hungarian Prime Minister Viktor Orban gives a press conference at the end of a day of meetings with the leaders of European institutions in Brussels, Belgium, 03 September 2015. Orban was in Brussels for meetings with top-level EU politicians for discussions on the migrant and refugee crisis.  EPA/OLIVIER HOSLET

UNGHERIA: Muro e rifugiati, le due sconfitte di Viktor Orban

Viktor Orbán ha perso due partite contro l'UE, quella del muro contro i migranti ma soprattutto quella che lo vedeva opposto al piano di redistribuzione dei rifugiati nei paesi membri. Due sconfitte che lo rendono più isolato in Europa e più debole in patria...

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com